Giappone, trovata bomba dentro la centrale nucleare di Fukushima

Un ordigno inesploso risalente alla seconda guerra mondiale è stato rinvenuto dentro la cinta attorno alla centrale oggetto del disastro del marzo 2011

Una bomba che risale probabilmente alla seconda guerra mondiale è stata scoperta in Giappone all'interno del recinto che circonda la centrale nucleare di Fukushima, teatro dello spaventoso incidente del marzo 2011 avvenuto a causa del terremoto e del conseguente maremoto che sconvolsero la città. Lo ha comunicato la Tokyo Electric Power (Tepco), la società che gestisce l'impianto. Secondo la nota pubblicata dalla società, l'ordigno è stato trovato nel suolo a una distanza di circa un chilometro dall'edificio che ospita i reattori 2 e 3.

La bomba, larga quasi un metro per 15 cm di diametro, non dovrebbe correre il rischio di scoppiare, ma la Tepco ha avvisato subito la polizia di Futaba per chiedere l'immediata rimozione dell'ordigno mediante l'intervento degli artificieri.

Come si legge nel comunicato diramato dai responsabili della centrale, oggetto sei anni fa di quattro terribili esplosioni che sconvolsero Fukushima, la bomba è stata rinvenuta durante i lavori di costruzione di un parcheggio a poco meno di un chilometro di distanza dai reattori.

Il rinvenimento, ha riferito la Tepco, non ha interrotto i lavori di smantellamento della centrale nucleare. Secondo i media, nella zona si trovava una base militare dell'aviazione giapponese che fu bombardata dagli americani.

La zona dove è stata trovata la bomba è disabitata da diversi anni, dopo l'ondata di radioattività scaturita dalle famose esplosioni dell'11 marzo 2011.

Commenti

Antenna54

Gio, 10/08/2017 - 14:01

Ma quanto hanno costruito la centrale non hanno mica bonificato il terreno?