Il grande assalto al buffet di Stato che imbarazza M5s

Le mani su Rai e Ferrovie

Siamo alla grande abbuffata, talmente grande da far sembrare uno spuntino quelle della prima e seconda repubblica. Il nuovo che avanza è più affamato e famelico di chi lo ha preceduto nella lottizzazione e nello sperpero di risorse pubbliche del paese. Di Maio è bulimico di poltrone e Salvini, non volendo rischiare di trovarsi con il frigorifero vuoto, marca a vista il socio rivale. Un vero spettacolo, sembra l'assalto al buffet dei parenti invitati alla cresima del figlio: bocca piena e mani unte, con cibarie che spuntano anche dalle tasche perché non si sa mai, magari a casa hai ancora un languorino allo stomaco da soddisfare. Il tutto, ovviamente, con la faccia seria di colui al quale queste cose schifano, come dire: siamo qui per fare festa, non per mangiare.

Prendiamo la Rai, da sempre madre di tutte le lottizzazioni che Cinquestelle e Lega avevano giurato di volere stroncare. In teoria il rinnovo dei vertici dovrebbe funzionare così: il ministro dell'Economia, principale azionista (in questo caso Tria), di intesa con il presidente del Consiglio nomina il direttore generale che a sua volta, insieme ai consiglieri di amministrazione e in assoluta autonomia, sceglie i direttori di rete e dei telegiornali in base a criteri di competenza e capacità. Questo in teoria. Vediamo la pratica. Da giorni Di Maio, per lo più nottetempo e senza alcun titolo, riceve una pletora di candidati amici e simpatizzanti per valutare il loro grado di affidabilità politica. I requisiti? La fedeltà assoluta, càpiti quel che càpiti. Nelle prossime ore i due - Di Maio e Salvini - si vedranno per scambiarsi le figurine: questo a me e questo a te, sapendo che il direttore generale vale due direttori di rete e che per avere il direttore del Tg1 devi cedere almeno due caselle. Alla fine del gioco andranno da Conte e da Tria a dirgli cosa fare, senza che questi possano ovviamente eccepire alcunché, marionette in mano ai loro burattinai.

Va tutto bene, siamo uomini di mondo. È chiaro che funziona così. Ma allora perché giurare e promettere che può funzionare diversamente? Perché nelle stesse ore in cui banchettate pensate di potere distrarre l'opinione pubblica con l'annuncio della vendita «dell'aereo di Renzi», per strappare l'applauso, ben sapendo che quell'aereo sciagurato (il caso lo sollevammo noi del Giornale) non può essere venduto perché non è vostro ma è un leasing che va, purtroppo, comunque pagato anche se lo disdettate? Ve lo dico io. Fate tutto questo perché pensate che siamo dei fessi. Ma non è così, e avanti di questo passo ve ne accorgerete.

Commenti

Dordolio

Ven, 27/07/2018 - 18:26

Sallusti, ma hai realizzato che il presidente sarà Foa, uomo straordinario e LIBERO, vicinissimo al Giornale? Ma che razza di articolo ti è uscito fuori? E speriamo che dopo la cappa plumbea di DECENNI di stampa omologata chi governa porti aria nuova. ORA SONO ARRIVATI GLI ALTRI.

edo1969

Ven, 27/07/2018 - 18:32

Sallsuti mangia a sbafo coi soldi di Berlusca

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 27/07/2018 - 18:40

Ella, egregio Direttore, ha giustamente osservato, come è stato anche in passato, che la politica è fatta di occupazione di spazi di potere ma questo vale per tutti: da FI per finire al PD. Probabilmente, tuttavia, la cosa importante è l'onestà intellettuale che dimostreranno i manager prescelti e, su questo, non si può che posticipare ogni giudizio. Certamente non fanno onore gli attuali dibattiti che si svolgono a RAI3, La7 e SkyTG24, immancabilmente orientati, a suon di ospiti "de sinistra" numericamente prevalenti.

piero41

Ven, 27/07/2018 - 18:45

Quale curriculum hanno i prescelti? che capacità manageriale possono garantire? chi e come ha giudicato la esperienza dei candidati?

INGVDI

Ven, 27/07/2018 - 18:47

Purtroppo fessi lo sono molti italiani, tutti quelli che approvano questo governo che li vuole fare fessi. Riuscendoci.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 27/07/2018 - 19:12

La cupidigia è la madre di tutti i vizi; è sempre stato così. La peggiore ipocrisia consiste nel dire di essere migliori ma di essere in realtà simili a tutti quelli che li hanno preceduti. Forza Italia e shalòm.

Ritratto di jacques211

jacques211

Sab, 28/07/2018 - 00:48

HO LETTO LE PRIME RIGHE E DEVO DIRE, CARO SALLUSTI, CHE CONTINUI A NON CAPIRE NIENTE O MEGLIO, CHE CONTINUI A NON VOLER CAPIRE NIENTE. E' LA SINDROME DA BERLUSCONI CHE, ASSIEME A LUI, TI CONDURRA' PRIMA O POI GIU' DAL PRECIPIZIO. NON E' UN AUGURIO. CI MANCHEREBBE ALTRO. E' SOLO UN' AMARA, TRISTE CONSTATAZIONE.

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Sab, 28/07/2018 - 07:07

Ma se vi hanno dato la Commissione di vigilanza della RAI e persino la Presidenza della RAI!!!!! Che rosicamento inutile e osceno, Sallusti!!!! E poi, nel merito dello spoil system in atto, speriamo che ci sia davvero e sia totale, alla maniera di Renzi, guai se non fosse così. Via tutti i sinistri, aria nuova. Ci interessa il rinnovamento, non importa quante lacrimucce scenderanno dalle gote dell'ancient regime.

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Sab, 28/07/2018 - 08:05

direttore sallustri...va bene essere schierati ma lei perde ogni barlume di credibilita'ci dica allora I presenti quando attacca Lega e 5 Stelle su tutto, anche quando un giornalista che collabora al Giornale viene nominato alla RAI....

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Sab, 28/07/2018 - 08:11

direttore sallustri...va bene essere schierati ma lei perde ogni barlume di credibilita'!attacca Lega e 5 Stelle su tutto, anche quando un giornalista che collabora al Giornale viene nominato alla RAI. Che tristezza

Cheyenne

Sab, 28/07/2018 - 10:08

sono basito si nomina una persona competente, nuova, libera e comunque vicina a Berlusconi e al centrodx e si ha il coraggio di protestare? Quando renzi lottizzava tutto, nessuno ha parlato. Incredibile.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 28/07/2018 - 11:21

---foa ---il sovranista tutto d'un pezzo --pappa e ciccia con salvini e con Dettori junior---amico di quel Steve Bannon- il guru sovranista già vicino a Donald Trump---cacciatore implacabile di fake news come egli si proclama ---ma che due colossali fake news le abbia divulgate proprio lui--su questo tace---swag--immagino la rai fra qualche mese---forse rinuncerà pure al colore---per tornare rigorosamente in bianco e nero come il mai dimenticato ed ancora agognato da alcuni--"istituto luce"---

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Sab, 28/07/2018 - 11:26

Direttore, sia indulgete. I quadri dirigenti del 5stelle sono in maggioranza come gli imbucati ai pranzi di nozze per abbuffarsi. Gente senz’arte né parte, candidata via internet, provenienti dai cespugli rossi che gli elettori hanno tenuto fuori dal parlamene o parcheggiati nei centri (a)sociali in attesa di potere menare le mani... Individui, tutti, che sognano la dittatura del proletariato e, con essa, già si vedono commissari del popolo, sempre nullafacenti ma finalmente con il portafoglio pieno.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Sab, 28/07/2018 - 12:52

@Risorgeremo (Sab, 28/07/2018 - 07:07) – «Via tutti i sinistri»?! È, per caso, appena sceso da Marte, il pianeta rosso, via la luna rossa di ieri sera? Solo così riesco a spiegarmi la sua perentoria affermazione. Piovuto da tanto rosso, non vede l’estremo sinistrume, rosso, che si è riciclato nel 5stelle e gonfiando il risultato elettorale del fondatore di comunismo padano. Grazie a Grillo e Salvini, per la prima volta, in Italia, i sinistri, che più sinistri non si può, hanno in mano il parlamento e il governo di questo Paese. Il «nuovo che avanza»... a ritroso, come il gambero!