L'incubo terrorismo sbarca anche a Roma

Allarme bomba su un aereo in partenza. Scattate le procedure anti-terrorismo. Evacuato un volo per Vienna. Era un falso allarme

Allarme bomba all'aeroporto di Roma Fiumicino. Un volo della compagnia Niki in partenza per Vienna è rimasto a terra. Sono in corso i controlli. A bordo dell'aereo, un passeggero è stato fermato dalla polizia per essere sottoposto a controlli. A quanto si è appreso, avrebbe segnalato la presenza di un ordigno nella stiva. A bordo del volo Niki per Vienna si erano imbarcati 82 passeggeri. I passeggeri sono stati fatti scendere per consentire i controlli di sicurezza appropriati a bordo ed in stiva con gli artificieri. Sarebbe di nazionalità slovena l’uomo fermato per controlli. I passeggeri, nel frattempo, sono stati condotti in un canale di sicurezza per ulteriori riscontri. Per le fasi legate alle procedure di sicurezza in pista, sono stati segnalati rallentamenti nelle operazioni di partenza di alcuni voli. A quanto si apprende a farscattare il dispositivo di sicurezza è stato un passeggero straniero che ha gridato: "C’è una bomba a bordo", quando era già salito sul velivolo. Come da procedura l’aereo è stato portato in una zona sicura dell’aeroporto.