Fiuggi, 57enne obbligava la compagna a mangiare dalla ciotola del cane

A Fiuggi una donna di 54 anni era sottoposta a continue violenze fisiche e psicologiche da parte del compagno: era costretta a cucinare rifiuti e a mangiare dalla ciotola

Tormentava e umiliava la compagna, arrivando a costringerla a mangiare dalla ciotola del cane.

Una storia di soprusi e violenze che arriva da Fiuggi, in provincia di Frosinone. Una donna di 54 anni ha deciso di denunciare il proprio convivente 57enne, che da tempo continuava a minacciarla e ad aggredirla verbalmente, imponendole atti di sottomissione degradanti.

In diverse occasioni l'uomo avrebbe costretto la compagna a cucinare alcuni rifiuti prelevati in strada dai cassonetti dell'immondizia. Inoltre per soddisfare le sadiche richieste del convivente, la 54enne era obbligata a cibarsi mangiando dalla ciotola del cane.

Prostrata dalle minacce e dalle violenze fisiche e psicologiche che le venivano imposte, la donna non ha più retto e si è presentata al commissariato di polizia di Fiuggi per denunciare il compagno. Gli uomini del settore Anticrimine hanno raccolto la denuncia e sono intervenuti per raccogliere le prove di quanto raccontato dalla donna. La versione della 54enne peraltro è stata subito confermata dalle testimonianze di alcuni vicini che in più di un'occasione avevano sentito le sue urla disperate.

Accertati i fatti, il tribunale di Frosinone ha imposto all'uomo l'allontanamento dalla casa familiare e gli ha imposto di non avvicinarsi a meno di 100 metri dalla convivente.