«Genagricola, le Generali che non ti aspetti»

Assicurazioni e agricoltura sono due ambiti all'apparenza lontani tra loro. In realtà non è sempre cosi, basti pensare infatti che le Generali, oltre a essere la prima compagnia assicurativa italiana, sono anche il principale imprenditore agroindustriale del Paese, grazie a Genagricola, holding agroalimentare di Generali Italia. Nata nel 1851, la società oggi conta 22 aziende agricole in Italia, e due in Romania, per un totale di 14.000 ettari coltivati che ne fanno la maggiore azienda agroalimentare italiana in termini di estensione.Le attività in cui Genagricola opera sono diversificate e spaziano dall'agricoltura di precisione, all'allevamento, dalla produzione di energia pulita, a quella di vini e spumanti. Il settore vitivinicolo riveste un ruolo sempre più centrale per Genagricola grazie al continuo ampliamento dei mercati e alla crescita qualitativa dei vini. «Il 2015 è stato per Genagricola un anno di cambiamento - dichiara l'ad Alessandro Marchionne durante il quale abbiamo intrapreso un importante progetto di rilancio strategico, volto al riposizionamento delle aziende agricole di proprietà, in un'ottica di maggiore internazionalizzazione, e a un rinnovamento della brand strategy in particolare per il polo vitivinicolo».In occasione di Expo Milano 2015, Generali Italia, Official insurance provider della manifestazione, ha lanciato la campagna di comunicazione «Genagricola. Le Generali che non ti aspetti» per presentare la holding agroalimentare al grande pubblico internazionale. La campagna si è sviluppata durante tutto il periodo dell'Esposizione universale, declinandosi in una varietà di eventi e iniziative che giocavano su elementi di sorpresa e momenti inaspettati reali e virtuali: dal film proiettato sui video all'interno dell'area Expo che presenta Genagricola in soli 60, alla caccia al tesoro interattiva per le vie di Milano, al flashmob che ha visto 22 giovani musicisti formare una vera orchestra tra i visitatori di Expo ed eseguire le 4 Stagioni di Vivaldi, alla pagina Facebook ufficiale «Genagricola. Le Generali che non ti aspetti» che in pochi mesi ha registrato oltre 57.000 follower.La campagna di comunicazione si è anche aggiudicata il prestigioso Premio Areté, promosso da Confindustria e Abi, nella categoria speciale dedicata a Expo. Il premio Areté per la comunicazione responsabile viene assegnato ai soggetti che si sono distinti per l'efficacia della comunicazione nel rispetto delle regole della responsabilità.