Fregene, furgone si schianta per vendetta contro una discoteca

Un furgone dedito alla vendita di panini si è schiantato contro il cancello di una discoteca di Fregene. Alla base del gesto ci sarebbe un rifiuto: il figlio del guidatore sarebbe stato respinto all'ingresso del locale notturno

Foto d'archivio

Un furgone si è schiantato contro l'ingresso di una discoteca di Fregene. L'episodio è accaduto sul lungomare di Levante nella tra 24 e il 25 giugno. Dalle prime ricostruzioni emerse, pare che il gesto non sia stato frutto di una distrazione alla guida. Il figlio del venditore ambulante, infatti, avrebbe provato a entrare nel locale notturno, ma l'ingresso gli sarebbe stato negato.

L'uomo alla guida del camion dedito alla vendita di panini, allora, si sarebbe "vendicato" per il presunto torto subito dal figlio, decidendo di dirigersi contro il cancello della discoteca "Blanco - La Vela". Due le persone rimaste ferite. Una, stando anche a quanto si legge su Dagospia, è stata ricoverata all'ospedale Grassi di Ostia. L'altra è stata medicata sul posto. Il cinquantenne, dopo essersi diretto contro uno dei cancelli della struttura, avrebbe fatto retromarcia e si sarebbe quindi divincolato. Il mezzo utilizzato sarebbe stato ritrovato in un posto non lontano dall'accaduto.

Gli accertamenti sono ancora in corso. Si parla persino dell'estrazione di un coltello. Ci si interroga, quindi, sulla presenza di ulteriori motivazioni alla base del comportamento: "I motivi di questa decisione non sono ancora chiari e la polizia indaga per capire cosa sia accaduto e se ci siano dei precedenti fra l' ambulante, il figlio, l' altro ragazzo e i responsabili del lido che possano far pensare a dissidi di qualche genere", si legge su il Corriere della Sera.

Tutto, insomma, avrebbe potuto far pensare alla dinamica di un attentato "kamikaze". Niente di tutto ciò. La polizia è intervenuta con prontezza per fermare il responsabile. Mentre il commissariato di Fiumicino continua a indagare, si apprende che l'uomo protagonista dell'episodio rischia un'accusa per lesioni se non - si legge sempre su Il Corriere - per tentato omicidio.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 26/06/2018 - 16:35

Sequestro del mezzo, risarcimento, multa e un bel controllo fiscale.

oracolodidelfo

Mar, 26/06/2018 - 19:04

dalla prima pagina: che mezzo di trasporto è il furogne?.........

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 26/06/2018 - 20:40

I figli sono "pezz 'e core" ma alle volte ti riducono a pezzi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 26/06/2018 - 20:44

I figli sono "piezz e core" ma alle volte ti riducono a pezzi. In questo caso ha sfasciato una attività che pure l'Agenzia delle Entrate rimpiangerà.