Genova, Casapound sfida gli "antifa" e apre la sede in piazza Alimonda

A Genova Casapound vuole inaugurare la propria sede accanto al luogo dove morì Carlo Giuliani durante il G8. Gli antifascisti organizzano un corteo

Il passaggio della città alla destra di Toti e Bucci non è andato giù ai collettivi antifascisti genovesi, che organizzano per venerdì 30 giugno un corteo lungo le strade della città. E ora c'è un motivo in più: CasaPound sta per aprire la sua sede a Genova e intende farlo in via Armenia, traversa di piazza Alimonda dove durante le proteste per il G8 rimase ucciso Carlo Giuliani.

Una provocazione a cui gli antagonisti genovesi rispondono con una manifestazione "contro ogni organizzazione fascista e razzista, contro il decreto Minniti e il Daspo urbano per la solidarietà ai migranti contro le frontiere".

La data non è casuale: esattamente 57 anni fa - il 30 giugno 1960 - la città fu interessata da una rivolta popolare contro il governo Tambroni, reo di avere consentito all'allora Movimento sociale italiano di organizzare in città il proprio congresso. Uno sfregio alla fama di città antifascista che la città si era costruita durante la Resistenza.

Interpellati a proposito dell'apertura della loro nuova sede, gli attivisti di CasaPound hanno smentito l'esistenza di un nesso con l'uccisione di Giuliani. Destavano qualche sospetto anche le tempistiche da loro scelte per inaugurare il loro presidio permanente sul territorio, collegate in apparenza con la vittoria del centro-destra alle elezioni Comunali.

Mentre la città si prepara alla prima riunone del nuovo consiglio comunale, nel quale siederanno addirittura 9 consiglieri della Lega Nord (cinque anni fa ne entrò soltanto uno), non si nasconde una certa preoccupazione per le possibili tensioni che potrebbe generare il corteo. Già domenica sera, in piazza De Ferrari, si sono registrati alcuni problemi.

Solo qualche mese fa, la parte a levante della città era stata bloccata da un altro corteo antifascista radunatosi per la riunione organizzata da alcun movimenti neo-fascisti provenienti da tutta Europa.

Tuttavia la manifestazione si era svolta in maniera sostanzialmente pacifica, a parte un lancio di oggetti e il tentativo di un singolo di avvicinarsi all'edificio sede del raduno.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 27/06/2017 - 18:17

ottima anche se provocante iniziativa, sbattiamo in faccia la realtà dei fatti ai quei rinnegati comunisti!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 27/06/2017 - 23:15

e guai a chi li tocca. Viva gli anticomunisti. Si dovrebbero fare manifestazioni come le fanno loro e chissà se saranno lasciati liberi, come questi delinquenti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/06/2017 - 01:08

E' chiaro, loro sono a favore di chi sobilla le piazze, sfasciano le città, tirano estintori ai carabinieri. Sono per la legge e la giustizia (???????!!!!!!!!!!!!!!)Andrebbero incarcerati per apologia di reato. Ah, sono di sinistra, quindi nessun reato può essere loro retribuito.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 28/06/2017 - 08:59

Minniti, a quando lo stesso trattamento a parità di comportamenti per i presunti "fascisti neri" e i veri e reali fascisti rossi??

gneo58

Mer, 28/06/2017 - 09:00

se sono "antifascisti" dovrebbero fare un corteo contro se stessi, non ho mai conosciuto "talebani" peggiori dei sedicenti democratici.

Fjr

Mer, 28/06/2017 - 09:32

Idioti a pilotaggio remoto

moshe

Mer, 28/06/2017 - 09:46

i collettivi si comportano da fascisti ma si definiscono democratici ... sono solo animali rossi!!!

RexMastrin

Mer, 28/06/2017 - 10:25

Ma questi antifa non hanno ancora capito che i parametri si sono ormai invertiti e l'oppressore oscurantista che ora sta al potere è il vero nemico? Sono soltanto dei talebani antidemocratici. Tutti quelli che nel corso della storia hanno lottato per la democrazia e libertà, partigiani compresi, si rivolterebbero nelle loro tombe.

Ritratto di The_Paladin

The_Paladin

Mer, 28/06/2017 - 12:11

Il problema secondo me è che questa gentaglia da centri sociali, nullafacenti a spese della comunità, si muove perché c'è qualcuno più in alto che tira le fila. Saranno probabilmente sobillati da qualche ex assessore dell'ex consiglio comunale rosso...questi imbecilli dei centri sociali mica hanno la testa per pensare da soli.

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 28/06/2017 - 12:21

I comunisti hanno solo una democrazia , LA LORO, la si nota in tutto .

gattomannaro

Mer, 28/06/2017 - 12:23

Cito un aforisma di Ennio Flaiano, quanto mai azzeccato: " I fascisti si suddividono in due categorie: 1) i fascisti propriamente detti. 2) gli antifascisti".... Aggiungo, di mio, che per riparare gli immani danni provocati dal fascismo ci vollero vent'anni; per riparare quelli dell'antifascismo, non basteranno cento.

Anonimo (non verificato)

Paolo Berlinghieri

Mer, 28/06/2017 - 16:12

era ora, così legittimano la nostra reazione con la loro provocazione, pronti a riceverli, non vediamo l'ora