Fisco, via ai controlli contro frodi della partite Iva

Raffica di controlli da parte del Fisco sulle partite Iva. L'Agenzia delle Entrate in una nota ha spiegato come scatteranno le verifiche nei prossimi giorni

Raffica di controlli da parte del Fisco sulle partite Iva. L'Agenzia delle Entrate in una nota ha spiegato come scatteranno le verifiche nei prossimi giorni. "Entro sei mesi dall’attribuzione della partita Iva o dall’iscrizione al Vies - la banca dati europea dei soggetti che effettuano operazioni intracomunitarie - l’ Agenzia valuta l’eventuale presenza di elementi di rischio, come ad esempio omissioni o incongruenze nei versamenti e nelle dichiarazioni. Per gli operatori individuati sulla base dell’analisi del rischio scattano i controlli periodici che possono essere sia formali sia sostanziali, per riscontrare la veridicità dei dati dichiarati al momento dell’attribuzione della partita Iva o dell’iscrizione al Vies". Poi potrebbero scattare le sanzioni: "Se a seguito dei controlli un operatore economico risulta privo dei requisiti soggettivi e/o oggettivi, l’ Agenzia notifica al contribuente un provvedimento di cessazione della partita Iva, indebitamente richiesta o mantenuta. Di conseguenza, la stessa partita Iva sarà esclusa dalla banca dati dei soggetti che effettuano operazioni intracomunitarie (Vies)". Insomma stanno per arrivare tempi duri per chi ha una partita Iva.