Gela, evade dai domiciliari e picchia professore del figlio: fermato

Un uomo evade dai domiciliare e va nella scuola del figlio per picchiare un insegnante reo di aver messo una nota al giovane. L’uomo è stato arrestato

Un incredibile e sconcertante episodio di violenza si è consumato ieri in una scuola di Gela. Un uomo di 37 anni è evaso dagli arresti domiciliari per recarsi presso l’istituto frequentato dal figlio solo per picchiare un professore "colpevole" di aver messo una nota al ragazzo perché disturbava nell’ora di lezione.

L'aggressione è avvenuta ieri in un istituto superiore della città nissena ma è stato reso pubblico solo oggi. La vicenda è partita da una protesta avanzata dallo studente che chiedeva l’annullamento di una nota ricevuta dall'insegnante per il suo comportamento.

Il professore, però, non si è lasciato intimorire dal ragazzo e, dopo averlo rimproverato e ricondotto al proprio posto, ha ripreso regolarmente le lezioni. Tutto sembrava essersi concluso lì.

Quello, invece, è stato solo il primo atto di una folle ed insensata storia di violenza. Dopo qualche ora, infatti, nella scuola si sono presentati il padre ed il nonno dello studente per parlare con il professore.

Mentre dava spiegazioni su quanto accaduto, l’insegnante è stato improvvisamente colpito dal genitore dell'allievo con un violento pugno all'occhio destro. Il responsabile dell’aggressione è stato successivamente fermato dalla polizia del locale commissariato. L’uomo, dopo gli accertamenti del caso è stato condotto nel carcere di Gela.