Ecco i gioielli a forma di pistola a favore della legittima difesa

Robertino Zancan, l'orafo di Nanto coinvolto nella rapina in cui Graziano Stacchio sparò a un bandito per salvare la commessa del negozio, lancia una collezione di bijoux chiamata "Legittima Difesa": collane, braccialetti e orecchini che riproducono rivoltelle e proiettili. Una provocazione che fa già discutere

Legittima Difesa Collection

Che un'arma sia preziosa per salvare la pellaccia (ma anche a doppio taglio quando si finisce in galera) lo abbiamo capito ampiamente dagli ultimi casi di cronaca, che potesse però diventare uno spunto per una collezione di gioielli è una notizia che farà certamente discutere.

Robertino Zancan, orafo di Nanto in provincia di Vicenza, ha lanciato la sua nuova linea di bijoux chiamata Legittima Difesa: collane, ciondoli, braccialetti e orecchini a forma di pistola o di proiettile accompagnati dallo slogan provocatorio "Fai brillare questo Natale di una luce speciale!", dove l'accenno non è alle illuminazioni natalizie, bensì al fulgore emesso dallo sparo.

"Volevo chiamare la collezione Calibro zero, perché non esiste ed è innocuo, ma poi ho visto che suonavano meglio Articolo 52 o Legittima Difesa e ho scelto quest'ultimo", ha spiegato a Il Giornale di Vicenza il gioielliere, che negli ultimi anni ha vissuto sulla propria pelle l'incubo di tre rapine in negozio, compreso il tentativo di furto del 3 febbraio scorso quando un bandito è stato freddato dal benzinaio Graziano Stacchio, accorso per salvare la commessa. Ecco perché la pregiata linea "bellica" di Zancan è molto più di una mera strategia di marketing.