Fiumicino, fiammata in generatore su un volo Alitalia

Paura a bordo di un aereo che stava per decollare per Milano Linate: fiammata in un generatore. Il comandante ha spento l'incendio, i passeggeri ricollocati su un altro volo

Paura intorno alle 21 di ieri sera a bordo di un aereo Alitalia all'aeroporto di Fiumicino. Mentre era ancora parcheggiato in pista e i piloti stavano effettuando le procedure per il decollo verso lo scalo di Milano Linate, del fumo è fuoriuscito dalla coda del velivolo, allertando passeggeri ed equipaggio.

Una fiammata si era infatti sviluppata nell'Apu (una unità di potenza ausiliaria), un generatore di corrente che si trova in coda all’aereo e che si attiva quando i motori sono spenti per garantire energia elettrica continuativa. Sul posto sono accorsi immediatamente i vigili del fuoco, ma fortunatamente un loro intervento non è stato necessario. Inizialmente si temeva un principio di incendio, ma la fattispecie è stata smentita da Alitalia: "Non c’è stato nessun incendio a nessun motore", spiegano fonti della società, "Si è verificata una fiammata al generatore di corrente ausiliaria (Apu). Sono entrati in funzione i sistemi automatici di sicurezza dell’aeromobile e il problema si è quindi immediatamente risolto. Alitalia mette sempre al primo posto la sicurezza ed è stato, pertanto, comunque richiesto l’intervento dei vigili del fuoco che però non sono dovuti intervenire sull’aereo, visto che il problema era già rientrato".

Non ci sono stati feriti. Tutti i passeggeri sono stati comunque fatti sbarcare per precauzione e sono ripartiti per Linate con un altro volo.