Genova, addetta alle pulizie sfigurata con l'acido all'ospedale Galliera

Una 46enne è stata aggredita nei locali dell'ospedale Galliera. Rischia di perdere un occhio

Aggredita all'interno dell'ospedale dove lavora. E dove è stata ricoverata. Una donna di 46 anni, addetta alle pulizie, è finita su un letto del Galliera di Genova, dopo che un uomo le ha lanciato in faccia un getto di acido muriatico, sfigurandola, negli spogliatoi del personale.

La signora è stato poi trasportata all'ospedale San Martino con una prognosi di trenta giorni. Rischia di perdere un occhio.

Secondo il racconto della vittima, che è grave ma non in pericolo di morte, l'aggressore aveva il volto coperto. La polizia sta indagando sull'accaduto. Al momento non si conosce il movente.

Commenti

Fracescodel

Lun, 12/08/2013 - 14:36

Servono pene pesantissime a questi tipi di reati/crimini. Di chiara premeditazione, di una spietatezza inacettabile, e' quasi da equipararsi ad un'omicidio volontario...e come tale, soprattutto visto il chiaro intento, deve vedere una punizione esemplare. Queste azioni non avvengono per fame, come rubare per mangiare, o per reazione a caldo di un'alterco....ma e' l'esempio di un atto di terrorismo da tranciare duramente! Non sono uno di quelli che vuole regole dure tout court, anzi, in certi casi sarebbe meglio piu' lassismo...sono piuttosto per una visione critica caso per caso...e questo caso non deve vedere nessuna pieta'!

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Lun, 12/08/2013 - 15:13

Tutte queste leggi e leggine femministe/misandriche che si stanno approvando in Italia esacerberanno solo i conflitti uomo/donna e daranno sempre più vita a gravi ed efferati episodi simili. Ma tanto si è capito da anni che l'obiettivo delle criminali femministe nostrane è esattamente quello di ottenere sempre nuovi vantaggi economici, sociali e legislativi incentivando, per poi strumentalizzare, episodi di cronaca simili.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 12/08/2013 - 15:14

tranquilli con la depenalizzazione dal carcere voluta dai comunisti e dalla Cancellieri saranno sempre di + questi casi, tanto in galera non ci vai e raramente la vittima muore. Viva l'Italia e gli Italiani intelligenti quando votano e attenti....... la prossima vittima potresti essere tu che stai leggendo !!!!!

bisesa dutt

Lun, 12/08/2013 - 15:14

cultura di destra=cultura islamica= prevaricazione, arroganza, ignoranza, fanatismo, possesso, paura dell'altro, è il machismo fascista-islamico

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Lun, 12/08/2013 - 15:19

@francescodel: sono più che d'accordo sul fatto che per questi gesti bestiali e criminali servano pene severe ed esemplari(sia per uomini che donne, dato che li commettono anche le donne). Aggiungo solo che servirebbero pene esemplari anche per chi sta fomentando da anni ed anni questo clima d'odio nei rapporti uomo/donna (e parlo delle femministe).

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 15:24

Questo utilizzo di acido per sfigurare le donne, è qualcosa d'importazione. Poveri noi.

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Lun, 12/08/2013 - 15:42

@nadia vouch: le solite menzogne femministe! Recentemente 3 casi di cronaca hanno visto come protagoniste donne sfigurare con l'acido l'ex ragazzo. E sono non ricordo male tutte e 3 erano donne-mandanti. Come al solito donne che hanno dimostrato di essere vigliacche oltre che criminali.

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 16:36

Per #Alberto86. Non sapevo se risponderle o no, perché credo che Lei sia molto convinto, probabilmente per motivi Suoi, della perversità femminile. Non sta a me convincerla del contrario. Però, è innegabile che, in taluni paesi, le donne vengano sistematicamente sfigurate. Poi, si può discutere della troppa facilità con la quale certe sostanze pericolose possono essere acquistate in qualunque supermercato. Ma questo è altro discorso. Mi dispiace che Lei abbia una visione così negativa delle donne in generale. Saluti.

giuliana

Lun, 12/08/2013 - 17:06

Arricchimento culturale di importazione: bottiglie rotte usate come armi improprie e uso dell'acido per sfigurare. Prima non facevano parte di nessuna tradizione italiana.

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Lun, 12/08/2013 - 17:09

@Nadia Vouch: ecco come al solito a lei non importa ciò che le ho detto e cioè che recentemente 3 DONNE IN ITALIA hanno buttato acido contro un ex. Lei, come oramai quasi tutte le femmine italiane plasmate dalla disinformazione televisiva, vede solo ciò che vuole vedere. La mia visione negativa delle donne deriva proprio da questo profondo opportunismo, parassitismo e da questa abissale stupidità che riscontro nelle donne italiane. Ma poi cosa c'entra il costume degli altri paesi quando si sta parlando di falsi dati femministi riguardanti il nostro paese propagandati quotidiana dalla nostra disinformazione televisiva????

mila

Lun, 12/08/2013 - 17:41

@ Alberto86 -E' un fatto che questo tipo di crimine si e' diffuso da noi sotto l'influenza di culture estere (orientali); prima magari si commettevano pure molti crimini, ma con altri metodi. E' pure un fatto che la maggior parte (non tutte) le vittime di questo tipo di crimini sono donne. Questo non vuol dire che tutti gli uomini siano criminali, ne' che quasi tutte le donne italiane odino gli uomini. E non e' neppure vero, per fortuna, che tutti gli uomini ritengano stupide la maggior parte delle donne come fa Lei, magari basandosi solo su alcune sue conoscenze femministe.

Ivano66

Lun, 12/08/2013 - 18:12

Alberto86: problemi con le donne, eh?

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 12/08/2013 - 18:44

Stiamo importando e imparando da nuove culture come vogliono la boldrazza e la kyenge. Ci stiamo arricchendo culturalmente. E per quanto riguarda la cultura di destra, lasciamo perdere le cazzate, questa e' la cultura che ci sta trasmettendo la feccia che arriva qui ed e' protetta dal compagname nostrano.

Fracescodel

Lun, 12/08/2013 - 18:52

Mila, d'accordo con lei. Questi tipi di crimini si sono diffusi insieme all'immigrazione. Io sono un proponente di fermare l'immigrazione non qualificata, e rimpatriare quanti piu' possibili, oltre che fare la presa di cittadinanza solo sottostando a regole strettissime tipo deposito di almeno una cifra importante in una banca italiana, o investimenti imponenti, o qualifiche geniali. Serve contrastare il "DIVERSO" in tutti i modi; non si tratta di razzismo ma del piu' intelligente e razionale ragionamento di condivisione di usanze e cultura = societa' coesa, pacifica e civile. Quelli che dicono altrimenti sono ignoranti (sul tema) o in malafede....ed includo la Kyenge in tutti e due i casi, cioe' ignorante sul tema ed in malafede in quanto non rappresenta le necessita' degli Italiani ma quelle degli immigrati...e quindi trovo la sua carica un tradimento dell'elettorato vero italiano, un segno di invasione ostile nelle nostre politiche, una continuita' di destabilizzazione voluta dalla sinistra che e' quindi CRIMINALE!!!