Genova, vendeva saponette al posto di smartphone: denunciato 45enne

L'uomo, pluripregiudicato, è stato sorpreso dalla polizia a vendere saponette al posto di un iPhone a 110 euro: denunciato a piede libero

Prometteva smartphone di ultima generazione a prezzi vantaggiosi. Ma quando i clienti aprivano il pacchetto trovavano solo saponette nascoste in custodie di similpelle.

Per questo è stato denunciato per tentata truffa a Genova un 45enne italiano pluripregiudicato. L'uomo è stato sorpreso a utilizzare il "metodo del sapone" da una volante della polizia che effettuava un sopralluogo nella zona di via Venezia. Gli agenti hanno notato una persona in un'auto e due ragazzi stranieri che si allontanavano di corsa. Ai poliziotti l'uomo ha raccontato di aver chiesto ai passanti i risultati delle partite di calcio. In realtà li aveva fatti allontanare proprio dopo aver visto la volante: voleva vendere i due falsi iPhone 6 a 110 euro.

Si è scoperto, così, che l'uomo era solito vendere scatole con saponette o altri oggetti di poco valore al posto di dispositivi elettronici costosi. La successiva perquisizione dell'abitacolo ha permesso il ritrovamento di alcuni astucci in simil pelle: in uno era custodito uno smartphone, nell'altro due saponette. All'interno del portabagagli sono state sequestrate altre 10 confezioni di sapone e 8 custodie in similpelle nera.

L'uomo sceglieva le sue vittime tra stranieri richiedenti asilo, probabilmente perché meno propensi a denunciarlo. Ora è indagato a piede libero per tentata truffa e ha il divieto di dimora nel Comune di Genova con foglio di via obbligatorio.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 28/11/2017 - 17:48

Uno sfruttatore di risorse, ma noi italiani non eravamo tutti di una razza superiore senza macchia e senza paura? Beh, notizie cosi mi fanno dubitare della nostra italica missione di civilizzazione mondiale.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 29/11/2017 - 08:53

X- Nahum 17.48 - Al di là del fatto in se stesso che é da perseguire, la cosa é divertente, il famoso PACCO - PACCHETTO - E CONTROPACCHETTO, una tradizione tutta napoletana. lol lol lol. Le tradizioni vanno difese ed i fessi alla ricerca dell'affare furbo devono giustamente essere vittime. lol lol lol

ziobeppe1951

Mer, 29/11/2017 - 13:30

Nahum...insegna alle tue splendide risorse che non bisogna mai comprare nulla in (nero) farsi rilasciare sempre scontrino fiscale, pagare le tasse ...altrimenti sei complice con il ladro

titina

Mer, 29/11/2017 - 14:11

Un tempo lo facevano a napoli con le radioline. Non è che il tipo è originario di Napoli?

schiacciarayban

Mer, 29/11/2017 - 15:04

Un trucco vecchio di 50 anni a Napoli! Ma la cosa geniale è che se tu chiedi di controllare l'interno della scatola, il "venditore" fa l'offeso e ti dice che se non ti fidi di lui non te lo vende più! Pura genialità Napoletana!

Ritratto di makko55

makko55

Mer, 29/11/2017 - 18:07

Denunciato a piede libero...........cioè una beata minkia !!!! :):):):):)

forbot

Mer, 29/11/2017 - 19:13

Non avete scoperto nulla di nuovo. Questo trucchetto era già in voga a Napoli nel 1945. A Forcella, si vendevano le stecche di sigarette, dieci pacchetti, tutta segatura. Quando aprivi la stecca, rimanevi stupidito per parecchio tempo, non riuscendo, li per lì, a capire come si erano potuto trasformare da tabacco in segatura...eri sicuro di aver visto le sigarette.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 29/11/2017 - 20:55

Ziobeppe ma,tutti sanno che lei risorse che hanno l'osso infilato nel naso non conoscono l'uso del denaro, figurarsi se non si fidano di un galantuomo italiano ....

ziobeppe1951

Gio, 30/11/2017 - 00:29

Nahum..20.55...italiano o itagliano?

uberalles

Gio, 30/11/2017 - 18:56

Una persona rifila bidoni alle "risorse"? Raccapricciante! Li abitueremo a bidonarci a loro volta...

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 01/12/2017 - 12:42

In fin dei conti l'ha fatto per la loro igiene!!!

il corsaro nero

Ven, 01/12/2017 - 14:51

@Nahum: e allora, poichè hanno l'osso nel naso e magari la sveglia al collo, ben gli sta se si lasciano fregare! Quanti di loro fregano noi col fatto che si fanno mantenere vita natural durante?

Una-mattina-mi-...

Ven, 01/12/2017 - 23:06

ERA UN AFFARE... PULITO

GUARDACOMEDONDOLI

Mer, 06/12/2017 - 18:40

Vorrei sapere perchè quelli che hanno avuto la pretesa di acquistare un IPHONE a soli 110 euro sono truffati e non disonesti e profittatori. Non potevano non sapere che era di dubbia provenienza o, se lo sapevano, erano ricettatori in quel momento. Ve lo ricordate Machiavelli?: "ci sono i furbi perchè ci sono i becchi" Fregatura annunciata e meritata. Quanto al "venditore di IPHONE": non truffatore ma maneggione e "tiraccampa'". Dovrebbero assumerlo da Mediaworld/ikea/amazon/unieuro/ipercoop.

Ritratto di riana

riana

Gio, 07/12/2017 - 10:00

Com'era quel detto....solo i gonzi vanno dai maghi. Ci sarà un motivo se un iphone di ultima generazione viene venduto a 6/700 euro in meno. A questo tipo devono dargli una medaglia, non una pena.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 07/12/2017 - 13:34

Una volta Wanna Marchi disse: "FINTANTO CHE ESISTERANNO GLI IMBECILLI ESISTERA' WANNA MARCHI". E aveva ragione!!!