G7, Trump arriva in ritardo: Gentiloni lo aspetta all'ingresso

Inizia oggi a Taormina il forum tra le sette nazioni più industrializzate: Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti

Donald Trump è arrivato in ritardo alla cerimonia di inaugurazione del G7 di Taormina. Paolo Gentiloni è stato quindi costretto ad aspettarlo all'ingresso.

Il presidente degli Stati Uniti non ha seguito alla lettera il protocollo stabilito arrivando al Teatro Greco di Taormina, comune siciliano che oggi e domani ospiterà il forum, con un leggero ritardo. La "maleducazione" di Trump non è molto probabilmente piaciuta al nostro presidente del consiglio che è stato obbligato ad attendere il leader americano alla porta d'ingresso. Così come agli altri leader mondiali pronti per la foto di famiglia.

Dopo dieci minuti, Trump si è presentato in abito blu, camicia bianca e cravatta rossa a righe bianche. Entrato frettolosamente nel Teatro Greco, il presidente statunitense ha stretto a lungo e per due volte la mano al presidente del Consiglio. Al termine dei saluti la foto con i capi delle sette nazioni presenti: Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti.

Commenti

Popi46

Ven, 26/05/2017 - 13:52

Ma Gentiloni chi si crede di essere?Un saudita? Un cinese? Una May? Provate a sturargli le orecchie

semelor

Ven, 26/05/2017 - 14:35

Che sarà mai, a volte succede qualche piccolo imprevisto durante il percorso, sempre a dargli contro per tutte le umane stupidaggini tipo giacca sbottonata, tende gialle studio ovale, le cravatte lunghe la mano di Melania ecc. lasciamolo lavorare, in fin dei conti è stato eletto dagli americani con le stesse leggi che hanno eletto Obama e gli altri. I giudici americani hanno preso lezione dai giudici italiani?