Firenze, stranieri minacciano 33enne e cercano di rubargli il cane

Il racconto del ragazzo, che ha vissuto una serata d’incubo, prima di riuscire infine a seminare l’ultimo dei tre balordi nordafricani che lo ha pedinato anche una volta sceso dal tram

Minacciato a bordo di un tram a Firenze da 3 nordafricani, che hanno addirittura tentato di sottrargli il cane.

Una serata da incubo quella vissuta da un italiano di 33 anni lo scorso venerdì, quando è salito a bordo del mezzo pubblico in piazza Dalmazia. Erano all’incirca le 23, ed in quel momento il ragazzo si trovava da solo, quando è stato avvicinato da un primo straniero con una bottiglia in mano. Con fare intimidatorio l’extracomunitario gli ha afferrato il braccio proprio mentre tentava di stringere la museruola al suo cane, un rottweiler.

È la stessa vittima a raccontare sulle pagine de “La Nazione” la paura provata in quegli attimi. “Aveva uno sguardo minaccioso”, ricorda il 33enne, che spiega come in breve un secondo nordafricano si sia aggiunto al primo parandosi dinanzi a lui. “Aveva un pitbull e continuava a ripetermi di tenere stretto il mio rottweiler, perché il suo era molto aggressivo. Lo ha detto con un tono minaccioso”.
Prima che la situazione potesse degenerare, l’italiano ha tentato di spostarsi in avanti verso la cabina del conducente del tram, dove si trovavano altre persone. È a quel punto che un terzo balordo nordafricano lo ha seguito fino a mettersi di fronte a lui per impedirgli di obliterare il biglietto ed al contempo cercare di strappargli via di mano il guinzaglio del cane. “Cercavo di allontanarmi ma lui continuava a seguirmi. Continuava a dirmi frasi del tipo ‘Dammi il cane o te la devi vedere con me’. Contemporaneamente cercava di sfilarmi il guinzaglio”.

Quando lo straniero stava per passare alle maniere forti, fortunatamente un altro passeggero a bordo del mezzo si è reso conto dell’accaduto ed ha contattato telefonicamente le forze dell’ordine. Compresa la situazione due del gruppo di balordi sono scesi alle prime fermate disponibili, mentre un terzo ha pedinato per un breve tratto il 33enne quando questo, arrivato a destinazione nei pressi della stazione ferroviaria di Firenze, ha lasciato il mezzo pubblico. Raggiunta via Alemanni, l’italiano ha comunque dovuto nascondersi per tentare di liberarsi della presenza dello straniero.

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 19/03/2019 - 15:30

taser al max...................

mozzafiato

Mar, 19/03/2019 - 16:22

beh al riguardo, la cosa che (da tempo) mi inorridisce e che in un paese civile come il nostro, ADESSO IL CANE LO SI POSSA PORTARE ANCHE SUI MEZZI PUBBLICI !! Siamo veramente arrivati alla demenzia completa ! Infatti, mi viene spesso da confrontare riguardo ai cani, la nostra "avanzata civiltà con quella degli Emirati Arabi: ebbene li, sulla promenade di Dubai Marina sono apposti dei cartelli sui quali e' riportato un cortese invito a non portare con se cani di nessuna razza e taglia ! E TUTTI RISPETTANO QUESTO INVITO e le persone civili soprattutto CAPISCONO IL PERCHE' ! Proprio come da noi !!!

beppe61

Mar, 19/03/2019 - 17:06

Bravo Mozzafiato , i cani non si possono portare nei mezzi pubblici mentre essere minacciati e aggrediti non è un problema , personalmente il cane non mi dà fastidio come chi si comporta da animale , infatti un extracomunitario può offendere un italiano per svariati minuti senza che nessuno intervenga , ma se un italiano si stanca e gli dice Ritorna al Tuo Paese è un razzista fascista , prima o poi anche ai buonisti capiterà un’esperienza simile o peggiore perché la frequenza dei casi di aggressioni è in aumento e si stà trasformando in assedio .

d'annunzianof

Mar, 19/03/2019 - 18:06

Portarsi pistola, farsi seguire fino a una strada senza testimoni, investire tre pallottole in difesa personale

salvietta

Mar, 19/03/2019 - 18:19

33 anni, ragazzo?

lappola

Mar, 19/03/2019 - 18:40

Nazitalianismo ci vuole, con il ripetersi della storia. E poi retate, pulizia, ripristino dell'ordine pubblico. Le zecche farebbero la fila per imbarcarsi e tornare a casa come alternativa migliore.

SPADINO

Mar, 19/03/2019 - 19:06

vi ricordate Charles Bronson nel giustiziere della notte?..................................................................................................................

edo1969

Mar, 19/03/2019 - 19:32

Razzista!

edo1969

Mar, 19/03/2019 - 19:32

da quando i negroidi possono salire sugli autobus? apartheid

ziobeppe1951

Mar, 19/03/2019 - 19:40

Finite le scorte nel frigorifero?

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mar, 19/03/2019 - 20:02

Un ne*** “Aveva un pitbull?" e l´italiano che cavolo di Rotti aveva di peluche? il mio da solo si mangiava i tre neri (non li avrebbe nemmeno fatto avvicinare vista la strana puzza che emanano9, il mio rotti diventa ferocissimo quando li odora.per quanto riguarda il Pit sarebbe stato il secondo cui avrebbe fatto merenda.

Asterix il Gallo

Mar, 19/03/2019 - 20:32

Farsi seguire dall’ultimo balordo in un posto isolato, togliere al cane la museruola, attendere 10 minuti e riportare il cane a casa che ha anche già mangiato

Asterix il Gallo

Mar, 19/03/2019 - 20:33

Svegliati, hai un pittbull!!!! O era un pechinese travestito?

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 20/03/2019 - 01:31

Se un 33enne e' un "ragazzo", io che sono? uno "sbarbatello"? Andiamo, non mortificate la lingua Italiana usandone a sproposito i termini. Comunque, portarsi in giro un Rottweiler ed avere paura di qualcuno, che OSA strappare il guinzaglio dalle mani del "padrone", la dice lunga sul modo di gestire un cane che puo' essere, se ben addestrato, un'arma peggiore di un'arma da fuoco. fosse stato il mio cane, mi sarebbe bastata un'occhiata per far fuggire il disgraziato a gambe levate.

portuense

Mer, 20/03/2019 - 06:27

se aizzava il cane contro i clandestini purtroppo veniva indagato ed il cane in canile.....QUESTA è L'ITALIA, NON DEVI DIFENDERTI...NON PUOI...

brixia

Mer, 20/03/2019 - 08:00

neanche i clandestini non si possono portare sul tram.

Guido_

Mer, 20/03/2019 - 08:55

Notizia che non avrebbe meritato nemmeno un trafiletto se l'autore del successo non sarebbe stato straniero.

rawlivic

Mer, 20/03/2019 - 09:24

con italiani cagasotto cosi...siamo spacciati. Serve il diritto di essere armati e serve il diritto di poter reagire. Il diritto alla difesa attiva significa reagire abbattendo l'aggressore come diritto imprescindibile dell'individio. Poi avendo un cane, aveva un vantaggio...perche' non usarlo per attaccare invece di scappare via? Mah...

rawlivic

Mer, 20/03/2019 - 09:26

@ Mozzafiato: hai ragione, ma la differenza e' che a Dubai esiste la certezza della pena e se sgarri finisci dentro subito senza avvocati. Poi se reagisci in modo non garbato... in qualche giorno vieni espatriato verso casa e finisci in black-list. Ecco perche' in UAE le cose funzionano. Regole e randello ...e tutti si comportano bene.