Genova, 12 mila ragazzi da tutta Italia per 200 posti da infermiere

Invasione pacifica nella città della Lanterna per un concorso che mette in palio 200 ruoli da infermiere. Ce la farà soltanto uno su 60

Un'invasione pacifica di 12 mila persone per trovare lavoro come infermiere. È quanto successo oggi a Genova, dove la zona della Fiera del Mare è stata occupata temporaneamente da più di 10 mila persone provenienti da tutta Italia per un concorso che mette in palio 200 posti da infermiere.

Dei 12 mila partecipanti, circa un terzo sarà subito scremato dopo la prima prova di preselezione, finalizzata a ridurre di numeri i candidati per arrivare a scegliere i migliori 200: 100 destinati alle strutture sanitarie genovesi e altri 100 nel resto della Liguria.

Data la fiumana di gente affluita a Genova, è normale che a intrecciarsi siano storie diversissime tra di loro per età e provenienza geografica. Tantissimi i ragazzi provenienti dal Sud in cerca di un posto fisso che assomiglia sempre di più a una chimera.

Prese d'assalto le strutture alberghiere della città, ma qualcuno ha segnalato la presenza di alcuni candidati su pullman o addirittura all'addiaccio su di una panchina. Dei 12 mila candidati, circa 500 i ragazzi provenienti dalla Campania, in particolare da Napoli e Caserta. Diversi i bus noleggiati per andare e tornare in giornata da Genova.

Intervistate da Repubblica, alcune ragazze casertane hanno raccontato la loro storia di "turiste concorsuali".

Il test consisteva in 45 domande di logica e cultura generale. Tempo massimo per rispondere, 45 minuti. L'ingresso era previsto alle 9 di stamattina.

Non è un caso che il concorso sia stato bandito in Liguria, che è la regione più anziana d'Italia: il 28 per cento dei suoi abitanti sono over 65. Per quanto riguarda gli infermieri, in Italia se ne contano circa 430 mila tra infermieri generici, pediatrici e assistenti sanitari. Il 60 per cento degli infermieri italiani appartengono alla fascia di età 36-55 anni.

Commenti

giovinap

Mar, 11/07/2017 - 14:54

il guaio(per gli 11.800) e che gia si sa chi sono i 200 raccomandati .