La giornata dei comici e il tramonto della politica

È il giorno dei comici, ma c'è poco da ridere

È il giorno dei comici, ma c'è poco da ridere. Nell'infuocata campagna elettorale per il referendum, Roberto Benigni spiega di aver cambiato idea: il suo voto dal «no» passa al «sì», Crozza invece annuncia il suo «no». Il più comico di tutti è però il Financial Times, serioso quotidiano finanziario, che ieri mattina pubblicava un autorevole articolo per sostenere il «no» e ieri sera ha diramato una nota per dire che si è trattato di un errore. Da dove nasce la conversione di Benigni che per anni ci ha fatto una testa tanta sulla «Costituzione più bella del mondo» - al renzismo non lo sappiamo ma presto lo si capirà guardando la tv. Comprensibile invece, alla faccia dell'indipendenza della stampa anglosassone, la retromarcia del Financial Times, nella cui proprietà figura il duo John Elkann-Marchionne da sempre sponsor del premier.

I «testimonial» (escludo Crozza, non perché per il «no», ma perché so essere uomo libero) sono un po' come le modelle alle sfilate: basta pagarli, non necessariamente in contanti, e indossano il tuo vestito anche se gli fa schifo o gli sta stretto. Pensano che l'opinione pubblica penda dalle loro labbra ma per fortuna non è così. A ogni turno elettorale si dimostra che, senza un progetto vero e coerente, non c'è relazione tra notorietà e credibilità politica, altrimenti questo Paese sarebbe permanentemente e saldamente in mano alla sinistra, da sempre sostenuta da attori, cantanti, scrittori, giornalisti famosi, vip dell'industria e della finanza. E pazienza se sono tutti milionari, alcuni super evasori, altri peccatori incalliti, altri ancora solo cortigiani.

Prepariamoci, perché per i prossimi due mesi ne sentiremo e vedremo delle belle. I «testimonial» fanno paura alla politica e ai politicanti che vivono in un mondo artefatto. A noi, che l'unico mondo che frequentiamo è quello reale, queste prese di posizione lasciano il tempo che trovano. Siamo abituati a ragionare con la nostra testa ed eventualmente a sbagliare da soli. Benigni a volte ci piace, ma al cinema.

Commenti
Ritratto di sepen

sepen

Gio, 06/10/2016 - 13:27

A me nemmeno al cinema...

diwa130

Gio, 06/10/2016 - 13:58

Se essere a favore del SI per lei significa essere Renziano, con la stessa equazione, essere a favore del NO fa diventare Vendoliani o D'Alemiani. Si rende conto delle sciocchezze che scrive ?

Una-mattina-mi-...

Gio, 06/10/2016 - 14:15

Concordo ed aggiungo: oltre al tramonto della politica c'è il tracollo di un paese allo sbando, retto da parvenù e improvvisati. Quanto a benigni, non si sa più cosa sia: in quanto scontato non fa più ridere, e non è originale neppure come improbabile stampella del potere. Assai meglio Ciccio Formaggio, a mio vedere.

Valvo Vittorio

Gio, 06/10/2016 - 14:20

La perfezione in senso assoluto non esiste, tutto è sempre perfettibile! Da questo dato di fatto ciascuno secondo il proprio tornaconto (prospettiva dei comici) o studiosi del diritto costituzionale (assonanza alla logica giuridica) danno un giudizio dalla loro prospettiva. In democrazia il potere è dato in teoria al popolo, ma l'interpretazione della norma è affidata a studiosi del settore (Corte Costituzionale). Dalla prospettiva politica ciascuna componente tira acqua al proprio mulino! Pertanto è la maggioranza delle unioni che gestisce il tutto che diventa un gioco di pesi e contrappesi.

INGVDI

Gio, 06/10/2016 - 14:59

Senza parlare del comico dei comici Grillo il cui movimento vota spesso con il PD, ha la stessa becera ideologia e gli fa la guerra solo per il potere. Comunque in fatto di (tragica) comicità Renzi batte tutti.

settemillo

Gio, 06/10/2016 - 16:20

Benigni? Ormai le sue PAGLIACCIATE non fanno più RIDERE e quindi la smetta di raccontare ca....te; quasi quasi mi fa ridere di più il PAROLAIO di nome RENZO, ma questa è tutta un'altra storia.

TECNOCRASH

Gio, 06/10/2016 - 16:23

Non mi interessa come votano Benigni, Crozza e neanche Renzi. A questo punto, e questo mi dispiace, mi devo disinteressare anche di come votano Sallusti e ... Berlusconi. Non sarò nel giusto ma io voterò sì, non posso credere a quello che dicono Brunetta e Parisi che la modifica la faranno loro. Perchè, allora, non si sono impegnati come si sta impegnando Renzi quando sono state "referendate" le loro modifiche. Provate a chiedere in giro, pochi si ricordano che c'è stato un altro referendum per le riforme costituzionali...

settemillo

Gio, 06/10/2016 - 16:46

Rettifica al messaggio delle ore 16:20. Leggasi RENZI, forse si sarà capito ugualmente, ma è sempre meglio PRECISARE.

Ritratto di Tarquini..Roberto

Tarquini..Roberto

Gio, 06/10/2016 - 16:47

ERRE TI diwa130.Quello che dici tu non è scritto da nessuna parte, è solo frutto della tua immaginazione. Sii concreto!

unosolo

Gio, 06/10/2016 - 16:58

certo a vederlo col gelato in mano che si esibisce a mò di teleimbonitore a vendere i suoi prodotti contraffatti è una macchietta , come possono nella UE prendere sul serio un imbonitore di pieddini che non riesce a conciliare di essere unto dall'ex come PCM ? un comico mancato , moriva di fame fuori dalla politica , scusate viveva da bamboccione come prima di entrare in politica

VittorioMar

Gio, 06/10/2016 - 16:59

...il mio "NO"è talmente motivato che,a prescindere ,dagli schierati e schieramenti,non contribuiranno a farmi cambiare idea:SBAGLIATO? ..può darsi!...ma ci hanno sempre "FREGATO" dalle "REGIONI".."PROVINCE" e ora "SENATO"!!..abbiamo già dato!!!

ex d.c.

Gio, 06/10/2016 - 17:41

Quasi impossibile capire questi personaggi. Marchionne, contrariamente al noto detto, predica male e razzola bene. Grandi elogi all'Italia ed il giorno successivo trasferisce produzione, sedi e capitali in Paesi più democratici. Benigni dirà il contrario di quanto ha decantato fino ad ora solo per contrastare Berlusconi, forse per qualche vecchio attrito, Si sarà visto bocciare qualche suo programma!

gedeone@libero.it

Gio, 06/10/2016 - 17:43

diwa130, beh, se per una volta nella vita, devo essere d'accordo con vendoliani e dalemiani per liberarmi(ci) di renzuccio vostro e del suo governo pro clandestini e non solo, me ne farò una ragione.

carlolandi

Gio, 06/10/2016 - 17:44

Negli anni quaranta è stato combattuto e vinto il fascismo. Da tale vittoria è scaturita la nostra Costituzione. Bella come diceva Benigni anzi di Più. Ai nostri giorni, noi figli di chi vinse quella giusta battaglia, probabilmente ci troviamo nella posizione ante perché quello che rappresenta la sinistra al governo somiglia moltissimo a quell'infelice periodo. Non solo, chi tenta di opporsi viene definito di destra. A me di destra o di sinistra in quanto definizioni non importa nulla, invece della situazione politica che viviamo e subiamo mi importa molto e perciò non c'è altra alternativa al no al referendum. Almeno proviamo a rompere questo illegittimo potere!

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 06/10/2016 - 17:58

Direttore Sallusti che tristezza questo articolo. Crozza, Benigni sono liberi di dire quello che pensano (il financial times non vota in Italia non ci interessa) e vogliono votare. Tutti parlano e scrivono del refenrendum ma lei direttore non si é mai preso la briga con il suo giornale di spiegare nei dettagli la riforma per fare in modo che la gente possa votare basandosi sulla propria opinione e non su come votano i vari comici italiani Crozza, Benigni e Renzi. Andando avanti così farete un bel favore al SI.

Ritratto di woman

woman

Gio, 06/10/2016 - 18:13

Sallusti scrive:"altrimenti questo Paese sarebbe permanentemente e saldamente in mano alla sinistra" NO: questo Paese E' saldamente in mano ai comunisti (TV, Magistratura, Banche, Stampa, Scuola, ecc. ecc.)

Popi46

Ven, 07/10/2016 - 06:45

@woman_Esatto.I nipotini di Gramsci hanno diligentemente seguito i suoi consigli: "per conquistare e mantenere il Potere è necessario conquistarne le casematte: Giustizia, Informazione,Istruzione. Missione compiuta! Popi46

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 07/10/2016 - 07:33

Si dovrebbe fare un referendum sul meccanismo del referendum stesso. Quello attuale é Abrogativo e permette di porre domande trabocchetto tipo, Il NO che vuol dire SI e viceversa, fatto apposta per buggerare il popolo bue. Voglio un referendum nel quale il SI sia un SI ed il NO sia un NO. E' chiedere tanto ?

FRANKBENELLI

Ven, 07/10/2016 - 08:03

Gentilissimi..."Filtranti", che fine ha fatto il mio commento? Cestinato non credo, perché in linea con il pensiero del Direttore Sallusti; né penso rimosso per contenuto scurrile, perché non scrivo parolacce; vivo negli USA: è forse questo il presupposto ostativo all'accoglimento dei commenti? Non mi pare. E allora perché siete così dispettosi? Rispettosamente, frankbenelli.

@ollel63

Ven, 07/10/2016 - 08:56

andate tutti in africa sinistri d'acume scarso, idee confuse, cervello in erba impossibilitato allo sviluppo ...

orsobepi

Ven, 07/10/2016 - 09:23

Concordo pienamente con IoSperiamoCheMe..., mentre a TECNOCRASH vorrei dire che anch'io ricordo il referendum costituzionale quando a capo del governo c'era S. Berlusconi. Ciò che NON vuoi ricordare è l'avversione di tutte le cariche istituzionali, giornali e tv (rai) che hanno prodotto un nulla di fatto. Mi sto documentando in merito alla modifica che saremo chiamati a votare il prossimo 4 dicembre, e onestamente devo dire che non è esattamente rispondente al quesito posto sulla scheda elettorale.

Giorgio1952

Ven, 07/10/2016 - 09:24

Sallusti io titolerei l’articolo “La giornata politica e il tramonto dei comici”, detto che i comici “veri” Crozza e Benigni sono meglio dei politici, perché fanno ridere con le loro battute e la loro arguzia, al contrario i comici prestati alla politica sono al tramonto, Berlusconi in primis che a 80 anni ormai è infiacchito e il “giovane” Grillo che è alla soglia dei 70 anni. Il direttore si chiede la ragione del perché Benign,i che ha sempre difeso la costituzione più bella del mondo, voglia cambiarla e la risposta è semplice per migliorarla. Il FT non credo cambi idea se lo dicono Elkann e Marchionne; altra castroneria “si dimostra che, senza un progetto vero e coerente, non c'è relazione tra notorietà e credibilità politica, altrimenti questo Paese sarebbe saldamente in mano alla sinistra, da sempre sostenuta da attori, cantanti, scrittori, giornalisti famosi, vip dell'industria e della finanza” (Parte prima)

Ritratto di mambo

mambo

Ven, 07/10/2016 - 09:50

patetico questo comico alla fine della carriera. Però riconoscente verso chi gli ha procurato favolosi contratti alla Rai ecc ecc...per delle trasmissioni da schifo. Ma che cosa pretendete da un saltimbanco: Coerenza? e per i suoi compagni di partito, no?

timba

Ven, 07/10/2016 - 10:19

Orsebepi. Hai ragione. Tecnocrash non ricorda che allora ci fu una mobilitazione generale a favore del no. Eppure erano anch'esse riforme costituzionali. Eppure anch'esse tentavano di svecchiare un po' una carta obsoleta. Ma allora i vari Benigni ci dicevano che l'Italia aveva la Costituzione più bella del mondo e quindi senza necessità di modifiche. Ora no. Anzi si. Anzi no. Vediamo chi offre di più. ah.. Ora si. Bravo Benigni. Sei uno con la schiena diritta. Retto, coerente, di una parola sola e soprattutto mai voltafaccia. Appunto come Renzi.

gaetano52

Ven, 07/10/2016 - 11:10

per mandare a casa renzi, alfano,e tutti gli altri comparucci di merende in questo questo governo sarei capace di fare qualsiasi cosa all'infuori di essere un fuorilegge votero'no allinfinito. adesso nei sondaggi e avanti quasi di 5 punti. ho paura che in questi due mesi, con qualche mancetta che riceveranno i pensionati e i giovani, piu di qualcuno glisara riconoscente da votare si al referendum questa e la mia paura mi auguro di sbagliarmi in pieno. gaetano52

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 07/10/2016 - 12:02

Tra i comici vi siete dimenticati di elencare il Cazzaro..

TECNOCRASH

Ven, 07/10/2016 - 12:34

@orsobepi Certo anch'io lo ricordo! Quello che voglio dire che il centrodestra doveva impegnarsi un po' di più. Che i giornali siano contro non può essere una giustificazione, quando mai sono a favore. Il mio è un sì di protesta! Qualcosa cambierà.

gedeone@libero.it

Ven, 07/10/2016 - 13:20

#TECNOCRASH, si certo, qualcosa cambierà: In Peggio!!!

PEPPINO255

Ven, 07/10/2016 - 13:22

Financial .... la libertà di stampa...!!

Ritratto di Mike0

Mike0

Ven, 07/10/2016 - 13:57

@diva130 è vero sono delle sciocchezze, ma sono solo state riportate perché chi le ha dette per primo è il noto cazzaro che ha voluto inizialmente personalizzare questo referendum! Comunque indipendentemente da questo il mio NO! assoluto è anche nei contenuti del referendum e questo facilita la decisione. Le Provincie infatti, come sarebbe il Senato, sono ancora lì con i loro megadirettori galattici a prendere stipendi indegni, altro che soppressi! E le prefetture con personaggi non eletti sono intoccabili; il referendum lo farei su loro.

Lorenzo Cafaro

Ven, 07/10/2016 - 15:15

Caro dottore, vero, i comici, ma non c'è solo Benigni, ci sta pure Grillo, che anzi si è intestata la campagna del no. Non è che siamo ad Orwell, ci sono comici più o meno giusti. Ognuno è libero di credere e pensare, ammesso che usi la materia grigia di cui dispone. Invece le farei notare, da antico estimatore, che da lei mi aspetterei analisi puntuali sul testo per dipanare e dimostrare, e spiegarci anche perchè il nostro PdL che ha contribuito a masticare la riforma ora si tiri la calzetta. Ci aiuti a capire, lasci perdere i giudizi sugli uomini, assai pericolosi se ci guardassimo allo specchio, perchè è meglio lo status quo. Con molta stima.

TECNOCRASH

Sab, 08/10/2016 - 09:43

@gedeone@libero.it sei sicuramente tra i pochi fortunati visto che per te c'è un peggio!