Forchette e pentole: musica in cucina

Pentole, forchette, cacciaviti e taniche di benzina vuote sono solo alcuni degli oggetti che, in occasione del Fuorisalone 2016, animano l’atrio della Stazione Centrale di Milano

Pentole, forchette, cacciaviti e taniche di benzina vuote sono solo alcuni degli oggetti che, in occasione del Fuorisalone 2016, animano l’atrio della Stazione Centrale di Milano. Questi utensili sono, infatti, protagonisti di performance artistiche e installazioni che coinvolgono direttamente passanti, turisti e visitatori. Ma in che modo oggetti così comuni possono divenire fonti d’arte? Trasformandosi in strumenti musicali. Infatti, un gruppo di artisti, guidati dal maestro Edoardo Giachino, si dilettano in vere e proprie performance musicali con la collaborazione dei divertitissimi e imbarazzatissimi spettatori. Lo spazio espositivo allestito alla Stazione Centrale, per la prima volta protagonista del Fuorisalone, ospita l’installazione “OGGETTO INUTILE-Dedica a Munari” e lo stage di sperimentazioni musicali “INUTILITÀ SONORE”. L’allestimento è stato curato da un gruppo misto di architetti, designer, artisti digitali, vj e musicisti ispirati dai paradigmi del grande designer e artista milanese Bruno Munari. Nove video appositamente realizzati da visual artist rappresentano l’”oggetto inutile”, inteso come svuotato del suo valore materiale, senza alcuna funzionalità partica ed estetica, se non quella di stimolare il ricordo.