Genova, donna si getta dal quarto piano con il bambino: è morta

La donna, una peruviana di 43 anni, è morta. Suo figlio è in gravissime condizioni

Una donna di 43 anni si è gettata dalle scale, al quarto piano di uno stabile nel centro di Genova, con il suo bambino di quattro anni in braccio. Il fatto è accaduto poco dopo le 11 di questa mattina. E' morta sul colpo. Il figlio, invece, si è salvato ma è in gravi condizioni, ricoverato all'ospedale pediatrico Gaslini del capoluogo ligure. La vittima è Margarita Soledad Alania, di origine peruviana. Prima ha gettato il bambino poi si è buttata dalla finestra della sala d’aspetto dello studio legale a cui si era rivolta, dopo essere stata denunciata dal marito (un italiano di 51 anni) per sottrazione di minore.

Nel 2011 si era trasferita in Perù portando con sé il bambino. E il marito, per questo, l’aveva denunciata per sottrazione di minore. Secondo il legale della donna i due si erano poi riconciliati e l’uomo aveva ritirato la querela. Ultimamente i rapporti si erano nuovamente incrinati e la donna aveva annunciato di volersi separare, denunciando il marito per molestie al figlio. "Ho visto la donna aprire la finestra, gettare il figlio nel vuoto e poi scavalcare la ringhiera e buttarsi nel vuoto", è la drammatica testimonianza della segretaria dello studio dell’avvocato Giovanni Battista Gramatica.

"La segretaria ha fatto accomodare la cliente nella sala d’aspetto - racconta l’avvocato - dove ha atteso circa 30 minuti. A un certo punto ha visto la donna, che era nervosa fin dall’arrivo, alzarsi dalla sedia e gettare il bambino fuori dalla finestra. Un attimo dopo si è gettata anche lei". "Nel luglio del 2011 - spiega il legale - ho ricevuto un messaggio via mail da Lima con cui la cliente mi chiedeva assistenza legale perché era stata raggiunta da un mandato internazionale per una querela fatta dal marito per sottrazione di minore. La cliente era in Perù con la madre e il figlio almeno dalla primavera e il tribunale di Lima l’aveva convocata. La denuncia era di qualche mese prima. La vicenda si era poi risolta
perché il marito si era recato in Perù e io avevo consigliato alla donna di tornare in Italia".

Un episodio analogo era avvenuto lo scorso 12 settembre a Chiavari: una donna di 43 anni ha gettato il suo bimbo di due anni dal terrazzo situato al primo piano del suo appartamento e poi si è lanciata nel vuoto compiendo un volo di circa tre metri. Il bimbo, caduto su alcune piante, era rimasto illeso, la donna, che aveva tentato anche di buttare giù la suocera, aveva subito gravi ferite ma si è salvata.