Furto in banca a Lamezia Terme, ma il ladro è il cassiere allo sportello

Nella sua posizione riusciva a falsificare i documenti e a versare somme di denaro su conti correnti a lui riconducibili

I clienti andavano a versare i propri risparmi, convinti di affidarli in mani sicure.

Quello che non avrebbero mai immaginato è che quelle erano le mani di un ladro, che a poco a poco li prelevava e li versava nel suo conto corrente.

Un impiegato di banca, con la mansione di cassiere, è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, per furto ai danni di alcuni clienti dell'istituto di credito in cui lavorava.

Secondo quanto emerso dalle indagini, il bancario, approfittando della sua mansione allo sportello, per oltre un anno - all'insaputa dei correntisti - ha effettuato abusivamente piccole operazioni di prelievo e di bonifico dai loro conti, trasferendo il denaro ottenuto, su conti intestati a se stesso o a suoi prestanome.

I finanzieri hanno immediatamente scagionato la banca, risultata estranea all'accaduto, precisando che nessuno dei correntisti è rimasto sostanzialmente danneggiato dai furti.

L'istituto, infatti, ha restituito subito ai legittimi titolari le somme che l'ormai ex dipendente aveva sottratto in modo indebito nel corso dei mesi scorsi.