Genny 'a carogna indagato per la maglietta su Speziale

Nessuna misura cautelare invece per Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito da un colpo di arma da fuoco

Genny 'a carogna sabato sera all'Olimpico

Gennaro De Tommaso, conosciuto come Genny 'a carogna, è indagato anche per la violazione delle norme sugli "striscioni o cartelli incitanti alla violenza o recanti ingiurie o minacce". Quest’ultima contestazione si riferisce alla maglietta indossata dall’ultrà del Napoli sulla quale compariva la scritta "Speziale libero". Sulla presunta trattativa avvenuta in attesa dell’inizio della partita della finale di Coppa Italia Fiorentina-Napoli, disputatasi a Roma sabato scorso, la Procura ha aperto un fascicolo nel quale compaiono i nomi di Gennaro De Tommaso e del tifoso Massimiliano Mantice. Entrambi sono indagati per violazione della legge sullo scavalcamento e invasione di campo in occasione di manifestazioni sportive. A Mantice e De Tommaso il questore di Roma ha fatto notificare il Daspo rispettivamente per tre e cinque anni.

Nessuna misura cautelare invece per Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito da un colpo di arma da fuoco. "Il gip ha rigettato qualunque misura cautelare per Ciro, vince la giustizia, e vincerà anche Ciro la partita per la vita", ha dichiarato l’avvocato Angelo Pisani, legale del ragazzo. Tuttavia, per Ciro Esposito, Alfonso Esposito e Gennaro Fioretti, i tre napoletani indagati nell’ambito dell’indagine sugli incidenti avvenuti in occasione della Coppa Italia, è stato disposto l'obbligo di firma. La decisione è del gip Giacomo Ebner, il quale ha anche disposto per Daniele De Santis la detenzione in carcere. La procura della Repubblica aveva chiesto invece per i tre tifosi napoletani, compreso Ciro Esposito, che è in gravi condizioni in ospedale, gli arresti domiciliari: richiesta respinta dal gip.

Commenti
Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 08/05/2014 - 00:59

Chissà da quanto tempo sto carogna esibiva negli stadi quella vergognosa maglietta. Nessuno tra le forze dell'ordine o tra i dirigenti sportivi aveva preso iniziative contro una simile porcheria. SI SONO SVEGLIATI ORA CHE C'È UN RAGAZZO IN PERICOLO DI MORTE.

melamarzia

Gio, 08/05/2014 - 09:31

"striscioni o cartelli incitanti alla violenza o recanti ingiurie o minacce". 1) Una maglia non e' ne uno striscione, ne un cartello (se si vuole punire la sua "visibilita") 2) "Speziale libero" e' un giudizio su una sentenza (se e' vietato esprimerne il PDL e molti dei suoi simpatizzanti dovrebbero essere sanzionati) cosa ben diversa da "un incitamento ad uccidere altri Raciti". La verita' e' che si cerca di creare un facile "mostro" per nascondere le grosse responsabilita' di chi avrebbe dovuto tutelare l'ordine ed e' stato palesemente incapace di farlo.

rokko

Gio, 08/05/2014 - 10:09

Non ho capito cosa avrebbe fatto di così grave questo tizio, a parte indossare una maglietta con una scritta discutibile. Ricordo che perfino Alfano, a valle di una sentenza definitiva, nel 2012 o giù di lì, manifestava davanti al tribunale di Milano contestando una sentenza definitiva insieme ad altri eminenti esponenti del suo partito, l'allora PdL. E' forse un reato ? Merita il daspo per questo ? Diciamo la verità, serviva un capro espiatorio per i fatti successi a Roma e l'hanno trovato, così non devono sprecare fatica per perseguire i veri violenti.

pilandi

Gio, 08/05/2014 - 11:37

Alfano e santanchè indagati per aver manifestato davanti al tribunale in favore di un pregiudicato

pilandi

Gio, 08/05/2014 - 11:39

"Firma per Berlusconi"Una testimonianza di libertà e giustizia"... indagato anche sallusti?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 08/05/2014 - 14:13

esposito ma la carogna è del tuo paese?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 08/05/2014 - 14:14

esposito ma la carogna è del tuo paese?

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 08/05/2014 - 14:42

Poveretto...ha la Daspo...cosa volete di più...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 09/05/2014 - 23:42

Certi commentatori piuttosto sprovveduti come "melamarzia" "rokko" e "pilandi" fanno i finti tonti. Mettono sullo stesso piano L'ESALTAZIONE DI UN ASSASSINO CHE HA UCCISO UN UOMO con le più che normali e democratiche manifestazioni di critica. DOV'È FINITO IL SENSO DELLA MISURA?

rokko

Lun, 12/05/2014 - 09:42

Runasimi, lei invece fa il tonto vero. Sulla maglietta di questo tizio c'era scritto "Speziale libero", che per quanto possa essere discutibile alla fine è la contestazione di una sentenza giudiziaria, né più né meno che nell'altro caso. Mi sembra che il senso della misura da lei citato si perda nel momento stesso in cui in uno di questi due casi si commini un daspo a vita.