Firenze, museo chiuso per mancanza di custodi

Il Museo archeologico ad apertura ridotta per carenza di personale. Ma il turismo non doveva rilanciare l'Italia?

Agosto è il mese ideale per l'Italia: il caldo attrae i turisti da tutto il mondo. Turisti che spesso non vogliono solo riversarsi sulle spiagge, ma anche apprezzare i tesori che il Belpaese può offrire.

Quale migliore occasione dell'estate per rilanciare il Paese? Peccato che la crisi e i tagli rischiano di far sfumare questa opportunità. È quello che accade ad esempio al Museo archeologico nazionale di Firenze che resterà chiuso 4, 11 e 18 agosto per "carenza di personale addetto alla vigilanza", come spiega la Sovrintendenza archeologica toscana che si appiglia all'ottica "di ottimizzare e razionalizzare il servizio". La galleria sarà comunque aperta a Ferragosto (ma solo fino alle 14).

Un provvedimento simile fu deciso già a dicembre e a febbraio per la più nota Galleria degli Uffizi, dove sempre per mancanza di personale furono chiuse per alcuni giorni le "Sale blu".

Commenti

BlackMen

Mer, 24/07/2013 - 17:15

Eh si che dovevamo....ma poi al ministero c'è andata la Brambilla ed invece di rilancià il turismo abbiamo rilanciato i cani randagi!

Roberto Casnati

Mer, 24/07/2013 - 17:27

Che cosa ci si poteva aspettare d'altro da una città komunista?

angelomaria

Mer, 24/07/2013 - 17:29

untempo famosa per le suo opere d,arte ed ora a'arrabbiano perche qualcuno ha detto che brutta e sporca un tempo........?!

piero1939

Mer, 24/07/2013 - 17:37

chiediamo alla merkel magari sono tutti a lavorare in germania

schiacciarayban

Mer, 24/07/2013 - 17:40

Probabilmente i sindacati avevano chiesto un'indennità caldo... Oggi questo è il terzo articolo che leggo della serie facciamoci del male da soli!

unosolo

Mer, 24/07/2013 - 18:00

i soldi servono per le feste dell'unità , per le sagre , per vin itali , insomma l'arte non merita il primo piano , non è solo Firenze è tutto l'apparato dirigenziale di tutte le regioni , si pagano molte tasse per avere servizi , avvisate i dirigenti dei comuni , delle regioni o delle province che i nostri soldi non devono andare sprecati e se esiste il turismo questi porta alle casse molti soldini che si possono adoperare per dare lavoro e servizi migliori sia ai cittadini che ai turisti , grazie ai sindaci , ai presidenti di regioni e delle province , ma ovviamente loro pensano ad altre cose , forse politica alla grande.

lib-dem

Mer, 24/07/2013 - 18:28

Come gli Uffizi, è un museo gestito dallo Stato. L'amministrazione comunale non c'entra nulla. Anzi, a Firenze, i musei comunali hanno visto ampliato il loro orario di apertura (ma questo il Giornale, ora che Renzi è IL NEMICO, non lo scrive eheh)

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Mer, 24/07/2013 - 18:50

Firenze, domenica 30 dicembre 2012, sono a spasso per Firenze e vedo i musei aperti, code alla galleria dell'accademia e penso: bene afflusso di turisti per il ponte dell'ultimo dell'anno e ovviamente i musei sono aperti!!!!!!! SBAGLIATO il giorno seguente lunedì 31 dicembre, alle 10 passo dalle cappelle medicee e vedo i turisti increduli col naso all'insù che trovano le cappelle medicee chiuse. MA NON è FINITA, LEGGETE, il giorno seguente le cappelle medicee erano APERTE perché è noto che l'ultimo dell'anno le persone dormo, invece il 1 giorno dell'anno le persone alle 8,30 sono vispe e pronte per andare al museo. Io penso che i musei italiani siano lontani dall'essere un pozzo di petrolio, perché i pozzi di petrolio funzionano 24 ore al giorno e non ora sì ora nò come i nostri musei

herbavoliox

Mer, 24/07/2013 - 19:01

Il sindaco che dice?

Giangi2

Mer, 24/07/2013 - 20:22

Non si potrebbe riqualificare il personale in eccesso in altri dipartimenti statali e collocarli dove possono recuperare la dignità di lavoratore e renderlo utili e produttivi? E' molto difficile? I sindacati cosa ne pensano? Io se fossi un dipendente pubblico e lavorassi in un posto dove mi sentissi inutile e di troppo, sarei ben felice di andare a lavorare li. Piuttosto credo che faranno un mega concorso per 10 posti e 1 milione di partecipanti.

vince50

Mer, 24/07/2013 - 20:59

Che si dia tutto in mano ai cinesi,queste cose non accadranno.Noi siamo falliti in tutti sensi,è da 70 anni che che si gioca al massacro.

bruna.amorosi

Mer, 24/07/2013 - 21:36

BlackMen non dire stupidate la colpa è del vostro trottolino RENZI sempre in piedi invece di coltivare i suoi gioielli va a zonzo a cercar farfalle . altro che Brambilla quella donna ha le così dette mica è compagna .

leo_polemico

Mer, 24/07/2013 - 22:48

E' troppo difficile far fare i custodi nei luoghi d'arte o negli scavi archeologici a tutti coloro che, non certo per loro colpa, sono rimasti disoccupati, in cassa integrazione o in mobilità perchè dipendenti di aziende in crisi e quindi pagati dalla collettività? Chiaramente non si chiede loro di fare la guida multilingue ma la sorveglianza dovrebbe essere un compito che potrebbero assolvere benissimo. Se poi qualcuno di essi non accettasse questo incarico, perchè contento di rimanere a riposarsi retribuito o di dedicarsi ad un altro lavoro (in nero), dovrebbe NON godere più degli ammortizzatori sociali. Il costo per lo stato sarebbe uguale a ZERO in quanto gli ammortizzatori sociali stessi sono pagati dall'INPS e cioè dallo stato stesso. Ritengo questa una proposta di buon senso: i nostri politici non sono in grado di arrivarci?

Ritratto di Marco Marconon

Marco Marconon

Mer, 24/07/2013 - 23:44

Ma non era Tremonti, l'alter ego del Cav, a ribadire che con la Cultura non si mangia? Vi contraddite in casa? Fuoco amico?

emi46

Mer, 24/07/2013 - 23:52

1) si abbia il coraggio di far entrare i privati nei musei, 2) cambiate le leggi-(tra 104, permessi sindacali fasulli, malattie fasulle, e ostruzionismi stupidi creati da competenze, mansioni e quant'altro il personale saà sempre poco.)

unosolo

Gio, 25/07/2013 - 19:25

se l'avesse avuta in gestione un privato avrebbe licenziato : primo il sindaco poi tutti i dirigenti del muse e a seguire tutto il personale , esistono turni per le ferie , non si può chiudere per mancanza di personale , chi ha permesso questo deve pagare e risarcire del danno il comune .