Gimbo, il cane poliziotto che suona due volte il clacson quando trova la droga

Gimbo è un cane poliziotto dell'Unità Cinofila della Questura di Rimini addestrato a trovare la droga: quando l'annusa suona due volte il clacson per avvertire il suo conduttore

Gimbo è un "poliziotto a 4 zampe", membro a tutti gli effetti dell'Unità Cinofila della Questura di Rimini, che ha un modo tutto suo di avvertire i "colleghi" quando fiuta della droga: suona il clacson per due volte.

Il cane poliziotto è stato addestrato a trovare le sostanze stupefacenti abilmente occultate da trafficanti e spacciatori grazie al suo infallibile fiuto. Gimbo, però, a differenza degli altri cani non abbia per avvisare il suo conduttore del ritrovamento: quando annusa qualcosa di strano suona per due volte il clacson.

Gli agenti hanno deciso di filmare questo suo particolare modus operandi durante una perquisizione di un tir sospetto fermato al casello sud di Rimini. Abilmente occultato all'interno di un vano portaoggetti, c'era oltre mezzo etto di eroina che però non è sfuggito al fiuto di Gimbo.

Una volta individuato il nascondiglio, il cane ha fatto il suo segnale, mostrando agli agenti il nascondiglio. Il video che dimostra la particolare abilità del poliziotto a quattro zampe è stato poi pubblicato dagli orgogliosi "colleghi a due gambe" sul profilo Twitter della Polizia di Stato (GUARDA IL VIDEO).

Era da qualche tempo che i poliziotti di Rimini seguivano le mosse di un 45enne residente a Rimini ma originario della Basilicata, camionista di professione. Convinti che durante i frequenti viaggi di lavoro trasportasse non solo merci ma anche droga, nella notte appena trascorsa, avuta notizia che l'uomo stava rientrando dalla Puglia dove si era recato per lavoro, si sono appostati al casello di Rimini sud e lo hanno aspettato.

Verso le 4 del mattino, il mezzo è uscito dal casello ed è stato bloccato dagli agenti, i quali hanno immediatamente sottoposto a controllo sia l'uomo che il tir. Dopo i due colpi di clacson di Gimbo, è stata fatta anche una successiva perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire e sequestrare ulteriore eroina per alcuni grammi oltre ad altro materiale comprovante l'attività delinquenziale.

Al termine degli accertamenti l'uomo è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto in carcere.

Commenti
Ritratto di lucabilly

Anonimo (non verificato)

Siciliano1

Sab, 29/07/2017 - 20:17

Bellissimo.