Gorizia, bomba molotov contro un centro di accoglienza

A Turriaco rinvenuta una bottiglia esplosiva vicino alla struttura che si prepara ad alloggiare dodici richiedenti asilo. Minacce al sindaco

È un brutto segnale quello che arriva dalla provincia di Gorizia, dove una bomba molotov è stata ritrovata vicino ad un edificio destinato a fungere da centro di accoglienza per migranti. Un segnale che deve fare riflettere e che soprattutto preoccupa.

Come riporta il quotidiano di Trieste il Piccolo, nel Comune di Turriaco è previsto l'arrivo di dodici migranti. Tuttavia qualcuno non ha gradito la novità e così, coperto dall'anonimato, ha pensato bene di inviare una lettera di minacce al sindaco Enrico Bullian. Inoltre nei giardinetti antistanti ai locali che ospiteranno i richiedenti asilo alcuni abitanti hanno rinvenuto anche una bottiglia molotov.

Preoccupati, i residenti hanno immediatamente allertato le forze dell'ordine, subito intervenute con una pattuglia dei carabinieri di San Canzian d'Isonzo, personale della Digos di Monfalcone e del nucleo degli artificieri, impegnati a disinnescare l'ordigno esplosivo.

Inequivocabile il messaggio contenuto nel messaggio minatorio indirizzato al primo cittadino: "Salterai tu e gli immigrati". Non si tratta nemmeno della prima lettera, ma della replica di un'analoga missiva inviata al sindaco una decina di giorni fa.

Diversamente da quanto deciso nella prima occasione, stavolta Bullian ha scelto di sporgere denuncia, senza però modificare la propria agenda pubblica.