Militare aggredito e minacciato di morte durante un controllo

La donna, trovata senza documenti, si è rifiutata di andare in caserma per l’identificazione, e se l’è poi presa col militare che cercava di trattenerla. Dopo avegli urlato che lo avrebbe ucciso, ha tentato di rubargli la pistola d’ordinanza

Violenta aggressione ai danni di un carabiniere avvenuta stanotte a Firenze.

Stando a quanto riferito dai quotidiani locali, il militare si trovava insieme ai colleghi del nucleo radiomobile nei pressi della stazione ferroviaria per effettuare dei controlli di routine, finalizzati al pattugliamento della zona ed alla prevenzione del crimine.

Impegnati nell’operazione, gli uomini dell’Arma sono entrati anche in alcuni esercizi commerciali, fra cui un fast food, dove hanno individuato una donna a loro già nota per diversi precedenti.

Quest’ultima, una 44enne campana, ha immediatamente mostrato nervosismo alla vista dei carabinieri ed è stata fin da subito poco collaborativa.

La situazione è poi degenerata quando i militari, appreso che la donna si trovava sprovvista dei documenti, hanno deciso di condurla in caserma per poterla identificare e fotosegnalare. Determinata ad evitare il fermo, la 44enne ha allora dato in escandescenze, rivoltandosi contro il carabiniere che stava cercando di trattenerla. Dopo avergli gridato contro insulti e minacce di morte, lo ha aggredito fisicamente, promettendogli che lo avrebbe ucciso.

Il gesto compiuto successivamente dalla donna ha confermato le sue intenzioni. Questa ha infatti cercato di appropriarsi della pistola del militare, custodita all’interno della fondina.

Sono stati i colleghi dell’uomo in divisa ad evitare il peggio, bloccando la facinorosa prima che riuscisse ad impadronirsi dell’arma da fuoco.

Accusata di minacce e resistenza a pubblico ufficiale, la 44enne si trova ora dietro le sbarre, a disposizione dell’autorità giudiziaria.