Allarme in tutta Europa per le uova "all'insetticida"

È allarme in tutta Europa per le uova al Fipronil, un'insetticida vietato: 15 i Paesi coinvolti. Ma il Ministero della Salute rassicura: "Non in commercio da noi"

È ancora alto il pericolo di uova contaminate in tutta Europa. Dopo i sequestri effettuati a Roma e Parma, l'ultimo allarme lo lancia in ministro dell'agricoltura della Francia.

"Un lotto di 48.000 unità, il 0NL43651-01, può essere stato acquistato dai consumatori", ha annunciato Stephane Travert ai microfoni di radio RMC, tranquillizzando però la popolazione che non rappresenta un pericolo per la vita. Si tratta del primo lotto di uova contaminate dall'insetticida Fipronil venduto direttamente nei supermercati francesi. Anche l'Italia è tra i paesi coinvolti nel caso. Lo riferisce un portavoce della Commissione Ue secondo cui i paesi dell'Unione toccati dalla vicenda sono 15.

Il Ministero rasssicura

"Dai riscontri incrociati effettuati dal Ministero della Salute, tra le liste di aziende coinvolte e di quelle che hanno spedito prodotti in Italia negli ultimi tre mesi, al momento risulta solo che un'azienda di tale francese ha acquistato uova da uno degli allevamenti olandesi interessati e le ha trasformate in ovoprodotti che ha poi venduto anche presso un'azienda italiana", rassicura però il Ministero della Salute, "Le autorità sanitarie locali hanno provveduto a porre sotto sequestro la partita, e quindi il prodotto non è stato posto in commercio".

L'allarme delle autorità danesi

Dichiarazioni simili erano giunte, poche ore prime, anche dalle autorità sanitarie danesi: "I prodotti contaminati con l'insetticida che sono entrate nel Paese non rappresentano alcun rischio per la salute. In ogni caso, le venti tonnellate contaminate saranno ritirate dal mercato, perché l'insetticida fipronil è vietato nelle industrie alimentari dell'Unione europea".

Commenti

cgf

Ven, 11/08/2017 - 13:15

ok, va bene, ma se l'insetticida fipronil è vietato nelle industrie alimentari dell'Unione europea, sorge la domanda, da dove arrivano allora le uova? noooo non mi dire.

antonmessina

Ven, 11/08/2017 - 14:19

fate prima a dire cosa è rimasto di sano

gcf48

Ven, 11/08/2017 - 14:22

meglio l'autarchia

moichiodi

Ven, 11/08/2017 - 14:26

Perché creare allarme se "il prodotto non è stato messo in commercio"?

cgf

Ven, 11/08/2017 - 14:27

ripeto la domanda, non pubblicata, da dove arrivano quelle uova? Cina? Germania?

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 11/08/2017 - 14:33

Naturalmente non è dato sapere da dove arrivano queste uova. Sarà un caso? Dopo i pomodori algerini al DDT ora le uova di provenienza sconosciuta. Quando analisi accurate sull'olio tunisino? Non sarà mica che le uova parlino arabo????????? Che Europa di mxxxa! Molice Linyi Shandong China

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 11/08/2017 - 14:34

State sereni, se poi la cosa va male,avrete fatto contento boeri!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 11/08/2017 - 14:35

Siamo in mano a delinquenti. E ormai le autorità di controllo sono corrotte (vedi il caso Glifosato di Monsanto). Ma non osate dirlo. Vi diranno che siete sporchi populisti, complottisti, oscurantisti, antiscientifici ecc. ecc...

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 11/08/2017 - 15:10

Bene ma l'articolo manca del concetto base....chi è l'azienda che commercializza ??? Chi è la ditta che li produce ??? Vorrei sapere...visto che sono un Europeo e ho diritto di sapere il come e il perché oppure devo credere che si è trattato di un puro caso che è stato scoperto ???

cir

Ven, 11/08/2017 - 15:13

cgf , vedere MONSANTO , e vedere chi sono i padroni .

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 11/08/2017 - 15:20

@cgf....Dalla Korea del nord! Sono l'arma di distruzione di massa di Kim.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 11/08/2017 - 15:23

Uova al fipronil che spaventano gli italiani? Mah....Credo che di questi tempi ci sia ben altro a spaventare che due uova. Basta non comprarle.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 11/08/2017 - 16:12

@semperfideis:In italia,l'"immagine" di un delinquente(perchè di delinquenti si tratta),è più tutelata della salute dei consumatori!!Al "delinquente",va concessa la possibilità di "redimersi"......Poi,come la mettiamo con i "sindacati"?(sempre printi a fare scioperi,con stiscioni e fischietti,gli "arcobaleno",i "girotondini"?),..come la mettiamo con la "difesa del posto di lavoro,di questi "lavoratori",se l'azienda(delinquente),dovesse chiudere???....Si fa prima a chiudere un occhio,avvelenare i consumatori!!!!!!

greg

Ven, 11/08/2017 - 16:28

Se il ministero italiano rassicura che in Italia non esiste alcun pericolo.......io smetto di mangiare uova

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Ven, 11/08/2017 - 16:33

Non buttatele via! In testa a certi PDioti starebbero bene a guisa di frittata.

Raoul Pontalti

Ven, 11/08/2017 - 16:35

Non avevo dubbi che sarebbe arrivato a commentare il mona che sospetta importazioni extracomunitarie di uova (perché gli extracomunitari hanno tutte le malattie da noi scomparse e usano prodotti tossici in agricoltura, zootecnia e produzioni alimentari) e in compagnia di quello che odia le multinazionali a prescindere. In realtà è accaduto che una ditta olandese ha messo in circolazione un prodotto per sanificare gli ambienti delle ovaiole il cui nucleo, il Dega16, era stato acquistato in da un fornitore belga che vi aveva infilato il Fipronil, insetticida ammesso per animali da compagnia (cani, canarini, etc.) ma non per gli animali zootecnici al fine non trovare poi i residui in carne, latte, uova. Dai controlli veterinari è emersa la contaminazione delle uova dapprima in Olanda con conseguente allarme dovuto dunque a uova europee per casini di imprenditori europei.

Sonia51

Ven, 11/08/2017 - 16:43

... e poi a Bruxelles si preoccupano della curvatura di banane e cetrioli. No comment.

Raoul Pontalti

Ven, 11/08/2017 - 16:58

Poi c'è anche il mona che dice di non sapere da dove vengano le uova: vengono soprattutto dall'Olanda dove principalmente è stato usato il Dega-16 (un sanificante naturale a base di eucaliptolo e mentolo autorizzato per gli animali zootecnici, ossia produttori di latte, carne, uova) per l'occasione addizionato con Fipronil (un insetticida ammesso per gli animali da compagnia e normalmente usato anche per eliminare blatte e formichine da ambienti domestici, prodotto dal colosso tedesco Basf, io stesso lo uso per pappagallo e cani) da un cialtrone di imprenditore belga. E probabile che la ditta produttrice del Dega16 al Fipronil abbi rifornito diversi allevamenti avicoli anche in Germania, Belgio, Francia e forse persino in Italia.

Pitocco

Ven, 11/08/2017 - 17:02

Tempo fa, l'anno scorso a giugno per la precisione, arrivarono diverse tonnellate di grano tenero dai paesi dell'est (Polonia, Ucraina) in condizioni che nemmeno i maiali l'avrebbero mangiato poiché ricco di muffe, vermi, topi e quant'altro si possa immaginare. Fu venduto tutto a dei grossi, molto grossi, allevatori come mangime per il pollame. La domanda sorge spontanea: e i controlli? In questo caso delle uova è evidente che qualcuno non ha avuto la giusta "fettina" che gli spetta ed ecco quindi venir a galla la notizia. Pensate gente a quando andate ad acquistare polli e uova. Alcuni produttori di pollame riescono in 36 giorni a produrre il pollo che si trova al supermercato, quando normalmente ce ne vorrebbero almeno 90/100 giorni. Cosa pensate che venga dato a questi polli che mangiamo?

leo_polemico

Ven, 11/08/2017 - 18:04

Mi sembra, pensando male, facendo peccato, ma indovinando, come diceva Andreotti, che queste "triangolazioni" del cibo e degli alimentari siano studiate e fatte per impedire la loro traccabilità e, alla fine, eludere i controlli, di qualsiasi tipo essi siano.

dinonicola14

Ven, 11/08/2017 - 18:12

Un vero modo, sicuro ed economico al contempo, per combattere la contraffazione e l'adulterazione dei prodotti alimentari è la serializzazione dei prodotti. Servizi come my-validactor offrono tutto ciò a prezzi vicini allo zero se non addirittura gratuitamente. Se solo lo si volesse davvero le contraffazioni e le adulterazioni sarebbero facilmente contrastate con armi appropriate, disponibili, economicissime e italiane.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 11/08/2017 - 23:39

importante non ce ne siano in Germania.Io mi spaventerei del PD se fossi in Italia

bremen600

Sab, 12/08/2017 - 00:58

ARRIVANO DALLA GERMANIA.....TUTTO OK.....!!!!!!!!

paolonardi

Sab, 12/08/2017 - 07:26

Piatto ricco mi ci ficco. I catastrofisti sono all'attacco e, come al solito, si dimostrenno in errore. Una semplice considerazione: su le uova sono contaminate da un veleno che moria di galline ci deve essere stata negli ultimi giorni in Danimarca ma di questo non c'e' notizia.