Gioielliere uccide rapinatore: arrestati tre componenti della banda

Uno dei fermati reca una ferita, presumibilmente d’arma da fuoco, che appare riferibile al conflitto a fuoco

Tre uomini di 27, 29 e 41 anni sono stati arrestati per la rapina nel corso della quale, sabato scorso, a Frattamaggiore, un gioielliere ha ucciso un altro componente della banda. Uno dei rapinatori era stato arrestato in flagranza di reato da un poliziotto libero dal servizio, gli altri erano riusciti a scappare.

Le indagini hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei due autori materiali e di un altro soggetto che aveva svolto il ruolo di 'palo'. Uno dei fermati reca una ferita, presumibilmente d’arma da fuoco, che appare riferibile al conflitto a fuoco.

Due degli arrestati hanno confessato nel corso dell’interrogatorio avvenuto questa notte. Nei confronti del terzo uomo invece sono stati raccolti alcuni indizi dopo la perquisizione nella sua abitazione: si tratta di un giubbino e di un paio di scarpe che sarebbero state utilizzate, secondo un video acquisito, nel corso della tentata rapina.

I tre sono accusati di tentata rapina aggravata, detenzione e porto di arma clandestina e ricettazione, in concorso.