"Giochiamo a bombardare Gaza". E Google ritira l'applicazione

Lo scopo del gioco: "Sganciare bombe, evitando i civili". La rete insorge. E Google fa sparire l'applicazione dallo store online

Bombardare la Striscia di Gaza con lo smartphone. È questo lo scopo di "Bomb Gaza", l'applicazione di Google per Android finita nelle ultime ore in un vortice di polemiche. "Sganciare le bombe - si legge nella app - evitando i civili". Dopo essere stata bollato come "inappropriato", il gioco è stato prontamente rimosso dallo store online. Ma ormai è già stata scaricata da più di mille persone.

Quando il 29 luglio "Bomb Gaza" è stato lanciato sullo store dei Google, sui social network il gioco è stato duramente criticato. "È un'applicazione disgustosa", si legge su Twitter. Molti utenti hanno chiesto a Google per quale motivo abbia permesso la diffusione del gioco e hanno minacciato il boicottaggio. "Questi giochi glorificano l'orrore e la violenza che si sta consumando a Gaza, soprattutto agli occhi delle giovani generazioni - ha commentato Chris Doyle, direttore del Council for Arab-British Understanding - il fatto che Google l'abbia ospitata solleva questioni etiche".

"È solo una simulazione di abilità, dove non si colpiscono i civili", hanno replicato la PlayFTW, l'azienda che ha sviluppato "Bomba Gaza".