Fondali puliti, a Genova il primo campionato di "SpazzApnea"

Il 30 giugno, nelle acque di Sturla, a Genova, è in programma il primo campionato nazionale di SpazzApnea. Si tratta di una competizione ecologica dove gli atleti raccolgono rifiuti dai fondali marini. Il tutto trattenendo il respiro

Lo sport al servizio dell'ambiente. È questo il senso di SpazzApnea, la prima gara nazionale di raccolta differenziata subacquea e sul litorale, in programma nelle acque di Sturla, a Genova, sabato 30 giugno. L'iniziativa, organizzata da una scuola di formazione per le attività in apnea e da una società di subacquea e patrocinata dal Comune del capoluogo ligure e dalla Regione, serve a sensibilizzare il pubblico sull'importanza di una corretta separazione dei rifiuti, oltre che sulla necessità di mantenere puliti i fondali marini.

SpazzApnea (questa la pagina Facebook) è una gara di pesca il cui bottino sarà costituito dai rifiuti che le squadre riusciranno a trovare sul fondale marino e sulle spiagge. Il campo di gara si estenderà dalla spiaggia di Boccadasse a quella di Priaruggia, compreso lo specchio acqueo antistante. Ogni squadra sarà composta da tre persone: due apneisti per assistersi durante le fasi del recupero e una terza che pulirà il litorale. Per prelevare dal fondo i rifiuti ingombranti sarà presente anche una squadra di sommozzatori. Nel pomeriggio, dopo il buffet con offerte enogastronomiche liguri, il momento dei conteggi e delle premiazioni.

"Siamo felici di ospitare il primo campionato italiano di apnea di raccolta della 'rumenta' – ha detto il consigliere comunale con delega allo Sport Stefano Anzalone - Abbiamo fortemente voluto questa lodevole iniziativa. Mantenere pulito il nostro mare e le nostre spiagge, infatti, deve far parte del nostro più profondo senso civico".

"È un modo per sensibilizzare i cittadini sul tema dell'inquinamento del mare", ha spiegato l'assessore comunale all'Ambiente Matteo Campora, mentre l'assessore regionale allo Sport Ilaria Cavo ha aggiunto che "lo sport significa tutela dell'ambiente, ovvero diventa uno sforzo importante al servizio del nostro mare. Un plauso agli ideatori di SpazzApnea e a coloro che metteranno alla prova se stessi, dando però un grande segnale per tutti".