Volontaria abusata da un frate francescano: orrore in missione

I fatti contestati risalgono a 10 anni fa, quando la vittima si era unita ad una missione in Guatemala: trovatasi da sola con il religioso, la ragazza era stata molestata ed abusata sessualmente in più occasioni. Minacciata dal francescano, ha deciso comunque di sporgere denuncia una volta tornata in Italia

È stato condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione il frate accusato di avere commesso abusi sessuali sulla volontaria di una missione in Guatemala nell'ormai lontano maggio 2009. A finire dietro le sbarre, come disposto ieri dai giudici del tribunale di Perugia, il 75enne padre Damian Muratori, appartenente all'ordine dei francescani minori.

Una storia a dir poco incresciosa, riferita dalla giovane vittima una volta ritornata in Italia. Durante la missione, infatti, il religioso avrebbe abusato sessualmente in più occasioni di lei .

La ragazza, assistita dall'avvocato Maria Laura Antonini e costituitasi parte civile, ha raccontato che tutto aveva avuto inizio durante un'escursione. Il primo approccio era avvenuto mentre lei ed il frate si trovano seduti sui sedili posteriori dell'auto nella quale stavano viaggiando. Sconvolta dal comportamento di padre Damian, e ancora incredula, alcune ore dopo la vittima era stata nuovamente molestata dal frate, proprio nel suo ufficio. Dopo aver tentato di baciarla, il francescano le aveva messo le mani sotto la camicia, slacciandole il reggiseno. Terrorizzata, la giovane era riuscita a divincolarsi ed a scappare, ma quella sera stessa si era trovata ancora una volta ad avere a che fare con il religioso. Durante una festa organizzata dalla missione, era stata infatti costretta a sedere vicino al frate, che le aveva riservato il posto, e nel corso della cena aveva dovuto subire in silenzio numerosi abusi. Parlandole in italiano – tutte le altre persone conoscevano solo lo spagnolo – il frate le si era dichiarato, chiedendole poi di aprire le gambe. L'aveva quindi palpeggiata con la forza, imponendole poi di fare altrettanto con lui.

Un autentico incubo, che aveva portato la vittima a rivolgersi al sacerdote referente della missione. Tutto inutile dato che questi, come riferito dal “Corriere dell'Umbria”, aveva solo cercato di insabbiare la vicenda. Dopo aver promesso di parlare con padre Damian, chiedendole il massimo riserbo, le aveva poi detto di non pensare più alla faccenda e di passare oltre.

Tornata a casa, dunque, la giovane aveva deciso di sporgere denuncia presso i carabinieri e raccontare quanto subito, nonostante le continue minacce del suo aguzzino, che voleva indurla al silenzio.

Da qui il processo, conclusosi con la condanna del francescano, che dovrà inoltre pagare 25 mila euro di provvisionale. Dal canto suo, padre Damian ha sempre professato la propria innocenza. Messo in dubbio soprattutto il racconto delle molestie avvenute durante la festa della missione: la difesa si è infatti domandata come fosse possibile che gli altri commensali non si fossero accorti di quanto stava accadendo. Luca Gentili, avvocato del frate, ha annunciato la propria intenzione di ricorrere in appello.

Commenti

dagoleo

Mer, 06/11/2019 - 16:20

queste violentate passive e silenziose. c'è da crederle per davvero? mah.

Fjr

Mer, 06/11/2019 - 16:22

Ma fateli sposare e dategli una famiglia e un lavoro con annessi problemi della vita di ogni giorno,poi vediamo se ancora hanno il tempo di fare...lassamo perde che è meglio

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 06/11/2019 - 17:13

Il grande capo ha qualcosa da dire in merito? Oppure silenzio assoluto? Probabile.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 06/11/2019 - 17:23

cosa diceva quella famosa canzone gogliardica...per avere l'assoluzione...XD

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 06/11/2019 - 17:25

Fjr non e' piu' facile che lascino PERDERE? per onesta' intellettuale e religiosa? e si facciano una famiglia? ma hanno o non hanno la vocazione? non e' attacca stacca.. per gli affaracci propri, con mogli, figli e sicuro poi amanti questi penserebbero alle anime altrui? lasciamo perdere, anzi lascino perdere se hanno queste pulsioni

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 06/11/2019 - 18:28

@rapax: Mah... un mio carissimo che ormai da lungo tempo ha finito la sua vita terrena mi diceva: Paolo, non ho mai conosciuto un prete con le pezze al cxxo e senza morosa. Buona serata.

19gig50

Mer, 06/11/2019 - 18:32

Se tu vuoi l'assoluzione, prendi in mano sto cordone.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 06/11/2019 - 18:33

@bandog, diceva se vuoi la soluzione, prendi in mano questo cordone. pamparallero pamparallà. Non son cieca ne son orba questo è cxxxx non è corda.

ginobernard

Mer, 06/11/2019 - 18:34

sesso e religione ... che miscela esplosiva ... mi viene sempre in mente la monaca di monza ... interno di un convento ... la donna ... che mistero anche per freud ... dicono che cercando di comprenderne a fondo la psicologia abbia gettato la spugna. Il grande Sigmund che si arrende anche lui alla potenza sconfinata ed inspiegabile della patata ...

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 06/11/2019 - 18:46

e nonostante tutti gli scandali di ogni genere che il vaticano e la chiesa tutta ci gratificano ogni giorno, il pampero si sente in diritto di venire a farci i predicozzi !

Ritratto di ..risorsediTaGlia..

..risorsediTaGlia..

Mer, 06/11/2019 - 19:07

abusata? ...ma se era volontaria :)

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Mer, 06/11/2019 - 19:47

@bandog: infatti nella camerata della caserma i miei carristi intonavano l'inno liturgico "Con 'sta pioggia e con 'sto vento"...

rossini

Mer, 06/11/2019 - 19:52

Fermo restando che io frati e preti non li posso vedere, l'articolo non dice una cosa essenziale. I fatti si sono svolti 10 anni fa. Sono stati denunciati immediatamente e il processo è durato 10 anni? In questo caso la giustizia italiana fa schifo. Oppure sono stati denunziati solo da poco? E, se così fosse, io di queste donne che denunciano stupri o molestie a scoppio ritardato non mi fido per niente.

lappola

Mer, 06/11/2019 - 21:07

Con l'attuale politica della chiesa, che spalanca le porte ai musulmani, non ci si può meravigliare. Di qui a poco i preti diventeranno imam, avranno anche due o tre mogli, figli, potranno ripudiare e bastonare. E' effetto della globalizzazione che non trova freno soprattutto nel vaticano che spinge per aprire le porte all'accoglienza. Si comincia da lì.

Una-mattina-mi-...

Mer, 06/11/2019 - 22:38

MAH, SONO DUEMILA ANNI CHE FANNO COSI': IL VERO MIRACOLO E' CHE LA SETTA VATICANA ESISTA ANCORA

Dordolio

Mer, 06/11/2019 - 23:10

Concordo del tutto con rossini. Non duro fatica a credere che fatti del genere siano frequentissimi e molti del tutto celati o insabbiati....ma dopo dieci anni via...