Freni e gomme: non solo Volswagen ecco come truccano le auto

Un’indagine di Sprintmonitor condotta su 85.000 auto circolanti in Germania dal 2001 al 2013 mostra come la Volkswagen abbia aggirato i controlli

Un’indagine di Sprintmonitor condotta su 85.000 auto circolanti in Germania dal 2001 al 2013 mostra come la Volkswagen abbia aggirato i controlli. Denunciato in un rapporto del 2014, il dato, come sottolinea ilGiorno, è passato come acqua fresca su Bruxelles e sui ministeri dei trasporti europei. I trucchi non dichiaratamente vietati e regolarmente applicati erano almeno nove. Il primo era alleggerire il più possibile la vettura, il secondo era agire sula tecnica di guida , il terzo era testare a temperature innaturalmente alte, il quarto alzare la pressione delle gomme. Poi c'è l’uso di lubrificanti speciali, il distacco dell’alternatore, la sigillatura con nastri adesivo di parabrezza e finestrini per ridurre l’attrito; l’adozione di dischi freni ad alte prestazioni per ridurre l’attrito in decelerazione; l’utilizzo del margine di flessibilità del test (4%) per migliorare i risultati.

Solo questi trucchetti consentivano di migliorare i test di un 20-35%. Ma a qualcuno non bastava. Il ciclo è diviso in due parti, urbana e extraurbana. Tutto è pianificato. In quello urbana l’auto sta ferma 11 secondi poi accelera a 15 km/h in 4 secondi, procede per 8 secondi, frena fino a fermarsi in 5, resta con il motore acceso per 21 secondi poi in 12 secondi sale a 39 km/h, va a quella velocità per 24 secondi, frena in 11 secondi fino a uno stop, si ferma per 21 secondi, poi accelera in 26 secondi fino a 50 km/h, prosegue così per 12 secondi, poi frena a 35 km/h in 8 secondi va a quella velocità per altri 12, si ferma in 12 secondi, resta con il motore acceso per 12 secondi. Totale 195 secondi, ripetuti 4 volte per totali 3.976 metri percorsi in 13 minuti. Il ciclo extraurbano, altrettanto standardizzato, dura 6 minuti e 40 secondi per 6.956 metri percorsi. Tutto è prevedibile: basta tarare la centralina per minimizzare emissioni e consumi ogni volta che si presenta quella combinazione di stop and go e di velocità, e il gioco è fatto. Ecco dunque come la volkswagen ha ingannato i consumatori.

Commenti
Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Dom, 27/09/2015 - 12:43

Ma i danni più gravi con il giochetto sulle rinnovabili, che hanno messo l'Italia in ginocchio facendoci svendere o spontaneamente migrare le nostre aziende di produzione, grazie a governi neorepubblichini proni e succubi del IV Reich e di una opinione pubblica ideologizzata e disposta a bersele tutte purché pitturate di verde.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 27/09/2015 - 13:04

"Denunciato in un rapporto del 2014, il dato è passato come acqua fresca su Bruxelles e sui ministeri dei trasporti europei". Avete dimenticato chi comanda in Europa?

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Dom, 27/09/2015 - 14:32

Se è per questo, anche la nostra Quattroruote da tempo segnala l'assurdità dei test e la facilità delle Case produttrici nel preparare le auto per ottenere risultati strabilianti. Non dimentichiamo che alcuni paesi hanno incentivi e disincentivi calibrati sulle emissioni e sui consumi, immaginate quali interessi economici ci siano dietro a risultati da urlo.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 28/09/2015 - 01:22

Manco fosse una attempata peripatetica che si trucca con dovizia per "ammaliare" il suo occasionale "principe azzurro" si riuscirebbe a taroccare le più sofisticate elaborazioni meccaniche di una vettura.