Il fisco la cerca da morta: cartella tasse spedita al cimitero

La lettera ricevuta dal sindaco francese era indirizzata alla "tomba 24, riga e"

Quando la lettera è arrivata al sindaco di Sarzeau, città sulla costa francese, il primo cittadino non poteva credere che fosse davvero indirizzata a una donna morta. A inviarla era il fisco, che chiedeva conto di alcune tasse evidentemente mai versate, a una cittadina che nel frattempo era passata a miglior vita.

Non solo la cartella era indirizzata a una donna morta, ma anche l'indirizzo era quantomeno inusuale. "Tomba 24, riga E, strada del cimitero". Questo si leggeva sulla lettera, secondo quanto la segretaria del primo cittadino ha raccontato alla France Press.

"Sfortunatamente non è la prima volta che riceviamo lettere di questo topo dal centro di finanza pubblica di Vannes", ha commentato il tesoriere della città, Christophe Libre, parlando al quotidiano regionale Ouest France.

"Forse qualcuno degli eredi non voleva pagare le tasse", ha ipotizzato Libre. E utilizzare come indirizzo la tomba della povera defunta è sembrato un comodo escamotage.

Commenti

cgf

Dom, 02/10/2016 - 14:06

Se non è la prima volta significa che in Bretania è una pratica ricorrente