Genova cade a pezzi: la strada crolla due volte nel giro di 24 ore

Ieri una frana nel ponente di Genova (nella zona tra Voltri e Vesima) ha causato la chiusura dell'Aurelia in entrambi i sensi di marcia. Oggi un altro improvviso cedimento del manto stradale, in via Battisti, nel quartiere di Albaro

Il 2018 è un anno maledetto per Genova. Dopo il crollo di ponte Morandi e i mille disagi legati alla viabilità cittadina, messa a dura prova dai torpedoni di auto incolonnate ogni santo giorno lungo le direttrici nord-sud e ovest-est, ecco un'altra mazzata. Due settimane dopo la frana di Carpenara a isolare non si sa ancora per quanto tempo la frazione di San Carlo (250 abitanti), lunedì pomeriggio una frana nella zona tra Voltri e Vesima ha causato la chiusura della via Aurelia all'altezza di via Rubens.

Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e polizia municipale, oltre ai tecnici che stanno studiando gli interventi di ripristino per il cedimento dell'asfalto, sulla strada litoranea forse danneggiata dal maltempo e dalle mareggiate delle scorse settimane. Il punto in cui l'asfalto ha ceduto era già segnalato e transennato da tempo, tanto che a regolare il traffico c'era un semaforo. Poi, improvvisa, la voragine, larga sette metri e profonda 20. Secondo Repubblica, il cedimento del manto stradale è dovuto alla forza dell'acqua del mare, che a seguito delle ultime mareggiate ha progressivamente portato via la terra sotto alla strada.

Pesanti, e inevitabili, i disagi alla circolazione. Via Rubens collega Voltri a Vesima e ad Arenzano, che d'ora in avanti si potrà raggiungere solo con l'autostrada A10. Contemporaneamente, sulla A26 un tir che trasportava resina si è ribaltato perdendo gasolio sulla carreggiata. La sommatoria dei due eventi ha mandato in tilt il traffico da e verso Genova. Tornando alla frana di via Rubens, secondo l'analisi dei tecnici del Comune la strada non sarà riaperta prima di Natale. Un'altra pagina da dimenticare.

La penultima in ordine di tempo. Perché martedì mattina, a nemmeno 24 ore dalla rottura dell'asfalto sull'Aurelia, un altro cedimento di asfalto è avvenuto in città e per la precisione in via Battisti, nel quartiere di Albaro. La voragine si è aperta all'improvviso. Anche in questo caso non si segnalano feriti: per fortuna la strada era sgombra al momento del crollo.