Frontalieri italiani discriminati: sale la tensione con la Svizzera

Convocato l'ambasciatore svizzero alla Farnesina: "Misure palesamente discriminatore nei confronti degli italiani"

Sale la tensione al confine tra l'Italia e la Svizzera. Il segretario generale della Farnesina, Michele Valensise, ha convocato l'ambasciatore svizzero Giancarlo Kessler per esprimergli "viva preoccupazione" per le misure introdotte dalle autorità cantonali ticinesi che sfavoriscono pesantemente i lavoratori frontalieri italiani.

Violazione della libera circolazione delle persone e peggioramento dell’imposizione fiscale sono i due punti caldi che hanno raffreddato i rapporti tra Italia e Svizzera. Gli italiani che quotidianamente varcano il confine per lavorare nella Confederazione sono 60mila nella sola Lombardia. Come ricorda la Farnesina, le misure adottate dalla Svizzera violano l'accordo europeo sulla libera circolazione delle persone del 1999. "Sono misure palesemente discriminatorie nei confronti di cittadini italiani e in contraddizione con l’eccellente stato delle relazioni bilaterali", tuona il segretario generale che ha chiede alle autorità di Berna di impegnarsi per "porre termine a una situazione che suscita profonda insoddisfazione in Italia". Da parte sua, Kessler avrebbe confermato che le autorità federali svizzere considerano tali misure incompatibili con gli obblighi derivanti dall'accordo e avrebbe assicurato che informerà tempestivamente le autorità sul crescente rilievo della questione per l'Italia e sulle aspettative di una sua rapida soluzione.

Già nel febbraio 2014, all’indomani dell’approvazione del referendum che ha introdotto un tetto all’immigrazione, il clima tra i due paesi è cambiato. Ma è dall’aprile scorso che i rapporti sono divenuti ancora più tesi quando, alla vigilia delle elezioni cantonali, il Ticino ha previsto l’obbligo di presentazione del certificato penale generale del casellario giudiziale e quello dei carichi pendenti per tutti gli italiani che richiedano il rilascio del permesso, o il suo rinnovo, per lavorare in Ticino. Norma che, secondo i sindacati italiani, viola apertamente tutti i Trattati in materia di libera circolazione delle persone e contraddicono gli accordi bilaterali italo-svizzeri. In più, i frontalieri sono preoccupati dalle novità introdotte dagli accordi tra Roma e Berna in materia di doppia imposizione fiscale. Il nuovo sistema, che partirà dal 2018 ed entrerà a regime completo nell’arco di dieci anni, secondo i sindacati dei frontalieri rischia di aumentare la pressione fiscale sugli italiani che lavorano in Svizzera.

Attualmente l’imposizione sui frontalieri è prelevata direttamente nel Cantone ad aliquote inferiori a quelle italiane; lo stesso Cantone, successivamente, ne trattiene il 61,2%, riversando in Italia il 38,8% mancante. Nel 2018 partirà la prima modifica, con il pagamento del 70% delle tasse in Ticino, primo anello di una catena che porterà gradualmente i frontalieri a pagare il 100% delle loro tasse in Italia. Questo genererà un maggior introito per le casse dello Stato italiano, ma - denunciano i sindacati - anche una netta decurtazione dei redditi per i frontalieri e una riduzione dei fondi a favore dei comuni di frontiera. La situazione aveva portato nei giorni scorsi il governatore della Lombardia Roberto Maroni a una polemica presa di posizione: "Se la Svizzera continua con questa ostinazione - ha detto Maroni alla tv svizzera - io penso di dire ai 60mila lavoratori lombardi ’facciamo una prova, per un mese non andate in Svizzera, non andate a lavorare, vi pago io lo stipendiò, e vediamo cosa succede".

Commenti
Ritratto di frank.

frank.

Mar, 28/07/2015 - 17:53

c'è sempre qualcuno più a nord di te...

molto_deluso

Mar, 28/07/2015 - 17:57

Non ci rispetta proprio nessuno!!! Grazie Governi Monti, Letta , Renzi...grazie per averci resi gli zimbelli d' europa.

ullo

Mar, 28/07/2015 - 17:58

saranno contenti i leghisti.

frabelli1

Mar, 28/07/2015 - 18:03

Di cosa stiamo parlando? Io una volta al mese passo la frontiera per andare a trovare mia cugina che abita a Morbio. Beh, passando la dogana, sia da Chiasso che da Brogeda, non ho mai incocontrato particolari problemi, sinceramente non ho visto semplicemente doganieri. Poi, detto questo, la Svizzera non fa parte dell'Europa e neppure dell'accordo di Shengen, infatti quando rientrando da un aeroporto dall'estero, devono passare dove c'è la scritta extraeuropei.

unosolo

Mar, 28/07/2015 - 18:04

era da aspettarselo che la migrazione portava a questa situazione , troppi scappano e le colpe saranno date ai frontalieri che li portano anche se non sarà cosi ma pensarle tutte è prevenzione quindi la ritorsione avrà questa conseguenza di far perdere lavoro ai nostri frontalieri .

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 28/07/2015 - 18:11

ma quante storie, se non ti sta bene cambia nazione. In fondo loro fanno quello che gli pare comodo. Mica è come in Italia che se una Regione pretende certe misure consone con il buon senso, non capisco perché il governo pretende il contrario.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 28/07/2015 - 18:11

Questo è uno stato che tutela i propri cittadini,mentre l'attuale governo e le varie caste in italia cercano di avvantaggiare gli extracomunitari a danno dei nativi.

pedro10

Mar, 28/07/2015 - 18:13

Punto 1. I lavoratori Italiani frontalieri pagano meno imposte che i lavoratori Italiani che lavorano in Italia. Punto 2. La richiesta del casellario giudiziario per trovare lavoro in Svizzera è richiesto anche agli Svizzeri medesini mentre fino adesso non era richiesto ai frontalieri, ed arresti di personaggi vicino alla mafia sono centinaia. Punto 3. Il tetto all`immigrazione selvaggia, in Italia mi sa che ne sapete qualcosa, è stata votata il 14 febbraio 2014 ed entrerà in vigore nel 2017. In ogni caso chi c`è c`è e non verrâ espulso nessuno ma limitati gli immigrati per evitare squilibri di dumping salariale cosa in atto tuttora. Saluti dalla Svizzera

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/07/2015 - 18:22

Caro ULLO Per tua informazione la metà dei frontalieri è di origini MERIDIONALI!!!lol lol Saludos dal Nicaragua.

Non so

Mar, 28/07/2015 - 18:23

Frabelli, ti conviene leggere l'articolo così capisci di cosa stiamo parlando invece di sparare cxxxxxe!

pedro10

Mar, 28/07/2015 - 18:24

Aggiungo che nel 2017 i 67.000 Italiani frontalieri che attualmente lavorano in Ticino prenderanno molto di più di paga proprio perchè ci sarà un contingentamento dei lavoratori mentre adesso ci sono sempre più frontalieri disposti a accettare ed a sostituire i propri connazionali con paghe da fame che fanno guadagnare solo gli imprenditori (padroni) Svizzeri che se ne approfittano del dumping salariare in atto tra frontalieri.

Ritratto di felice_zoppo

felice_zoppo

Mar, 28/07/2015 - 18:32

@frabelli1 a dire la verità la Svizzera ha aderito a Schengen nel 2008

epc

Mar, 28/07/2015 - 18:33

Cioè, mi sembra di capire che l'unica differenza è che il Ticino richiede un documento in più agli Italiani per rinnovare il permesso di lavoro, che è comunque meno delle 894712 incombenze e documenti inutili che chiede lo Stato italiano per ogni cavolata. Per il resto, mi pare che sia l'Italia a voler intascare le tasse (più alte) su reddito prodotto in Svizzera..... In altre parole è l'Italia che cerca di lucrare sui frontalieri, non la Svizzera....

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mar, 28/07/2015 - 18:35

La Svizzera non fa parte, per sua grande fortuna, dell'Europa e quindi chi va a lavorare in Svizzera è perfettamente conscio che sarà trattato alla stregua di un extracomunitario. Se invece di criticare cominciassimo anche noi a chiedere il certificato penale a tutti quelli che entrano in Italia per lavorare tipo Romeni,Albanesi,Slavi,Ucraini,Cileni, Ecuadoregni, Argentini , Brasiliani ect risolveremmo almeno in parte il problema degli immigrati che provengono dall'Est Europeo e dal Sud America. Poi sistemati questi cominciamo a chiedere oltre a quello penale anche il certificato sanitario a quelli che arrivano dall'Africa e dal Medio Oriente così magari risolviamo una volta per tutte anche il problema clandestini.

ullo

Mar, 28/07/2015 - 18:43

@hernando 45, non importa di che 'origine' sono i frontalieri, e ti posso garantire che molti sono lombardi di nascita. La lega ha sempre espresso positivamente la 'chiusura delle frontiere' e tutte le restrizioni adottate in questi anni dalla svizzera. Ora vorrei sapere cosa dicono i leghisti, non a me, ma ai lavoratori che vedranno peggiorata la loro condizione, se sono onesti, dovranno stare dalla parte della svizzera, no?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/07/2015 - 18:58

ULLO non CIANCIARE il tuo postato era riferito ai Leghisti che secondo te sono ANTIMERIDIONALI suuu!!! Saludos dal Nicaragua.

magnum357

Mar, 28/07/2015 - 19:06

Pensi il pagliaccio renxie a bloccare l'importazione di finti profughi e poi potrà pensare anche ai frontalieri !!

Solist

Mar, 28/07/2015 - 19:06

c'è qualcuno che pur di non fare il terun dei ticinesi è scappato in nicaragua eheheheh ovvero è andato dove solo i mercenari osano a discapito dei poveri (paga media 200 dollari al mese)

Ritratto di Attila51

Attila51

Mar, 28/07/2015 - 19:13

Siamo pirla solo noi che lavoriamo in Italia ci tassano del 40%? lavorano in Svizzera e utiluzzano i servizi in Italya ergo cone noi paghino il fovuto e non al 25% i redfiti. vado ad abitare la. poi solo io devo presentare il casellatio e i carichi pendenti per andare a lavorare? giusto anche quedto.

PaK8.8

Mar, 28/07/2015 - 21:03

Frabelli, per precisare: si parla di tasse. E per quanto riguarda i controlli alla dogana, dubito che tu, per andare a trovare tua cugina una volta al mese, attraversi la frontiera durante i giorni feriali, tra le 7 e le 8 di mattina - quando c'è il traffico di frontalieri. Oh, senza nulla togliere al resto. Saluti

pedro10

Mar, 28/07/2015 - 21:10

Solo per info. Uno Svizzero che cerca lavoro in Svizzera va dal suo futuro datore di lavoro si presenta gli consegna il curriculum e via dicendo al datore di lavoro, questo prende i dati va in pretura e chiede info sulla situazione del candidato(carenza beni condanne e via dicendo) il frontaliero si presenta nome cognome curriculum e non c`e alcuna possibilità di sapere niente sulla sua fedina penale. Da due mesi a questa parte invece viene richiesto il casellario giudiziario e guarda un pò cosa dice Maroni, state discriminando gli Italiani, mentre a me invece si sta difendendo proprio gli ITALIANI onesti che stanno veramente lavorando magnificamente, salvo poi scoprire che alcuni di essi mettono in atto vere e proprie situazioni di CAPORALATO sui cantieri a danno dei suoi stessi concittadini.

Ritratto di vadis

vadis

Mar, 28/07/2015 - 21:50

La Svizzera ha domandato che coloro che chiedono un permesso di soggiorno possano dimostrare di non essere dei delinquenti con l'apporto di un penale generale del casellario giudiziale. Non vedo cosa cè di strano. Se l'Italia facesse la stessa cosa con tutti gli stranieri extra comunitari, si avrebbe un tasso di criminalità inferiore a quello attuale.

unz

Mar, 28/07/2015 - 21:59

Maroni non puó dire che paga lui lo stipendio. semmai che lo paga la regione ovvero i contribuenti. o la regione è roba sua cosi come la raccolta fiscale? la svizzera è un paese sovrano e si difende dalla crisi.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 28/07/2015 - 22:19

Invadiamo il canton Ticino e colonizziamolo con i clandestini.

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Mar, 28/07/2015 - 23:00

Discriminati sono piuttosto gli svizzeri e i residenti pagati come frontalieri (prendere o lasciare) a fronte di un costo della vita esoso a cominciare dagli affitti. Lo dice un'italiana residente.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/07/2015 - 23:50

C'è un PINOCCHIETTO qui nel FORUM che NON ha capito una beata MAZZA della vita. Piuttosto che stare in Italia a fare il TERUN che mantiene con le sue tasse le RISORSE, il sottoscritto con i suoi 2.500 Euriii di pensione,ha preferito andarsene dall'Italia nel 1999, in un paese dove con quei soldi fa una vita da Rè, permettendosi di andare al ristorante 3 volte la settimana e di avere una HUMMER. STA LI TI A FA EL PIUGIAT !!!!!lol lol Saludos dal Leghista Monzese NON SCAPPATO in Nicaragua.

alox

Mar, 28/07/2015 - 23:57

Perche' non convoca l'ambasciatore USA del trattamento dei connazionali? E' Saputo e risaputo che la Svizzera paga dale 2/3 volte quello che si prenderebbe in Italia ed anche Europa! C'e' solo da dire GRAZIE per il lavoro dato a 60 mila persone Italiane! Monti, Letta e quindi Renzi sono resposabili della tragica distruzione, emigrazione, suicidi e fallimenti del tessuto produttivo Italiano!

Paolo Berlinghieri

Mer, 29/07/2015 - 00:01

uh, che succede, italiani che si scoprono improvvisamente extracomunitari? Vi sentiti un po' discriminati vero? Pagliacci.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 29/07/2015 - 04:07

Fanno bene, cercano di difendere il loro territorio, al contrario dei nostri maledetti governanti.

franco-a-trier-D

Mer, 29/07/2015 - 06:10

TUTTI A CASA E NON UMILIATEVI A CHIEDERE UN PEZZO DI PANE ALLO STRANIERO

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 29/07/2015 - 06:31

Per comprendere la situazione, BISOGNA AVER VISSUTO ALL`ESTERO. Quando sono emigrato per la prima volta, in un paese europeo, ALL`ENTRATA DI MOLTE DISCOTECHE E IN MOLTI BAR, C`ERA LA SCRITTA: "Vietato per i Cani, per gli Spagnoli e gli Italiani" ! I dirigenti governativi ai tempi, lasciavano emigrare gli Italiani SENZA CULTURA, ANALFABETI E MOLTI DI LORO ERANO CORROTTI MAFIOSI!!! LE COSE SONO CAMBIATE TOTALMENTE, PERCHÈ ORA CI FANNO SOTTOMETTERE AI Rom, AI Sinti E AGLI Immigrati, PERCIÒ I CORROTTI MAFIOSI SONO RITORNATI IN PATRIA E SI SONO INSEDIATI AL GOVERNO ED ORA FANNO PAGARE TUTTE LE COLPE ALLA POPOLAZIONE ITALIANA!!!

Fransino

Mer, 29/07/2015 - 07:09

Ma perchè questo segretario generale non convoca il governo ITALIANO per gli interessi dei proprio cittadini invece di guardare la Svizzera?

Ritratto di MaxVetter

MaxVetter

Mer, 29/07/2015 - 07:33

L'iniziativa ticinese è un'ottima cosa e dovrebbe essere adottata anche qui in Italia. Oltretutto nessuno considera che molti frontalieri, lavoratori autonomi, vanno in Svizzera ed evadendo il fisco praticano prezzi stracciati mettendo in crisi le ditte svizzere che pagano le tasse e quindi sono costrette ad applicare prezzi molto più alti

umberto nordio

Mer, 29/07/2015 - 07:37

La Svizzera fa benissinmo a tutelare i propri interessi per difendersi dai potenziali(e non) delinquenti.Magari facessimo anche noi altrettanto, invece ci troviamo nella situazione devastante sotto gli occhi di tutti tranne degli imbecilli al governo.

gbc

Mer, 29/07/2015 - 08:24

Il governo italiano che protesta ufficialmente contro l'aumento della pressione fiscale in svizzera. Questa poi..........

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mer, 29/07/2015 - 08:30

Gli svizzeri fanno benissimo. Solo noi facciamo entrare tutti (soprattutto i delinquenti) senza nemmeno chiedere i documenti. Misure discriminatorie? rispetto a chi?. Siamo anche ridicoli.

SwissPulp

Mer, 29/07/2015 - 08:47

Cari amici italiani ONESTI.... secondo me siete difesi e tutelati da queste misure in quanto chi non ha nulla da nascondere, può tranquillamente presentare il documento richiesto (che per altro viene richiesto a tutti i cittadini svizzeri...) inoltre chiedetevi come mai ben 60'000 vostri concittadini lavorano in Ticino (Svizzera) sarà che forse guadagnano di più e soprattutto un lavoro lo trovano? Io sono davvero deluso dal vostro governo - non tutela i propri cittadini e soprattutto piagnucola contro gli altri come se fosse colpa loro di qualsiasi cosa. Da ultimo, un consiglio al sig. Maroni.... prima di dire che paghi tu i salari dei frontalieri per un mese, fai due calcoli e dimmi anche dove vai a prendere questi soldi, visto che stiamo parlando (quoto al ribasso) di ca. 240 milioni di euro......

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Mer, 29/07/2015 - 08:52

Ahahahah fra poco vedremo comparire cartelli con su scritto NON SI FITTANO CASE A CANI E A LUMBARD! è proprio vero, c'è sempre qualcuno più a nord di te!

Solist

Mer, 29/07/2015 - 10:52

Sta attento che non ti si scagli contro qualche ergumeno a farti il pelo per 2 dollari! Scusami per aver scritto scappato, intendevo evaso. Cmq detto questo nessuno ha chiesto e non ce ne può fregar de meno di quante volte vai al ristorante , anche noi qui ce lo possiamo permettere senza evadere !! volevo solo fartinotare che il tuo essere arrogante e strafottente verso quelli che sono rimasti in italy, data la tua età avanzata, non ti fa per niente onore ! questo il motivo dei miei attacchi ! impara a essere piu rispettoso di chi stenta

pedro10

Mer, 29/07/2015 - 11:21

Notizia di oggi una coppia di varese con diverse attività in Italia ma domiciliata in Svizzera ha evaso il fisco Italiano per 16 MILIONI di EURO. È non è mai stato così facile tenere il piede in due scarpe ed è anche per questo che la Svizzera vuole più controlli. Saluti