Frenata automatica d'emergenza sulle auto: ecco cosa cambia

Avere i riflessi pronti per frenare su un'auto, soprattutto dopo una distrazione, non è da tutti. Guardare il cellulare mentre si è alla guida o accorgersi all'ultimo istante di un rosso al semaforo potrebbe provocare spiacevoli incidenti. Adesso c'è una novità

Avere i riflessi pronti per frenare su un'auto, soprattutto dopo una distrazione, non è da tutti. Guardare il cellulare mentre si è alla guida o accorgersi all'ultimo istante di un rosso al semaforo potrebbe provocare spiacevoli incidenti. Adesso le case automoblistiche stanno studiando una soluzione che può cambiare il nostro modo di guidare. Come racconta omniauto.it, presto arriverà la frenata automatica di emergenza. Di recente negli USA è stato firmato un accordo strategico per popolarizzarla dal 2022. Ad esempio, sempre come riporta omniauto.it, sulla Volvo XC90 il sistema è di serie ed è di quelli che avvertono già all'approssimarsi del pericolo, per poi intervenire se lo ritiene opportuno. E' in grado di evitare le collisioni fino a 45 km/h e, in caso di veicolo in movimento, se la velocità relativa tra i due non supera i 50 km/h. Sui Suv Toyota invece la frenata automatica per il momento resta un optional.

Per quanto riguarda le altre case, ade esempio Ssa la Peugeot 308 che la Renault Megane rendono disponibile un sistema di frenata automatica di emergenza con un pacchetto da 650 euro. Nè Alfa Romeo e tantomeno Maserati montano questo sistema di sicurezza su nessuna auto. In Fiat, invece, è disponibile sulla Panda e sulla famiglia 500. Infine la Mercedes c'è l'Intelligent Drive.