Giraffa morta a Imola Brambilla: "Salviamo gli animali da circo"

L'ex ministro del turismo: "Gli italiani vogliono il circo senza animali". Domani, inoltre, la cerimonia di "adozione" dei levrieri salvati dalle corse in Irlanda e Spagna

Sta facendo discutere il caso della giraffa Aleksandre. L'animale, appartenente al circo Aldo Martini, è fuggito dal suo recinto a Imola ed è morta dopo essere stata sedata per essere catturata. Il circo ha prontamente lasciato la città, rispettando l’ordinanza emessa dal sindaco, ma le polemiche non si sono placate.

"Ogni cosa ha il suo tempo. Quello del circo con animali ormai è scaduto", tuona Michela Vittoria Brambilla, "Anzi, salvando gli animali, potremo tutelare meglio i circhi contemporanei e la vera arte circense, non più confusa con la barbarie ottocentesca. Gli animali nel circo soffrono. Chi ha il coraggio di affermare il contrario deve vedersela innanzitutto col buon senso e poi con un'imponente letteratura scientifica che illustra l'ovvio: prigionia e lavoro nel circo sono assolutamente incompatibili con le caratteristiche etologiche delle specie coinvolte. Mancanza di spazio e di igiene e metodi brutali di addestramento fanno il resto. Gli animali vengono spogliati della loro dignità e sottoposti a tortura fisica quanto psicologica".

Da tempo il Pdl si è schierato contro gli animali nel circo. Proprio ieri è stata approvata una norma, voluta dal Popolo della Libertà, che non permetterà più di porre il divieto al possesso di animali domestici nei regolamenti condominiali.

"Il circo si può fare senza animali - spiega l'ex ministro - Il circo moderno e contemporaneo è fondato sull'abilità e sul talento degli artisti. Caratteristiche che amiamo, rispettiamo e riteniamo debbano essere in ogni modo incoraggiate. È un circo che dà lavoro ed ha successo. Basti pensare all'esempio del canadese Cirque du Soleil: nel 1984 ci lavoravano 73 persone. Oggi ha 5 mila dipendenti nel mondo, di cui 1.300 artisti, e dal 1992 non riceve finanziamenti né pubblici né privati. Al contrario, in Italia, negli ultimi sette anni (2006-2012) sono stati messi a disposizione delle imprese circensi oltre 43 milioni di euro, che appartengono a tutti i contribuenti. Anche a quel 90% circa di italiani (secondo Eurispes) contrari alle esibizioni degli animali. E comunque perché lo Stato dovrebbe finanziare le torture inflitte a tigri, leoni, elefanti e agli altri "protagonisti involontari" dei numeri sotto il tendone? È chiaro che questi soldi devono essere usati per incentivare il circo senza animali. Ed è quello che chiediamo al governo e al Parlamento".

Sempre sul fronte animali domestici, domani sarà una giornata importante per 12 levrieri a pelo raso (i famosi greyhound) e 24 galgos, che in Gran Bretagna e in Spagna avrebbero fatto una brutta fine. Dopo il primo “affido” nel luglio scorso, i cani, provenienti dall’Animal Welfare Sanctuary di Limerick, dal rifugio “Paws” (Irlanda) e dal rifugio “Scooby Medina” (Spagna), saranno consegnati alle famiglie italiane adottanti dall’Associazione “Sos Levrieri”, aderente alla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. Alla cerimonia parteciperà anche Michela Brambilla con la dr.ssa Elisabetta Ferro, coordinatore della clinica veterinaria presso il Dipartimento di Salute animale e sicurezza alimentare dell’Università degli Studi di Milano.

I greyhound sono tra gli animali più veloci. Possono raggiungere rapidamente i 70 chilometri all’ora. Proprio per questo, nei paesi anglosassoni, ma non solo, sono utilizzati nei cinodromi. Nella sola Irlanda l’industria delle corse genera un giro d’affari di circa 500 milioni di euro. Ma quella dei levrieri non è una bella vita: tra il 14 e il 17 per cento dei cuccioli viene soppresso in giovane età perché inadatto alle corse, altri spariscono perché si mostrano lenti, si fanno male o semplicemente chiudono la loro breve carriera di corridori (a 4 anni circa) Secondo un’inchiesta della BBC, in media, ogni anno vengono ritirati circa 25.000 greyhound. Di questi solo alcune centinaia sono dati in adozione. In Inghilterra e in Irlanda, infatti, la legge considera i greyhound animali da reddito, per eludere le norme più severe dettate sugli animali d’affezione. I cani “inutili” sono soppressi. Se va bene, con una puntura. Altrimenti con metodi violenti ed illegali. I galgos invece sono normalmente utilizzati per la caccia alla lepre ed eliminati alla fine della stagione: gettati vivi nei pozzi, impiccati agli alberi, trascinati dalle auto, abbandonati nelle campagne con le zampe rotte.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Ven, 28/09/2012 - 21:26

Salviamo l'Italia dalla Brambilla. Ma qualcuno l'ha detto a questa che stiamo per fallire? Lo sa che la disoccupazione è al 11%? Lo sa che le tasse sono tra le piu' alte del mondo e abbiamo servizi di mer.da? Lei intanto pensa agli animali. Ancora un'po' di governo e cura Monti poi gli animali ce li mangiamo. Ogni volta che la vedo penso : No, mai piu' voto al PDl.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 28/09/2012 - 21:42

Bastaaaaa! Non se ne può veramente più.

vince50

Ven, 28/09/2012 - 22:44

E' già ora(anzi tardi) che questa signora rossa la smetta una volta per tutte di dire:Gli italiani vogliono.Se ha un minimo di coerenza,parli in prima persona il mio parere da Italiano non l'ha mai avuto.E la smetta di stare sempre al centro della scena e di fare quel sorriso(boccaccia mia statte zitta),ma forse ride pensando agli enormi introiti ricavati dalla vendita di prodotti alimentari per animali.Grazie cavaliere,lei e le sue "quote rosa!"siete stati molto utili per i problemi reali del paese,si ritenga ricambiato e non soltanto da me ,ma da centinaia di migliaia di cittadini.A buon intenditor.......

charliehawk

Sab, 29/09/2012 - 08:03

E ci risiamo! L'ennesimo articoletto sulle esternazioni della Giovanna d'Arco degli animali.Siete l'unico giornale che ha così a cuore le gesta di questa politicante fallita, e non riesco proprio a capirne il motivo. L'unica notizia che, nei mesi scorsi non avete dato è quella del sequestro del suo famoso canile modello, perchè non era a norma...Questa patetica animalista può fare tutte le battaglie che vuole, anche se, ovviamente, qualche anno fa, pensava di essere destinata a ben altri traguardi, ma, ogni volta che vedo la sua fulva chioma, antesignana della pugnace Merida, provo un senso di profonda antipatia. "Gli Italiani, qui...gli Italiani, là..." lei può parlare finchè vuole, ma chi l'ha designata come nostra portavoce?

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 29/09/2012 - 10:10

Aiuto!Qualcuno ci salvi dalla Brambilla!Di questo passo le tartarughe non potranno più lasciare le Galapagos ed i coccodrilli le paludi di loro residenza.Ma questa cosa pensa di fare uno zoo universale nel paese?Qualcuno la fermi e qualcuno le metta le briglie altrimenti va a finire che a forza di dài andremo ad abitare nel canile .

atropo05

Sab, 29/09/2012 - 10:23

Quanti bambini fatti a pezzi avrebbero preferito nascere cagnolini o giraffe. Brambilla i problemi hanno diverse priorità e dignità!

Ritratto di carla1971

carla1971

Sab, 29/09/2012 - 18:17

Complimenti alle persone che hanno scritto qui sopra. Animalisti convinti vero?? Che ci siano altre priorità ci può stare, ma visto che nessun politico fino ad ora si è battuto così tanto e bene per i diritti degli animali ben venga l'Onorevole Brambilla. Che vi sia antipatica si capisce ma non capisco questo accanimento. Probabilmente è solo un attacco politico. Per fortuna gli Italiani che la appoggiano invece sono tanti. Forza Michela

vince50

Sab, 29/09/2012 - 22:17

Vorrei aggiungere ulteriori commenti in merito alla rossa.Ma dovrei essere molto esplicito e dovrei di conseguenza avere tanti soldi per gli avvocati.Quindi taccio,però!!!!!!!a voler essere obbietivi e non di "parte"ci sarebbero tante altre cosine da sapere a da pubblicare.

linoalo1

Dom, 30/09/2012 - 11:00

Certo,gli animali sono da salvare!E noi umani!!??Lino.

flashpaul

Dom, 30/09/2012 - 14:04

Non si perché Il Giornale si ostini a non pubblicare i miei posti in difesa degli animali e contro questa gente cinica che bazzica questo articolo: non capisco perchè non ci possono stare insieme gli animali e i bambini tanto citati dai cosidetti moralisti a essere divesi dai maltrattamenti. Ognuno segue la propia missione e non è che mortificando e dileggiando la Brambilla e la sua difesa di creature che soffrono come noi e sopratutto per causa nostra che miglioriamo la situazione dei bambini e di altre categorie a cui scarseggiano le tutele. La difesa degli animali è un recupero della nostra dignità persa con migliaia di anni di vessazioni, sfruttamenti, torture, crudeltà di ogni genere nei loro confronti in migliaia di anni. Se non vi piacciono gli animali, se non ve ne importa niente, va bene, ma statevene a casa vostra e lasciate in pace la Brambilla che sta facendo quel lavoro per cui è nata. Che vi piaccia o no, noi discendiamo da loro, siamo cresciuti con loro e fanno parte del nostro mondo e rappresentano uno degli anelli più deboli e indifesi del nostro mondo. E soffrono e provano dolore come noi e sono capaci di tanto di quel amore di cui voi al contrario non ne siete capaci. Ma voi , cinici di m....a non ve ne frega niente e preferite criticare piuttosto che ammettere che non avete cuore e sicuramente neanche per i bambini tanto citati o problemi sociali che vi stanno tanto a cuore a cui gli animali sottraggono così tante importanti risorse!!! Siete ridicoli.

MMARTILA

Lun, 01/10/2012 - 09:40

Salviamo gli animali del e dal circo, ma ancor prima rendiamo inoffensivi tutti i decerebrati "brambilliani", lei per prima.

GiuliaG

Lun, 01/10/2012 - 14:58

@flashpaul, che discendiamo dalla scimmia, lo dica per lei.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 01/10/2012 - 18:21

ma questa carotina spennacchiotta per apparire le spara sempre più grosse? Le hanno dato delle opportunità che si è giocate, hanno commesso più reati loro che l'insieme di un carcere di massima sicurezza, a Montichiari poco più di qualche mese fa e non risulta nemmeno indagata!(?) Adesso è il turno dei circensi,unico svago pulito rimasto, per i piccoli, almeno. La storia degli animali fa presa sulle persone modeste (io sono quello che incontra la vipera e la lascia vivere)ma non esageriamo: - oltre alla fame, le tasse, i balzelli e quant'altro, lasciateci almena panem et circensis....!

Ritratto di niki 75

niki 75

Lun, 01/10/2012 - 21:45

Questa povera insipiente cattiva rappresentante delle donne attive ,fattive e concrete, non ha altro da fare che cercare di mettersi in evidenza facendo leva, in modo ridicolo e sdolcinato, sulla difesa degli animali; dimenticando quanto siano più gravi i problemi che molto più concretamente affliggono l'umanità.

ZannaMax

Mar, 02/10/2012 - 08:21

Qualcuno la mandi a casa! Senza pensione o altro è ovvio!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mar, 02/10/2012 - 08:47

ora fatele leggere questi commenti, vi ringrazierà ed andrà a nascondersi.

fiorentinodoc

Lun, 22/12/2014 - 19:37

caro silvio togliti di mezzo certi personaggi.questo animalismo fanatico non porta da nessuna parte.solo perdita di consensi