Giorgia Libero, l'ultimo saluto del padre e i post su Facebook

"Giorgia era una lottatrice nata, la sua forza è stata di esempio per tante persone. Siamo orgogliosi di lei": così il papà ricorda la figlia

"Era una lottatrice nata, la sua forza è stata di esempio per tante persone. Siamo orgogliosi di lei". Papà Marino racconta così, nel dolore, la perdita della sua Giorgia che non è riuscita a vincere la sua battaglia col cancro. "Dopo avere conosciuto Giorgia e la sua storia" spiega al Mattino di Padova, "molte persone hanno deciso di iscriversi all’Admo". E a casa di Giorgia subito dopo la sua scomparsa è cominciato un via vai di persone, che di fatto hanno vopluto rendere omaggio a questa ragaza coraggio che ha avuto il coraggio di raccontare la sua storia sul web. E proprio al padre, Giorgia, come ricorda il quotidiano di Padova, aveva dedicato un post: "Vorrei poter fare un miracolo per vederti felice e spensierato com’eri prima di questa merda", aveva scritto su Fb in occasione della Festa del Papà, "Vorrei che tu smettessi di guardarmi e morire dentro. Vorrei che anche tu, come tutti gli altri padri, gioissi dei successi di tua figlia, invece di disperarti per le delusioni delle sconfitte che porto a casa. Se qualcuno più grande di noi potesse ascoltare i miei desideri...Non vorrei niente per me, vorrei solo vederti sorridere di nuovo. Tu e anche la mamma. Ti amo papà".

Commenti

Fjr

Ven, 19/08/2016 - 15:42

La perfezione in una frase ,la sintesi perfetta del grande amore per un padre e una madre, Giorgia meritavi tu più di molti altri ,che in questo momento fanno disastri, di continuare a dare felicità e soddisfazioni a quel padre e a quella madre che hai amato così tanto ,purtroppo la vita non è mai giusta porta via gli angeli e lascia....vabbè,lasciamo perdere

amicomuffo

Ven, 19/08/2016 - 19:07

Georgia, nell'altro articolo, pubblicato sul Giornale, ho fatto il tifo per te, perchè quel maledetto male, che tante persone toglie agli affetti familiari, ti potesse risparmiare. Purtroppo anche questa volta ha vinto lui. Adesso la tua anima vaga felice e libera dove nessun male la può toccare.L'unica cosa che posso fare, è essere vicino ai tuoi genitori, almeno con il pensiero, perchè come genitore, posso capire (anche se non l'ho mai provato), come si possono sentire.

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Ven, 19/08/2016 - 20:33

CARA GIORGIA LA FRASE CHE HAI SCRITTO AI TUOI GENITORI É BELLISSIMA E PIENA D'AMORE R.I.P. BELLISSIMO ANGELO

Charly51

Sab, 20/08/2016 - 13:51

Avevo seguito ,tramite l'articolo del giornale,la storia di questa ragazza che aveva lottato con tutte le sue forze, la battaglia contro questo male stramaledetto.Mi dispiace, mi dispiace, mi dispiace. Nella mia miseria di comune mortale ho recitato una preghiera.