Germania, 13enne trova il tesoro re vichingo Bluetooth: monete, collane e un martello di Thor

Il tesoro del re danese Aroldo I, meglio noto come Aroldo Dente Azzurro o Bluetooth è stato ritrovato da un archeologo amatoriale e uno studente di 13 anni

Un archeologo dilettante e il suo studente 13enne hanno trovato il tesoro del re vichingo Bluetooth. Ritrovamento che ha fatto scattare un'operazione ufficiale da parte delle autorità archeologiche tedesche.

Scoperta significativa

Armati con il loro metal detector René Schoen e il ragazzino Luca Malaschnitschenko hanno rinvenuto - lo scorso gennaio - il tesoro del re danese Aroldo I, meglio noto come Aroldo Dente Azzurro: regnò sul nord della Germania, sulla Svezia meridionale e su parte della Norvegia dal 958 e il 986. I due hanno prima ritrovato un pezzo di alluminio che catalogarono come oggetto di poco valore. Solo un esame più accurato rivelò che non fosse alluminio bensì argento, come riporta Il Messaggero.

Da quel momento sono scattati gli scavi guidati dal capo dello scavo, Michel Schirren. Gli oltre 400 metri quadri di terreno da sondare hanno portato alla luce collane intrecciate, perle, spille, un martello di Thor, anelli e circa 600 monete.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 17/04/2018 - 12:35

Le croci latine o di Gerusalemme coniate con le monete, segnalano inequivocabilmente le radici giudaico cristiane dell'Europa. Alla faccia degli euroburocrati, che puntano solo ai petroldollari.