Ma una grande impresa può salvare il Paese

Ammazza com'è largo il fronte antiolimpionico. Ma che dobbiamo fare a questo punto, rassegnarci a morire, spararci, accettare come ineluttabile il declino?

Ammazza com'è largo il fronte antiolimpionico: da Salvini a Crozza passando per mezza Italia, più i soliti inglesi. L'argomentazione è inoppugnabile: ma come fa un Paese scassato come il nostro, incapace da anni di intraprendere un'opera pubblica di rilievo, in preda alla mafia e dintorni, a ospitare i Giochi olimpici, per giunta a Roma e Napoli? Verissimo, ma che dobbiamo fare a questo punto, rassegnarci a morire, spararci, accettare come ineluttabile il declino?

Questo Paese non si salva se non tenta una grande impresa. Il viatico ce l'offre un poeta pazzo e tedesco, Holderlin: «Là dove cresce il pericolo là cresce quel che salva». Bisogna costeggiare l'abisso per mettersi in salvo, non abbiamo altra scelta che il pericolo. Certo, Renzi è un formidabile annunciatore, tutta la sua carriera è fondata sull'annuncio e la ventata di ottimismo che produce, anche surreale, un po' puerile e tanto furbo. 

Candidare Roma nel 2024 non vuol dire poi vincere, ma solo provarci e intanto incassare consenso sull'ennesimo trailer. Però tra gli spot un po' fanfaroni di Matteo, che perlomeno tirano su il morale all'Italia e le prospettano un futuro e gli annunci funebri di BeccaMonti che stroncò sul nascere la candidatura olimpionica dell'Italia per il 2020, preferisco il primo. 

È come la scommessa secondo Pascal: col primo hai due possibilità, una, grande, di fallire, e una, piccola, di farcela e intanto rimetti in moto il Paese. Col secondo ne hai solo una: tentare di evitare il baratro scegliendo il feretro.

Commenti

Gianni Cinarelli

Gio, 18/12/2014 - 17:16

Sono d'accordo. Essenzialmente per due motivi: primo il settore sportivo in generale è stato da sempre uno dei pochi nei quali ci siamo sempre abbastanza distinti positivamente anche per quanto riguarda l'organizzazione delle diverse manifestazioni. E ciò ci è riconosciuto anche all'estero. Secondo perché credo che rischi e pericoli di corruzione, interessi malavitosi e quant'altro avrebbero, una volta tanto, vita dura considerato l'alto grado spazio-temporale di verifiche e controlli possibili e, si spera, probabili. Potrebbe insomma essere veramente una buona occasione di visibilità e riscatto come paese e come popolo.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 18/12/2014 - 18:11

Visibilità internazionale (sic)! Come una bella donna, elegante, profumata, ingioiellata e con l'AIDS.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 18/12/2014 - 18:18

Non ci sono dubbi, Viva le Olimpiadi 2024. Ben vengano, sono una Befana, carica di soldoni, che spero siano ancora Euro (da noi pilotati). Che Renzi riesca presto nelle tante attese riforme, perché rimettere in discussione tutto, mi (ci) è fortemente indigesto. Intanto, il progetto Olimpionico 2024 va a 'faciolo'. -ripr.ris.- 18,18 - 18.12.2014

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 18/12/2014 - 18:41

I conti dei mondiali di calcio del ’90 organizzati in Italia li paghiamo ancora adesso: 61 milioni di euro nel bilancio 2014 dello Stato, 298 milioni di euro negli ultimi cinque anni. Sono i soldi dei mutui sugli stadi costruiti per il Mondiale, uno scandalo nello scandalo. Prima di andar dietro a Renzie per Roma 2024 sarebbe il caso di ricordarsi che cosa si è combinato quando abbiamo organizzato l’ultima grande manifestazione sportiva mondiale. I Mondiali costarono 7.230 miliardi di lire (6 miliardi dello Stato), ( = 3,74 miliardi di euro pari a 7 miliardi di euro di oggi. ) Vogliamo indebitarci fino al 2099 per Roma 2024 ? PS tutti gli stadi costruiti a debito hanno avuto gravi problemi....

galerius

Gio, 18/12/2014 - 18:58

Mi dispiace ma io delle Grandi Imprese diffido per principio, sono per il "poco ma bene".

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 18/12/2014 - 19:32

E' vero Caro il mio Veneziani e coi romantici come lei si potrebbe declamare che "l'antico spirito guerrier non è ancor morto!" Io ci sto. Poi mi vedo europei, inglesi, americani e lo mondo intero fissarmi severi alla parola "guerrier". Poi smettono di essere severi ed ammiccano un sorriso ironico. Mi vengono alcuni dubbi.

il_viaggiatore

Gio, 18/12/2014 - 19:53

Egr. Sig. Veneziani, 20 anni fa sarei stato d'accordo con Lei. Adesso la penso diversamente: per andare sulla Luna bisogna avere prima i bagni pubblici in ordine in tutte le strade. Con questo voglio dire che PRIMA si ottiene un livello decente nelle infrastrutture e nell'ordinaria amministrazione, e POI si può fare il passo lungo. Un'ora fa stavo alla stazione di Bologna. Annuncio ritardo: "Il treno AV.... è in ritardo per furto di cavi di rame sulla linea". Sbaglierò, ma si deve prima essere tutti d'accordo che ci si dà la mano e si collabora, altrimenti non c'è speranza; e per "tutti" intendo almeno un 95%. Ma a vedere quello che spunta dalle inchieste di questi giorni credo che forse col lumicino troviamo il 5% di onesti, e in questo contesto non c'è speranza. Saluti

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 18/12/2014 - 19:53

Agli scettici, ai pessimisti, rammento che ciò che fa muovere le montagne è l'entusiasmo. Gandhi si tirò dietro tutta l'India e dintorni con la potenza dello spirito. Tutti i grandi della Storia hanno, nel bene e nel male, portato alle stelle lo spirito di milioni di sudditi, anche se tiravano la cinghia come oggi non lo si può immaginare. Io plaudo ad ogni iniziativa che punti in alto, all'ideale. E cosa c'è di più grande delle Olimpiadi? Come pure, chi può essere più opportuno di Benigni per essere Capo dello Stato? Rifletteteci per bene. -ripr.ris.- 19,53 - 18.12.2014

fisis

Gio, 18/12/2014 - 20:08

Quest'Italia ripiegata e avvilita dubito che sia capace di grandi imprese. Una grande impresa avrebbe bisogno di un Uomo (o di una Donna) che fungesse da leader forte e disinteressato, che guidi e indichi alle masse un traguardo. Non se ne vedono nell'orizzonte della pochezza politica italiana. Nè a sinistra, nè in una destra ormai disfatta e disgregata.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 18/12/2014 - 20:09

Penso che ogni impresa, ogni lavoro, ogni tutto, va iniziato dalle basi. Non è possibile pensare di costruire un grattacielo e non si hanno ne capacità ne i mattoni per fare una stamberga. Significa essere fuori dalla realtà, e sognare, seppur bello, quando ci si sveglia ci si fa male. Renzi and company sembrano dei sognatori che vorrebbero costruire un grattacielo iniziando dal tetto. Fanno solo paura.

Gianni Cinarelli

Gio, 18/12/2014 - 20:16

Svevus(?, il capoluogo svevo ha deciso di organizzare almeno una manifestazione sportiva di campionato mondiale all'anno...Sinora gli introiti complessivi hanno sempre superato i costi. Figurati che negli anni novanta, quando iniziarono, hanno chiamato diverse volte Italiani per farsi aiutare. I mondiali di ciclismo del 92 p.es. videro il nostro impegno e la nostra fattiva, apprezzata collaborazione. Non è poi che per paura di sporcarle dobbiamo per forza tener le mani sempre in tasca. E non è nemmeno che nel paese di "mani pulite" non ce ne siano proprio più. Io conosco ancora molti connazionali competenti ed onesti. Allora smettiamola di lamentarci sempre e comunque. Renzianamente: forza e coraggio.

Giacinto49

Gio, 18/12/2014 - 20:28

Spero, intanto, che si riesca a recuperare la magra figura fatta con i preparativi di Expo 2015.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 18/12/2014 - 21:12

@Svevus- Lei è dotato di sano spirito di realismo. Evidentemente molti hanno dimenticato il Delle Alpi demolito, i 15 miliardi di lire per una stazione ferroviaria usata solo per 4 giorni, le costruzioni iniziate e mai finite, i debiti che stiamo ancora pagando per Italia 90. Secondo Veneziani si rimetterebbe in moto il Paese, sì, verso un'altra voragine di debiti.Evidentemente l'Italia non produce più santi e navigatori, ma un nutrito numero di visionari.

il_viaggiatore

Gio, 18/12/2014 - 21:41

Con lo "spirito guerrier" degli italiani si può organizzare al massimo il tresette col morto.

atlantide23

Gio, 18/12/2014 - 22:49

Questa volta non sono d'accordo col dr. Veneziani, perche'per TENTARE di far uscire l'italia dal baratro in cui e' precipitata bisogna fare tabula rasa di TUTTA la classe dirigente, perche', con quella che abbiamo non siamo credibili in alcuna parte del mondo .Come fare ? Basterebbe votare con chi nelle parole e nei fatti, nei limiti del possibile, dimostra di essere fuori dal girone infernale della Casta. Peccato che nel nostro paese non si dia piu' voce alla gente.

sphinx

Ven, 19/12/2014 - 08:02

E' vero:"Bisogna costeggiare l'abisso per mettersi in salvo", ma per costeggiare l'abisso ci vogliono grandi Capitani. Noi chi possiamo vantare? marinai della domenica e un capitano che gonfia le nostre vele sbrindellate con vento di pancia!

brunog

Ven, 19/12/2014 - 08:06

E' dalle piccole cose che si vede un grande paese, in altre parole le olimpiadi saranno un'altra ipoteca sulle generazioni future. Caro Veneziani, la sua proposta non ha nessun senso.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 19/12/2014 - 08:58

E' vero, Veneziani. L'Italia ha sempre dimostrato di sapersi rialzare dopo le grandi batoste. Ma questa volta non sarà così facile, Abbiamo il nostro corpo minato all'interno da una strisciante ma evidente malattia che ci frena i gangli del pensiero e dell'azione: il comunismo. Ne siamo pervasi e più tentiamo di reagire più la malattia avanza. Delle due una. O ci abbandoniamo rassegnati ad una fine lenta e prevedibile o proviamo a reagire in forma molto, ma molto più forte ben sapendo che nulla è garantito...unus sed leo.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 19/12/2014 - 09:43

Allora siamo senza speranza? A leggere i commenti dovremmo forse costruire solo carceri? Se tra dieci anni abbiamo idea che tutto sarà come oggi dovremmo chiudere per lutto come termina il cucù.

onurb

Ven, 19/12/2014 - 11:10

Non sono d'accordo con Veneziani. L'Italia è oramai un feretro sull'orlo del baratro. Con le olimpiadi ci toglieremo lo sfizio di avere un funerale in pompa magna, di prima classe.

onurb

Ven, 19/12/2014 - 11:22

Dario Maggiulli. Ammiro il suo entusiasmo, ma prima di pensare a fare nuovi debiti dobbiamo provare a ridurre quello che lo stato ha, in lire 4 seguito da 15 zeri: impronunciabile. Sono le manie di grandezza che portano alla rovina, e noi stiamo lasciando ai figli e ai nipoti un'eredità che essi si devono, purtroppo, accollare. In questo caso non esiste accettazione dell'eredità con beneficio d'inventario. Quanto a Benigni PDR la prendo per quello che è: una battuta che, francamente, non fa nemmeno ridere.

edo1969

Ven, 19/12/2014 - 11:36

Dr. Veneziani, un solo piccolo appunto: si scrive Hölderlin, non Holderlin. O Hoelderlin se le manca l'Umlaut sulla tastiera.

tzilighelta

Ven, 19/12/2014 - 11:44

nel 2024 il futuro presidente del consiglio, come auspicato da tanti lettori del Giornale Matteo Salvini, siederà in tribuna d'onore, e lo voglio vedere quando a vincere i 100 metri sarà il negretto o la negretta più veloce di un padano di razza bianca, come Adolfino con Jesse Owens nel 1936, che brutta figura, meglio lasciare perdere, e poi Carminati e Buzzi nel 2024 avranno di sicuro raffinato le loro tecniche, le olimpiadi saranno organizzate direttamente dai rom, dal camper!

Zizzigo

Ven, 19/12/2014 - 12:53

Carissimo Veneziani, purtroppo noi stiamo camminando sul vuoto dell'abisso... non siamo sull'orlo e se non si riesce a capire la situazione, si continuano a nutrire vane speranze per un Paese morto. Per risorgere occorrerà l'"uomo del miracolo", ma non certo Renzi! AUGURI.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 19/12/2014 - 13:42

Mi convinco sempre di più che 'l'apprendimento', lascia il tempo che trova. Nel senso che ogni 'testa' ha una sua personalissima 'concezione' delle 'cose'. Ogni scelta è dipendente da una struttura chimica che riconosce soltanto i suoi geni. -- Quanti si schierano nella posizione ideale della dinamica esistenziale, come me e MV, appartengono ad un emisfero sensibile che è cromosomicamente assente fra quanti sono schiavi del puro calcolo contabile. La prudenza che questi invocano nell'investire risorse materiali che non si vedono all'orizzonte è decisamente una pulsione negativa, in quanto presumono di impossessarsi del Fato, anteponendosi al 'Grido Divino'. La cicala e la formica, ci insegnano che le formiche non potranno mai far risuonare nelle incantevoli pinete mediterranee il più grande concerto sonoro della Natura, come mi è spesso capitato alla Feniglia dell'Argentario. Le formiche mi hanno invece fatto ricorrere sempre all'insetticida. -ripr.ris.- 11,54 - 19.12.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 19/12/2014 - 13:57

@edo1969- La ringrazio per averci stimolato a superare la nostra pigrizia grafica,ma credo che chi conosce Holderlin sappia anche come si pronuncia,con o senza la dieresi; io ho tentato di seguire il suo consiglio,ho armeggiato sulla tastiera, ma come si vede con scarsi risultati,però mi riprometto di perseverare nei tentativi.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 19/12/2014 - 15:10

Rom nun fa la stupida…Malgrado si tratti del 2024, pare davvero improvvido – quantomeno – candidare Roma a sede dei giochi olimpici. Soprattutto, alla luce delle tristi esperienze pregresse e del mare di feccia ancora in fase di messa in luce, bel lontana da quella della messa in condizione di non nuocere più. Nella tempistica giudiziaria, come gioco di fondo e resistenza, siamo tra i campioni del mondo, e nel momento della eventuale dannata scelta di Roma e l’ avvio dei lavori, saremo ancora in alto mare ad annaspare tra i rimpalli delle responsabilità. Tra l’ altro, una classe mafiappaltatrice nuova di zecca è già pronta a sostituire quella scoperta oggi. Il sistema è sempre e solo quello ed è radicato, i politici pure, gli amministratori e burocrati, invece, anche: il disegno di legge anticorruzione è una burletta da regolamento condominiale, anzi, da pernacchio. E vedremo all’ arrivo, poi, se, anzi, come sarà il solito aborto legislativo

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 19/12/2014 - 15:12

si che sarebbe bello organizzare le olimpiadi di canottaggio a varese però anche tav, expo, ripristinare i navigli a milano, mose...o anche solo costruire parcheggi silos nelle citta per levare le auto da strada e allargarle per il traffico commerciale e leggero sarebbero grandi opere.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 19/12/2014 - 15:37

Caro dottor Lamacchia, come sempre lei centra il bersaglio.Anche il disegno di legge anticorruzione è stata definita per ciò che veramente è: un inutile e ridicolo cerottino su un'estesa ferita,solo per dare l'impressione di un fervoroso attivismo,che altro non è che una forma d'ipercinesia ingannatrice.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 19/12/2014 - 16:22

La cicala si nutre della linfa degli alberi e a tal scopo possiede una proboscide; ha la testa tozza, con tre ocelli e due occhi composti, con vista eccellente. I predatori della cicala sono rappresentati da cavallette e uccelli; nella vita ipogea dalle talpe. Alcune teorie immaginano che i cicli vitali molto lunghi, fino ad un massimo di 17 anni, in cui la larva vive nel sottosuolo, servano per spiazzare i predatori. Non è chiaro però come dopo tanti anni riescano ad emergere tutte contemporaneamente, una teoria sostiene che abbiano un orologio naturale che permetta di contare gli anni.[senza fonte]

Agev

Ven, 19/12/2014 - 17:01

Noi siamo Qui per creare ricchezza materiale che diviene ricchezza "spirituale "..Tutte le nostre energie/potenze possibilità/probabilità sono nel Qui ed Ora per creare ricchezza non per distruggere . Va bene Egregio Veneziani una Olimpiade per crescere e creare possibilità .. Ma la vera grande/semplice impresa è mettere mano alla reale situazione che ha creato volutamente miseria in Italia ed Europa .. Tutto il resto sono sciocchezze. Riprendersi la sovranità Nazionale svenduta alla BCE .. Azzerare il debito pubblico ..una vera bufala .. Azzerare tutti i debiti ..Sono il frutto di una reale truffa economica/finanziaria ..Chiudere Equitalia ..Azzerare le tasse ..Basta un aliquota del 20% sul fatturato reale ..In realtà le tasse ed il cosiddetto debito sono solo strumenti di tortura e reale schiavitù. I reali soldi delle tasse non rimangono in Italia ma vanno nelle tasche di chi ha creato questo sistema finanziario criminale .. Il resto verrà da se . Gaetano

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 19/12/2014 - 17:17

Ma come vi si indica la luna e tutti a discutere del dito.............Allora abbiamo rinunciato ad essere un paese "normale"! Tutti bravissimi a fare diagnosi ma la responsabilità della terapia nessuna se la vuole prendere.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 19/12/2014 - 18:32

E rimprovera noi perché non vogliamo prenderci la responsabilità della terapia? Il paese tornerebbe 'normale' con le Olimpiadi, secondo lei? E' questa la sua terapia? Senza neanche costruire le carceri? Ma si è letto il commento del dottor Lamacchia? Forse le è sfuggito e allora su, da bravo, vada a cercarlo.

Gianni Cinarelli

Ven, 19/12/2014 - 19:25

Caro Maggiulli, anch'io nella favola antica, sto dalla parte della cicala, che diversamente dalla formica, non vende ma regala. Per gli scettici: si tratta (soltanto) di passare dall'idea del ricatto della P2 a quella del riscatto delle 2P. Ovverosia dell'Italia come Paese e Popolo. Occorre (soltanto)un po' di fantasia e di ritrovato coraggio e di far largo agli onesti competenti!

Ritratto di Euterpe

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 19/12/2014 - 19:50

Per completare lo scenario che mi si parava davanti nel mese di Agosto, approdando col gommone sulla desertica spiaggia immacolata della Feniglia a Port'Ercole, inoltratici nella vicina Pineta, proprio come nel film di James Bond ed Ursula Andress, quello che dalla riva pareva essere un brusìo di lontane cornamuse, ecco, varcata la soglia, dall'alto di una immensa cupola ombrosa di secolari pini, migliaia di cicale inebriare l'aere (obbligatorio lemma poetico) con il loro celestiale frinire. Ma per saperne ancora di più, al successivo. 16,14-19.12.2014

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 19/12/2014 - 19:50

Proprio per aver letto il commento di Michele.lamacchia ho espresso il mio! È interessante come la stessa opinione possa provocare atteggiamenti agli antipodi. Comunque qualche carcere in più andrebbe certamente costruito. Negli USA i carcerati sono 2500000 (milioni e mezzo) con circa 300000000 di abitanti in Italia 50000 con 60000000! Lì di olimpiadi ne hanno ospitate quattro o cinque. Buon week end.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 19/12/2014 - 19:51

Gentile Euterpe forse noi non siamo mail. Stati un paese normale.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 19/12/2014 - 19:54

LE CICALE ------------ Sono di colore marrone scuro o verde e hanno una lunghezza variabile tra 2,3 e 5,6 cm. I maschi portano sotto l'addome un organo stridulatore, mentre le femmine emettono un suono secco con le ali, simile allo schioccare delle dita (non facile da udire come nel maschio): esso permette al maschio di individuarle. "Frinire" è il verbo con cui si indica il suono caratteristico emesso dalle cicale. L'apparato sonoro è costituito da lamine (timballi) tese da tendini che le collegano a muscoli, sui lati dell'addome; per produrre il suono l'insetto fa vibrare le lamine e camere d'aria provvedono alla risonanza. Non si tratta quindi di un suono prodotto da sfregamenti di parti del corpo. segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 19/12/2014 - 19:57

Dopo circa 24 ore la femmina depone le uova su ramoscelli o sterpi. Le larve, appena nate, danno inizio alla loro vita sotterranea o ipogea che può durare anche qualche anno (in una specie arriva a 17 anni). Giunti alla maturità, i giovani individui (già molto simili agli adulti, ma privi di ali, con due zampe anteriori adatte allo scavo del terreno) escono dal suolo e cercano un albero dove arrampicarsi ed effettuare la muta. Lasciano definitivamente l'involucro ninfale e, dopo qualche ora, sono pronte per il primo volo. Dapprima verde-azzurro, dopo qualche ora l'insetto assume la livrea marrone definitiva. La cicala si nutre della linfa degli alberi e a tal scopo possiede una proboscide; ha la testa tozza, con tre ocelli e due occhi composti, con vista eccellente. I predatori della cicala sono rappresentati da cavallette e uccelli; nella vita ipogea dalle talpe. segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 19/12/2014 - 20:00

Alcune teorie immaginano che i cicli vitali molto lunghi, fino ad un massimo di 17 anni, in cui la larva vive nel sottosuolo, servano per spiazzare i predatori. Non è chiaro però come dopo tanti anni riescano ad emergere tutte contemporaneamente, una teoria sostiene che abbiano un orologio naturale che permetta di contare gli anni.[senza fonte] -- Questa trovata dei mille caratteri è bestiale - ripr.ris.- 20.00 - 19.12.2014

il_viaggiatore

Ven, 19/12/2014 - 22:16

E sproloquiamo sulle cicale. No, non va. E' un'altra forma di razzismo. Sigg.ri Veneziani, Maggiulli, Cinarelli: non funziona! Gli italiani non possono sperare di essere diversi dagli altri popoli. Non possono sperare che l'arronzo, l'improvvisazione e l'ignoranza si trasformino magicamente in fantasia. I Paesi che funzionano vanno avanti perché pianificano a lungo termine, perché investono sui giovani, FORMANDOLI alla cultura e all'educazione civica. In Italia questo non avviene, i giovani sono appendici dei genitori, e l'autorità è riconosciuta solo all'età. Ribadisco: così si fa solo il tresette col morto, niente di più.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 19/12/2014 - 23:04

Non so come saranno organizzate le Olimpiadi e se le faranno. So che non saranno come quelle del 1960. Le normative sulle sicurezza, i nuovi standard edilizi e igienici, le mutate abitudini, la diversa sensibilità archeologica e il Mondo così cambiato in 64 anni non permetteranno il ripetersi della 'sorpresa' di quella tarda estate di 54 anni fa. Quando ancora ci sorprendevamo e ci emozionavamo di fronte alle novità e ad una atmosfera così festosa, a distanza di soli 15 anni dalla fine della guerra, nei pomeriggi settembrini e delle serate indimenticabili tra i ruderi illuminati dai fari dell'esercito. Eravamo felici. 'Sapevamo' essere felici. Mi dispiace di non averle viste!

insubres

Ven, 19/12/2014 - 23:07

wikipedia, la cicala e il cucù. ultimamene i cuculi toccavano l'italia in doppia migrazione prima primaverile e poi tardo estiva, ora vedo che sono stanziali. uccelli noti per depositare un uovo nel nido di altri uccelli che inconsciamente allevano prole non loro.

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Sab, 20/12/2014 - 05:49

buche nelle strade (e paghiamo il bollo di circolazione), vigili inefficienti (e li paghiamo), viabilità dell'altro secolo, trasporti pubblici cittadini con rapporto qualità/prezzo da terzo mondo (prendete un bus in Germania se non ci credete)....mi fermo qui solo per dire: perchè le Olimpiadi con tutte queste priorità?? E lo dico perchè le ultime Olimpiadi invernali di Torino NON hanno risolto nemmeno uno dei problemi. Saluti

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/12/2014 - 07:15

Per carità! La pianificazione è una delle mani di Dio, l'altra, è quella dello Spirito Santo che aleggia prioritariamente sulla testa dei viventi. Ad majora. -ripr.ris.- 7,15 - 20.12.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 20/12/2014 - 09:39

Suvvia, signor brunodoimo, non si lamenti, può sempre consolarsi col canto delle cicale, ed anche gratis...

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 20/12/2014 - 11:11

Carissimo Dario, non scomodare addirittura Dio e lo Spirito Santo per la pianificazione! Per quel poco che so della mia 'formazione' architettonica, ti posso assicurare che uno straccio di pianificazione, su questa Terra, è possibile! Basta essere un minimo previdenti, un tantino coraggiosi e avere il governo giusto. E, soprattutto, 'credere nella società'. Non so se in Italia è possibile. Forse per questo, qui da noi, ci sono così tanti Santuari: per compensare l''asocialità'?

Gianni Cinarelli

Sab, 20/12/2014 - 11:28

Usava dire: mi vergogno come un ladro ed in tale espressione era già insito il proprio cambiamento. Usa dire: mi vergogno per il (prossimo, cittadino, politico... paese) ladro e non riesco a far altro che lamentarmi. E se iniziassimo a credere, (ri)sperare nell'alternativa e a far seguire le belle parole ed intenzioni dai fatti? Come? Magari cominciando da se stessi. e perché no, osservando poi "benignamente" il 7 comandamento e confidando ,oltre che nella Legge, prima di tutto nella propria coscienza. Che, in un certo senso e per l'uomo libero, comprende , cara Euterpe, anche il canto della cicala. Lo dice uno che nella sua vita è (stato)... una formica.

xbando

Sab, 20/12/2014 - 12:11

Caro Marcello, ho sempre letto anch'io che le grandi opere riescono a rilanciare l'economia di un paese. Non sono esperto, ma se davvero servisse credo che prima delle olimpiadi ci sarebbero moltissime altre opere da lanciare, con investimenti ben più massicci.... sto parlando della manutenzione dell'italia: strade, ponti, ferrovie. Un piano solo per risolvere il problema delle buche sulle strade in tutta Italia basterebbe a rilanciare l'economia, nè più nè meno di nuove realizzazioni che servirebbero a poco, se non a far arricchire i soliti pochi. Ma si sa, riempire buche non fa entusiasmare nessuno........purtroppo ho letto tardi l'articolo, e penso che pochi leggeranno questo commento.

maxkent

Sab, 20/12/2014 - 14:54

È il solito fumo negli occhi, o benaltrismo se preferite. Chissà perché tentare una sorte improbabile fra 10 anni e non invece dimezzare le tasse fra dieci giorni?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 20/12/2014 - 14:56

@Gianni Cinarelli- Io ho la coscienza pulitissima riguardo al settimo comandamento, e come me credo tanti altri, per cui non mi sento in colpa e non accetto di essere colpevolizzata.Ascoltare il canto della cicala può essere una mia scelta e un mio piacere, ma in ambito privato, nel pubblico bisogna seguire l'esempio della previdente formica per poter poi permettersi dei battiti d'ala.D'altra parte mi sembra che aver ascoltato troppo a lungo le cicale e aver ospitato troppe uova di cuculo ci abbia condotto qui dove siamo, per cui è tempo di darci un taglio con le cicale e i canti delle sirene.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/12/2014 - 16:38

Ma la canta anche Mary Poppins -con un pizzico di zucchero, la pillola va giù, la pillola va giù- (per i pagani che rifiutano il canto delle cicale)

tonipier

Sab, 20/12/2014 - 16:40

" ESISTONO I MAGHI?" Il vero problema pulire tutte le fogne....il secondo grosso problema, ridare fiducia alle nostre coinvolte ISTITUZIONE.. dopo, ESISTONO I MAGHI?:::

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 20/12/2014 - 16:41

Caro Veneziani, se è vero che per salvare l'italia ci vogliono grandi imprese mi chiedo perché accontentarci delle olimpiadi. Perché non dovremmo tentare anche la conquista dello spazio? Non parlo della luna che è già stata conquistata ma di tutti i pianeti, e già che ci siano anche uscire dalla nostra galassia. Non dice solo Hoelderlin e Pascal, ma anche e sopratutto Maggiulli.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/12/2014 - 20:30

MAI PUBBLICATO - Oh, quanto sarebbe brutto il mondo senza il canto delle cicale, particolarmente come ve l'ho raccontata io 'all'Argentario'. Sembrava uno scroscio di potenza divina che si riversava sulla terra.! E, se non ci fossero le formiche? Potremmo dire altrettanto? Le riflessioni/contro, comunque, non tengono conto della mia precisazione delle 07,15. Particolarmente di quel 'prioritariamente'. Nella metafora, leggiamoci l'Armonia che (la cicala) lo Spirito Santo conferisce ai viventi tutti acchè possano provvedere a ben amministrare 'la terrestrità'. Come possiamo pretendere che gli Uomini siano in odore di santità se si nutrono di 'pane e cipolla', cioè di soli alimenti per la carne.? Ed ecco che con il canto delle cicale (lo Spirito Santo) 'risvegliarsi' in loro le qualità per una buona regola di vita. Ma, è così difficile? -ripr.ris.- 16,24 - 20.12.2014

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 21/12/2014 - 09:31

Una grande impresa, più importante e urgente delle olimpiadi, sarebbe, a mio avviso la deratizzazione della fogna.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 21/12/2014 - 09:34

... cicale, formiche, uomini che si nutrono di pane e cipolle ...; ma, sempre restando in tema di entomologia, che dire dello stercorario?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 21/12/2014 - 10:20

Preciso l'aforisma -nutrirsi di pane e cipolla- allude, in questo caso, al fatto che l'odore che si emana è quello di Satana, certamente non quello di Santità.(nel brano precedente) Avete provato mai a viaggiare su un filobus romano nell'ora di punta, affollatissimo di 'extra' con sciami di fetenzie varie, che ti si appiccicano addosso con i loro pestiferi odori cipollacei? - Anche questa metafora vuole significare che i bipedi che vedono sulla crosta terrestre soltanto l'opportunità di saccheggiare risorse 'mangerecce', e non i nobili colori dell'arcobaleno.... -ripr.ris.- 10.20 - 21.12.2014

Zizzigo

Dom, 21/12/2014 - 12:58

Passa un giorno, passa l'altro, mai non torna il prode Anselmo, perché egli era molto scaltro, andò in guerra e mise l'elmo. Mise l'elmo sulla testa, per non farsi troppo mal, e partì, la lancia in resta, a cavallo d'un caval... cercate (Giovanni Visconti Venosta) e leggetevi la fine... quella dell'Italia.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 21/12/2014 - 14:51

@Zizzigo- Delizioso componimento,solo che in fondo al nostro elmo non vi è un forellino,ma un buco enorme,e nonostante questo molti si illudono di poter pavoneggiarsi ancora con quell'elmo.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 21/12/2014 - 15:24

lo stercorario (vedi post delle 9:34) fa rima con diario

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Dom, 21/12/2014 - 20:16

cara Euterpe: non capisco ma mi adeguo....alla sua super-intelligenza e vaticinio. Mi stia bene, e dall'alto delle sue premonizioni, mi illumini d'immenso. Saluti

Beaufou

Lun, 22/12/2014 - 09:48

Caro Veneziani, l'espressione "cattedrali nel deserto" le dice nulla? Noi, a forza di cattedrali siffatte, abbiamo un debito pubblico di 2200 miliardi, su cui paghiamo fior di interessi. Soldi succhiati a chi lavora con la siringa. Lei, che ha una formazione classica, dovrebbe ricordare il motto "primum vivere, deinde philosophari"...quando saremo morti, le cattedrali ci serviranno a nulla. Vediamo di non morire dissanguati, poi penseremo alle Olimpiadi.

curiosity1

Lun, 22/12/2014 - 10:16

@svevus. Beh nel bilancio 2014 ci saranno pure 61 milioni di euro per i mondiali 1990, ma anche gli stadi e le infrastrutture costruite ci sono ancora! Per esempio mi risulta che Roma e Lazio paghino al Coni circa 3 mil all'anno a testa per giocare all'olimpico, più ci sono tutti gli incassi derivanti dalle altre manifestazioni sportive (rugby, atletica, ecc..) e non (concerti), quindi non solo costi ma anche ricavi!

Zizzigo

Lun, 22/12/2014 - 11:19

Carissimo Veneziani, lei dovrebbe sapere che per fare ripartire il paese occorre che la popolazione sia in grado di stimolarne la crescita. Vale a dire che finché la gente butta i propri denari in tasse esose ed inutili, non ci sarà richiesta di mercato e non ripartirà nulla (altro che gli 80 euro elargiti a chi non ne ha necessità). Anche se lo stato mette in piedi la fabbrica della torre di Babele, butterà solo altri quattrini! (e poi aumenterà solo la fabbrica della corruzione).

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 22/12/2014 - 14:08

@brunodoimo- Mi dispiace aver dato adito ad un piccolo equivoco; la mia ironia scherzosa non si rivolgeva a lei,perché concordo con il suo commento di sabato - 5,49,ma indirettamente a coloro che sembrano considerare il canto delle cicale come risolutore.D'altra parte credevo che i miei commenti precedenti mostrassero già la mia opinione riguardo a formiche e cicale.

Libertà75

Lun, 22/12/2014 - 15:55

Nessuno preferirebbe Monti a Renzi... Monti è stato il peggiori PdC che la storia repubblicana italiana abbia conosciuto... 100mila volte meglio Prodi/Berlusconi... Persino un inciuco tra loro 2 sarebbe andato meglio

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 22/12/2014 - 20:24

Cara @Euterpe, rigorosa nel pensiero e maestra nell'"autodifesa" (arti liberali e arti 'marziali'!), ne approfitto per mandarti un abbraccio e farTi gli auguri di Buon Natale e felice Anno Nuovo, così come alla cara @Rosella, tenace maestra di ottimismo 'fondato' (e non parolaio); auguri a @Tempus e @Michele la Macchia dei quali continuo ad apprezzare spesso gli interventi; e auguri ad @Agev (profondo, anche se non lo capisco) e a @Dario, (che capisco sempre meno, pur se con immutata stima). Auguri e felicità a tutti quelli che non ho citato, ai 'buontemponi' (spesso acuti!) e anche a quelli che (purtroppo) non cambieranno mai perchè non riescono ad ascoltare! Sperando che i 1000 caratteri del 2014 non diventino 500 nel 2015!

Agev

Mar, 23/12/2014 - 02:49

laurama .. In un Suo commento mi ha fatto conoscere questo meraviglioso passo scritto da Luigi Pirandello . E l'amore guardo il tempo e rise, perché sapeva di non averne bisogno . Finse di morire per un giorno, e di rifiorire alla sera, senza leggi da rispettare. Si addormentò in un angolo di cuore per un tempo che non esisteva. Fuggì senza allontanarsi, ritornò senza essere partito, il tempo moriva e lui restava . Semplicemente meraviglioso . Questo è il tempo del non tempo .. Ciò che resta è l'amore/gioia/bellezza che vive/vivrà/governerà in eterno il nostro mondo .. Pirandello l'aveva già compreso. Gaetano

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Mar, 23/12/2014 - 07:48

@euterpe: le chiedo scusa per il fraintendimento e la conseguente mia inutile digressione, ma francamente il commento lasciava spazio ad essere frainteso. Un sereno Natale, comunque e dovunque.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 23/12/2014 - 10:11

Oh, i danni che il buonismo causa.....!!!!!

geronimo1

Mar, 23/12/2014 - 14:07

Ma che cxxxxxe che leggo!"! Ghandi e le montagne, entusiasmo, ma dove vivono questi signori???? Ricordate che la botta decisiva alla Grecia l' hanno data le Olimpiadi.....

FDan

Mar, 23/12/2014 - 15:18

Chi è favorevole a (far finta di sviluppare) una candidatura per il 2024 dovrebbe andare a veder lo stato degli impianti costruiti in Piemonte per le Olimpiadi invernali del 2012. Poi se è ancora favorevole....

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 23/12/2014 - 17:15

Rosario, alle 20,24 di ieri, più che fare gli auguri, hai fatto le pagelle valutative che trovo dissacratorie, inopportune, non meritevoli di qualificata competenza. Hai incensato dissennatamente quanti meritano la sepoltura, addirittura accostando il santo con il demonio. Ti sarai sentito tanto solo e triste per sbarellare così preoccupantemente. Prova che le feste natalizie non facciano proprio bene. Prendi un buon amaro dopo un tiramisù. Coraggio, presto saremo nel 2015. 17,14 - 23.12.2014

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 23/12/2014 - 18:31

BRUTTI E STUPIDI..."Vi sono certi individui sul cui viso è impressa una tale ingenua volgarità euna tale bassezza del modo di pensare, nonchè una tale limitatezza bestiale dell'intelletto, che ci stupisce come mai siffatti individui abbiano il coraggio di uscire con un simile viso e non preferiscano portare una maschera" Arthur Schopenhauer...a buon intenditor poche parole; perdoni Veneziani, ma io non sono politicamente corretta, nè tantomeno, provo e subisco timore reverenziale, verso nessuno.PS FELIZ NAVIDAD para todos...gracias Marcelo.ore 18;30.

tzilighelta

Mar, 23/12/2014 - 19:08

bene, da quello che leggo mi pare che anche questo cucù sia ormai giunto alla fase terminale, speriamo che venga archiviato presto, non come il precedente! Il risultato del quasi sondaggio sulle olimpiade del 2024 è netto e senza appello ovvero bocciato! Veneziani è finito in minoranza e neppure Dario Maggiulli, bravo come sempre ha potuto cambiare l'esito, intanto è stato anche più efficace e convincente di Veneziani, le cicale meritano rispetto, ma c'è poco da fare con il vento contrario è meglio stare in porto, ha fatto così anche Cristoforo Colombo, poi è andata meglio!

Gianca59

Mar, 23/12/2014 - 19:19

Ma non le sembra di esagerare un poco nel definire grande impresa le Olimpiadi quando neanche l' Expo sta riuscendo a risollevare l ' Italia ? La vera impresa e' cambiare l ' Italia e la testa degli italiani, ma evidentemente lei ci sguazza nel pantano in cui ci troviamo. A me le Olimpiadi a portata di mano interesserebbero solo per la' aspetto sportivo, e da questo punto di vista mi andrebbe meglio se le facessero in Svizzera....

tzilighelta

Mar, 23/12/2014 - 19:25

Anche io voglio fare gli auguri di buone feste in particolare a Rosario Francalanza che non mi ha incluso nell'elenco e lo ringrazio per questo, infatti, come scrive Dario Maggiulli alcuni di loro sono "non meritevoli di qualificata competenza" e io aggiungo che tra di loro ci sono i più antipatici per non dire goffi e ottuselli personaggi, tuttologi del nulla, provocatori seriali, anzi è colpa loro se in questo paese non si possono organizzare le olimpiadi, ecco!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 23/12/2014 - 20:21

bravo tzilighelta, io sapevo che tu avevi una sensibilità superiore, auguri sinceri

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 23/12/2014 - 20:43

Per il messaggio delle ore 18,31 - infatti tu conoscendo Schopenauer, hai provveduto presto a far uso della maschera. Come, molti altri, qui. --- """Ma no, non è che una maschera, un ornamento ingannatore, questo volto rischiarato da una smorfia squisita. Guarda, ecco, atrocemente contratta, la vera testa e l'autentica faccia, rovesciata dietro la faccia mentitrice. Povera, grande beltà!""" --- -ripr.ris.- 20,43 - 23.12.2014

Agev

Mar, 23/12/2014 - 20:57

Buon Natale a tutti cari amici ed in particolare a Voi Marcello Veneziani .. Il vero Principe/Signore ..Visto che mi/ci sopporta .. L'unico che ha compreso e lasciato passare ciò che i moltissimi avrebbero solo censurato .. Grazie Marcello. Questo è il nostro scopo , Se anche uno solo fosse " illuminato" ed i più rimasti confusi non è importante .. Uno non è in realtà tutti Noi. Che il nuovo anno sia di totale trasvalutazione di tutti i valori/idoli/ideali che hanno vissuto/governato questo mondo. Non possono/potranno più vivere sul nostro meraviglioso pianeta .. Quel tempo è finito per sempre . Trasmutare/ribaltare se stessi significa cambiare radicalmente il nostro rapporto con la realtà/mondo e pertanto Creare la realtà. Vuol dire vibrare con la Legge della Luce e vibrare con la Legge del Uno e divenire/essere l'infinito intelligente che tutti Noi siamo. I veri/reali Creatori . Con affetto Gaetano

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 23/12/2014 - 21:09

Auguri a tutti coloro che riescono ad aprire il cuore agli affetti, all'amicizia, al sorriso, per gli altri sarebbero inutili e non graditi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 23/12/2014 - 21:36

Cara Marina, anche a te buon Natale. Vorrei poi far giungere un pensiero particolarmente affettuoso per queste festività alla signora Rosella e a Nadia.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 23/12/2014 - 22:21

Gentilissimo @tzilighelta, ringrazio innanzitutto per gli auguri che ricambio sinceramente. Le ricordo, tuttavia, che (anche se, sulla base del post delle 19.25, forse non le farà piacere) non è vero che non l'ho inclusa nell'elenco; Lei c'era, anche se ho fatto, forse un po' brutalmente, un 'forfait' dei 'duri e puri', degli 'iriducibbili'(sic), dei 'refrattari' al confronto e al dialogo (pur se, ufficialmente, ne sono alfieri). Tuttavia (anche se è un fatto meramente personale) non dimentico quell'unica volta (e penso rimarrà tale) che Lei condivise la mia affermazione sui paesi abbandonati! Approfitto anche io per un sincero augurio a @Marina58, e rinnovo ancora un augurio agli amici che non ho citato!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 24/12/2014 - 00:54

Cara Signora Euterpe, non posso che contraccambiare di tutto cuore i graditi auguri. Che la gioia della Festa imminente, oscuri per un attimo le preoccupazioni che attanagliano la nostra Nazione e illumini di serenità e speranza l’Anno che verrà. Data la situazione, so che l’augurio é utopico, ma la speranza é la radice della fede. A tal proposito, di seguito, invierò una poesia sul Natale scritta in milanese, da mio marito. Non é difficile da capire il milanese; tradurla, come ogni dialetto, suonerebbe come una campana crepata. A lei e a tutti gli amici e amiche del cucù, rinnovo gli auguri di ogni bene. Rosella

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 24/12/2014 - 06:21

Grazie, Rosario. Tanti auguri anche a te e a tutti gli amici del blog.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 24/12/2014 - 06:22

Grazie, Rosario. Tanti auguri anche a te e a tutti gli amici del blog.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 24/12/2014 - 07:41

Leggo e ricevo con gradimento gli auguri nel cui giro sono stato gentilmente accluso per la cortesia di un garbato ed intelligente commentatore; ringrazio di cuore e contraccambio. E poi li estendo come miei a quanti sentono di accettarli.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 24/12/2014 - 11:11

Caro Tempus,in omaggio al tuo amore per Goethe,che ci ricorda 'la terra dove fioriscono i limoni', ti invio nella sua lingua i miei auguri: "Frohe Weihnachten".

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 24/12/2014 - 12:37

Non riesco a capire come mai il mio post con la poesia annunciata, non venga pubblicato. Non supera i mille caratteri. Ho controllato sono 990 spazi inclusi. Grazie per l’attenzione, riproverò più tardi

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mer, 24/12/2014 - 13:12

Auguri a tutti i burkati..va bene, ma anche a quelli che pensano di non esserlo.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 24/12/2014 - 13:39

Grazie Euterpe, e visto che vogliamo strafare ricambio il Buon Natele in cinese, considerato anche che fra poco saremo colonizzati Sheng Dan Kuai Le.

Gianni Cinarelli

Mer, 24/12/2014 - 14:29

"Frohe Weihnachten und ein glueckliches, neues jahr" Auguri da Stoccarda. A tutti: cicale e formiche

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 24/12/2014 - 15:09

“Coragg!.../ Leva sù i oeugg! ‘na stella la pòrta al Bambin/ cerchela, varda… l’è lì visin./ Studia, preparet ‘me fà a la metta rivà/ da l’anda ai sentiment, fa vinc la bontà./ Col coeur ben dispòst compariss el Divin/ traspariss dal sorris del bell Patanin/ che anch in del fregg, mezz biòtt poerin/ el slarga i brascitt, el voeur tucc visin./ La gruppia del boeu l’è nò l’unich sit/ in dove el Signor el mostra el Sò amor./ In ògni canton gh’è lì on piscinin/ tì varda i sò oeugg, te cambia el destin./ Adess tocca a numm scernì in dove stà/ molla el “tò mì” e streng carità/ slarga el tò coeur che l’è pront a donà/ fà spand tutt l’amor già bell che inzigaa./ On pass inscì grand, ciappaa sù i duu pee/ el pò ingarbiatt, ma ‘l fa nò tornà indree./ Dennanz al sorris che ormai t’ha slusii/ l’è dura resist… a dì minga de sì.” (Pierluigi Meneghini)

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 24/12/2014 - 15:39

@Dario Maggiulli - Io direi di non seppellire nessuno, ma solo un passato sgradevole per te e per me.Sforziamoci di diventare persone 'di buona volontà' non solo per Natale, ma per il futuro. Tanti sinceri auguri, Dario.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 24/12/2014 - 16:22

Che bello; francamente, riscalda il cuore la spinta di Euterpe. Ed ancor più tepore darebbe una risposta che Dario potrebbe, saprebbe dare, cogliendo questo fiore di campo che fa capolino nel grigiore che l' inverno diffonde un po' a tutti. Dario, portalo a casa e mettilo a dimora tra le pagine di un libro che ti è caro. Un affettuoso augurio che ciò avvenga, sinceramente: facciamo Natale anche così, quest' anno.

Pitocco

Mer, 24/12/2014 - 16:28

E' vero, dal pericolo e dalle sofferenze, di solito l'uomo arguisce e percorre la strada della rinascita, ma non in Italia. Unico periodo dove vi fu un minimo di stato con la esse maiuscola fu durante il fascismo che poi crollò sotto i suoi stessi ideali, traditi dalla feccia immonda della borghesia connivente con le alte logge massoniche internazionali. Non sono quindi i giochi olimpici a poter dare il via ad una ricostruzione, ma è la ricostruzione stessa che deve essere riorganizzata partendo dalla base dello stato con obbiettivi comuni per tutti e per un lungo periodo di tempo. Pensare ai giochi e non vedere lo sfascio strutturale, economico e sociale equivale a suicidarsi. Gli esempi ci sono dappertutto.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 24/12/2014 - 18:53

Cara signora Rosella,sono certa che suo marito sia stata persona meritevole del suo affetto. Nella poesia è riuscito ad unire il candido stupore dell'infanzia ("Il bell Patanin")di fronte alla Natività con un messaggio di pace, di rinuncia all'egoismo dell'età adulta.Mi ha ricordato la poesia del Pascoli, ma senza la tristezza ad essa sottesa. Io non conosco il dialetto milanese,il significato di qualche vocabolo mi è sfuggito, ma l'atmosfera magica sono riuscita a recepirla.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 24/12/2014 - 20:49

Cara Signora Euterpe, Egregio Signor Lamacchia, non potevate esprimere meglio lo spirito natalizio. Sono ben poche le persone che lo interiorizzano. Quella buona volontà annunciata dagli Angeli che se solo i nostri politicanti facessero propria almeno un pochino, saremmo una Nazione finalmente serena e pacificata. Vi rinnovo gli auguri di ogni bene per ogni giorno della vostra vita. Con affetto, ricambio gli auguri di @Rosario che ho letto solo ora. Non devono ovviamente mancare gli auguri al nostro Marcello che con i suoi cucù riesce a cavarci pensieri che forse non elaboreremmo mai, unitamente a tutti gli amici e amiche che vivacizzano tali cucù. Rosella

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 25/12/2014 - 10:57

Dr. Veneziani, premetto che come corregionale mi sento onorato di leggere i suoi articoli, sempre pervasi da profondità di pensiero, e subito le dico che condivido appieno il suo pensiero di fondo. Ma mi chiedo anche se fosse più salutare per noi restare per un po’ di tempo a digiuno delle grandi imprese e dei sogni di gloria piuttosto, visto lo stato miserevole di ogni cosa che intraprendiamo e lo stato d'insicurezza sociale, che non solo si percepisce, ma "de facto" della nostra nazione portata allo sbando ed allo sfascio totale in sessant'anni di sinistrismo e di "politically correct"? Ci siamo già scordati forse di cosa è successo col "Mose" a Venezia e con il più recente "Expo" a Milano, anch'essi grandi imprese purtroppo?... (1 - Continua)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 25/12/2014 - 10:59

...Da alcuni decenni facciamo ridere il mondo delle nostre grandi imprese e anche di quelle piccole ormai. Certo, con questo non voglio dar sicuramente ragione agli "anti" a tutti i costi e sempre "anti" quando si tratta dell'Italia, sia interni che esterni. E non voglio certo nemmeno "fare a questo punto," quello che lei prospetta, cioè "rassegnarci a morire, spararci, accettare come ineluttabile il declino". ... (2 - Continua)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 25/12/2014 - 11:00

...Voglio solo dire che non sarebbe forse meglio a questo punto che prima pensiamo a lavarci i nostri sporchi panni, troppo sporchi ormai, facendo una pulizia generale e profonda, prima di pensare di nuovo ad "una grande impresa", che, sono convinto, non salverebbe nemmeno questa l'Italia, come non la sta salvando un "Expo" corrotto, nonostante i cosiddetti garanti, e un "Mose" altrettanto, se non forse più corrotto del primo menzionato? Quest'è l'Italia, signori! Vogliamo almeno prima renderla un po’ pulita, visto che il fetore aumenta di giorno in giorno e le cose restano tali e quali a prima, almeno per non far continuare il mondo a ridere di noi? Viva l’Italia! (3 - Fine)

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 25/12/2014 - 11:56

IL CASO EUTERPE/MAGGIULLI - E' decisamente un 'colpo basso'. Superba giocatrice di scacchi. Mi ha incastrato alla grande. - Il 'volemose bene' mi va a pennello, per carità, ma non è risolutivo del problema, che rimane intatto. Io non sono come gli altri. Con-vivere per anni col nostro tipo di intimità, senza avere un brandello di idea di come è il volto dei più 'vicini', è, per me, una 'disgrazia'. Ho resa pubblica la mia foto perché mi sentivo male a non farmi conoscere. Una istanza di doverosa correttezza sociale. Onestamente, non mi sento libero di confrontarmi su qualunque cosa con chi si propone con uno 'sberleffo' o con un'icona alla Baudelaire. E' atroce per me. Ed è atroce che non ci sia almeno uno che, quantomeno, si confronti con me su questa esigenza. Segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 25/12/2014 - 12:00

2 - E, con Euterpe (che già a chiamarla così mi fa star male, perché lei non è Euterpe - sarà forse Cristina, Beatrice, Teodora - ) il dissenso è cominciato da quando le chiesi di pubblicare la sua foto. Reagì quasi beffardamente. Quelle che per il Francalanza, di Euterpe, sono virtù, per me sono sotterfugi abilmente serviti, che io respingo al mittente. Come 'la dolce morte in Svizzera'. Indiscusso merito di saper pescare definizioni dotte che spesso hanno il solo valore della battuta suggestiva, ma forzata nella sua applicazione di riferimento. Mi rammenta certe manipolazioni idrauliche che coinvolgono filettature di dadi e congegni vari dalle infinitesimali divergenze severamente proibitive del risultato ardentemente voluto. - E' certamente indubbia la sua abilità, quasi stregonesca, di disseminare il tracciato di più o meno pertinenti locuzioni plurilingue e culture, sua esclusiva eccellenza, Ma Questo Aspetto Non Estingue Il 'Reato'. Segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 25/12/2014 - 12:04

3 - Trovo estremamente grave il suo eloquio razzista. Possiamo convenire a tutto tondo sulle 'asprezze' dell'immigrazione, ma guai a chi si esprime contro l'ultimo degli stranieri. Trema la Terra davanti a tanta empietà. Come pure non riesco a capacitarmi della sua virulente aggressione verso le nobilissime Laura Boldrini, Giovanna Melandri, Maria Elena Boschi ed altre. Spesso usa un linguaggio da tricoteuse, rediviva Madame Defarge, che mi sgomenta. Da qui è nata in me la necessità di vederla in faccia. E, da queste analisi è insorto in me il sospetto della sua doppiezza, devastante, perché 'burqata'. Liberi tutti di idolatrarla, ma attenzione, così facendo vi consegnate ad un severo criterio valutativo. - Segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 25/12/2014 - 12:06

4 - Chiarite queste cose, consegno alla 'mia' interlocutrice tutta l'ampiezza dei miei migliori sentimenti, che sono riscontrabili nel 'particolare' che il mio conflitto con lei è privilegio, in quanto escludo totalmente questa mia relazionalità con qualsiasi altro più o meno grande 'peccatore'. Ed ecco, anche, perché in uno dei miei post, ebbi a dirle -non aver paura di proporci il tuo volto. Forse, potrei innamorarmi follemente di te- Buone Feste a quanti mi leggono. -riproduzione riservata- 11,25 - 25.12.2014

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 25/12/2014 - 12:34

Ed ecco Michele il Grande con la sua rivelazione unica di tenerezza umana. Del tutto inedita e nemmeno ipotizzabile per il suo carattere comunicativo. Suppongo nessuno che gli viva attorno ha potuto mai 'averlo' così profondamente partecipativo. Rileggo sempre quelle sue poche righe quasi incredulo. Mi dico -ma è proprio lui, Michele Lamacchia, l'impareggiabile tessitore letterario, che più sofisticato linguista non si può. Che lascerebbe stecchiti Tullio Gregory e Tullio De Mauro. Michele, è proprio lui ad aver vissuto silenziosamente con un pathos così elevato la mia sconcertante disavventura web ? - Segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 25/12/2014 - 12:35

2 - Il suo intervento erompe con la passione più incontrollata, degna dello spirito di un monarca. Nessun altro ne è stato capace. Michele Lamacchia, il più riservato di tutti, che ha sempre taciuto asetticamente il suo risentimento. Ecco, questa è una delle circostanze al mondo davanti alle quali io mi inchino. Tanti auguri di Buon Natale amato Michele. -ripr.ris.- 12,35 - 25.12.2014

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 25/12/2014 - 22:20

Non è da ieri che le plebi si quietano con il circenses. A meno che questa volta qualcuno non riesca a spiegare - in termini economici e non filosofici - in cosa consisterebbe il vantaggio, per gli italiani e non per chi "partecipa ai lavori". Se qualcuno ha fatto questi conti - e par di capire che sì - è pregato di illustrarceli.

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Ven, 26/12/2014 - 06:36

@fDan: bravo, proprio così...tutti i favorevoli ad oltranza li portiamo in gita sugli ex impianti e sulle strutture ormai occupate delle passate Olimpiadi invernali in zona "sabauda". Sarà una gita molto didattica.

Francesco Quartulli

Ven, 26/12/2014 - 09:01

Gentilissimo Marcello V. pretendi che le opposizioni sentano il dovere di controllare che il governo faccia gli interessi del Paese? Sarebbe il dovere istituzionale, proprio per questo viene eluso. Il dovere concreto dell'opposizione è di essere contro, a prescindere. Quanto agli Inglesi, quando mai hanno plaudito ad una nostra iniziativa? Quando mai ci hanno considerato un Paese autonomo? Con i giusti controlli anti-corruzione (il più grande Prodotto Interno Nazionale) ben vengano le Olimpiadi, quale investimento nazionale per smuovere le paludose acque dell'imprenditoria.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 26/12/2014 - 11:37

Dunque non avevo torto quando introdussi nella diatriba entomologica qualche osservazione sullo stercorario, evidenziando come questo facesse rima con Mario, Ilario ecc.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 26/12/2014 - 12:33

Maggiulli, non credi valga la pena di farti visitare da un bravo psichiatra? Tanta misoginia non si spiega razionalmente. O forse sì... magari, se proprio rifiuti lo psichiatra il tuo illustre conterraneo Vendola potrebbe darti un aiutino. Facci sapere, per favore.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 26/12/2014 - 12:39

Dario, evidentemente, come supponevo, non è solo una semplice passata di smalto coprente quello che La personalizza. Emergono, comunque, gli aspetti più vistosi che, sia pure con valenze diverse, La caratterizzano. L'assistere, impotente, alla conflittualità nata solo dalle parole e che, poi, sopravvive abusivamente a queste, mentre soltanto con le stesse dovrebbe trovare naturale e definitivo 'sbocco a mare', comporta, in genere, un intimo disagio per quanto contenga di irragionevolezza altrui (ma, ahimè, come me, salva la propria). La cultura fa pensare e pensare fa soffrire: chi non vi sia disposto a priori dovrebbe astenersi dal prodotto. Noblesse oblige. Lei ed Euterpe non potete tirarvi indietro, nelle retroguardie o nelle riserve. Vi aspettiamo in prima linea, dove vi ho trovati all' inizio: l'audacia di starci assieme, sia pure con stili diversi ma riguardosi non può mancarvi. Facciamo che questo non sia soltanto un formale, sterile scambio di auguri? Chapeau.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 26/12/2014 - 12:56

@Dario Maggiulli- Solo qualche piccola riflessione come risposta al tuo scritto.Io non so giocare a scacchi.Non considero i rapporti umani sotto il profilo della competizione, del vincere a tutti i costi, ma del confronto, in questa sede delle idee, e poiché su un forum ci si scambiano opinioni ed idee, ciascuno secondo le proprie capacità,non ritengo importante o irrinunciabile conoscere i dati personali degli interlocutori,oltre al fatto che considererei una mancanza di discrezione e di rispetto andare contro la volontà, legittima, di chi usa un nickname per motivi intorno ai quali non si ha il diritto di essere informati, e il pretenderlo sarebbe un'intollerabile prevaricazione. Segue..

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 26/12/2014 - 13:24

@Dario Maggiulli-(Questo limite del numero dei caratteri mi crea disguidi nell'invio).Dal tuo scritto emerge qualche discrepanza. Non si comprende la tua ostilità così aggressiva particolarmente nei miei confronti, che non ti ho mai personalmente offeso. Tu hai una bassa opinione di me, giudichi le mie opinioni scadenti, inaccettabili, indegne quindi di essere prese in considerazione, sono razzista, con la vocazione da 'tricoteuse',non sono e non vorrei essere un'interlocutrice alla tua altezza.Non riesco perciò a trovare motivazioni per il 'prilegio' che mi concedi di 'relazionarti' con me, sia pure nei modi che sono ben noti. "Non sum digna".Così come non ambisco ad entrare nel tuo sacrario in compagnia delle nobildonne da te citate, che io ritengo deturpino persino l'idea dell'"eterno femminino", a te così caro,per non parlare della loro dannosità in altri campi. Continua...

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 26/12/2014 - 13:26

@Dario Maggiulli- Al di là di tutto questo, che con buona volontà potremmo far rientrare nella dinamica transazionale, io apprezzo la tua cultura, certi tuoi moti dell'animo che contraddicono l'immagine che solitamente ami dare di te stesso,e che denotano una sensibilità, una capacità di tenerezza, di carica entusiastica non comuni. A queste tue doti di umanità io mi sono appellata nel tenderti la mano.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 26/12/2014 - 13:30

La grazia del tuo intervento, Michele, mi tocca nel profondo. Rispetterò sicuramente il tuo consiglio nel finale. A proposito, se hai modo di incontrare Eu, dille che ho letto il suo primo brano, sicuramente lacerato dalla nuova normativa sui mille caratteri, e più non dimandare. Con sincero affetto, per nulla venale. -ripr.ris.- 13,30 - 26.12.2014

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 26/12/2014 - 15:22

Poi, certe tue frequentazioni!!! sono incompatibili con l'indiscusso tuo 'lume'. Rammento la veloce nota autobiografica che della tua giovanissima età ci hai offerto e tento una 'risposta' alle ragioni della tua grave forma di misoginia, piuttosto che alla mia, inesistente. Conosco un'altra donna, mia sorella, che dietro la sua abilità (come la tua, o quasi) di apparire, di essere, una gran signora, nasconde un abominevole 'registro'. Ma, diamogli un taglio. La mia razionalità vede il pericolo degli errati comportamenti mani e mi attiva a non incoraggiarli. Non ti turberò più, promesso. Ma non guasterebbe ritornare a queste mie chiarificazioni che a me pare siano state molto confusamente sfiorate. Pace e Bene cara (obtorto collo) Euterpe. Ed a tutti gli Uomini di Buona Volontà. -ripr.ris.- 15,22 - 26.12.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 26/12/2014 - 16:10

@Dario Maggiulli - Mai tentato di 'apparire' una gran signora, quindi ti rimando la tua accusa di perbenismo e d'ipocrisia.Non potrei essere 'punitrice di me stessa', quindi niente misoginia,ma se con questo vocabolo intendi 'odiatrice' di donne che approfittano della loro posizione di potere solo per fini carrieristici e per avere immeritati privilegi, poiché le loro ( per quasi tutte inesistenti) grazie venusiane non rientrano nel contesto in cui devono essere giudicate,allora sì, sono doppiamente misogina.Se il rivolgerti a me con un 'cara' potrebbe farti rischiare la contrattura dei muscoli del collo,ti prego, astienitene, non vogliamo stare in pena per la tua salute.Pax et bonum anche a te.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 26/12/2014 - 16:33

Dario, no, io non ho 'modo di incontrare Eu', e in questo contesto abbiamo tutti le stesse possibilità di rivolgerci a lei certi di ricevere la medesima attenzione. Io - che non sono campione del mondo di temperanza – non so se ci riuscirei, ma a lei voglio dirlo ugualmente; al Suo posto, comincerei con l' eliminare (almeno dagli scritti) i passati remoti e pure i prossimi, e farei pulizia degli (tanto) imperfetti. E mi godrei – veramente - il presente indicativo che mi porge una mano (inat)tesa. Non se ne trovano molte in giro; al hierro caliente, batir de repente. L' anno nuovo viene anche per questo.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 26/12/2014 - 19:07

e con un pizzico di zucchero la pillola va giù, la pillola va giù.......

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 26/12/2014 - 19:16

nemmeno Gesù trovò molte mani tese in giro, quelle che qui si trovano sono spesso sudicie, no thanks. l'ho già scritto sopra, io non sono come gli altri, la mia logica mi estranea da certe 'coordinate'

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 26/12/2014 - 19:29

L'obtorto collo era per il nome d'intralcio. Non per 'cara' che resta comunque valido. Se lo avessi posto dopo Euterpe allora sì, andava inteso come tu dici.

james baker

Ven, 26/12/2014 - 20:17

Ma quale impresa ? A rai uno rai soltanto un appalto lavora : Roberta Di Casimirro e Jonny Vignola, chissà quante mazzette e tangenti stanno pagando ai comunisti di mxxxa che se la stanno spassando in montagna !!! Veneziani, svegliati !!!. -james baker-.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 26/12/2014 - 21:06

Ecco, un altro che cade nel precipizio. Ho tentato a tendergli la mano, ma la voragine lo ha risucchiato. Non c'è più Michele. Qualcuno si è sostituito a lui, alle ore 16,33. Lui non avrebbe mai scritto a Dario Maggiulli di eliminare le tante imperfezioni. Lui avrebbe detto, da persona corretta, Dario, stai sbagliando in questo e quest'altro. - Lui non mi avrebbe mai e poi mai detto che avrei dovuto guardarmi le spalle alludendo ad una congiura in atto contro di me. Bensì, avrebbe sicuramente illuminato la scena del crimine, facendomi capire che quanti osano scagliarsi contro la mia persona, sono anime prave, essendo io privo di colpe. EI FU' -ripr.ris.- 21,06 - 26.12.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 26/12/2014 - 22:26

@Dario Maggiulli - Ti riferisci alle mie mani sudicie? Impossibile che lo siano, io uso persino l' Amuchina per timore non di contagiare, ma di essere contagiata.

Giacinto49

Sab, 27/12/2014 - 11:05

Gent. Dott. Veneziani, più che di grandi imprese, per ripartire, credo che ci sia bisogno di piccole, sane e oneste quotidianità. Qualcuno dovrà ritornare ad insegnarcele. Buon Anno a tutti.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 27/12/2014 - 11:33

Non sudicie nel senso anatomico-epidermico, ma metaforicamente come le ormai leggendarie 'Mani Pulite'. Ma, che peccato che non ti debba vedere nel volto, e, non possa rivolgermi a te col tuo vero nome! Quanta 'spazzatura' nel mio rapporto comunicativo sarebbe evitata! Devo proprio ripetermi. Oltretutto, ora, se azzardo una carineria lessicale, viene interpretata come ricerca di amicalità speculativa. E questo mi frena con tutti, quando poi, il mio slancio affettivo è rivolto spontaneamente. Senza interesse alcuno. -ripr.ris.- 11,33 - 27.12.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 27/12/2014 - 14:29

@Dario Maggiulli- Tutti corriamo dei rischi, caro Dario, anche tu non puoi esserne esente, ma non preoccuparti di eventuali interpretazioni malevole. Se posso permettermi una frase che potrebbe sembrare improntata a banale sentimentalismo, ti dirò "Va' dove ti porta il cuore".

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 27/12/2014 - 15:43

Dario, tanto per chiudere: ritenevo di poterle dare una mano. Sul serio. Ma devo rilevare che le va di scherzare. Peccato. In vino veritas, atque insanitas.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 27/12/2014 - 18:01

@Rosario Francalanza - Per caso ho letto il tuo commento sull'articolo di Veneziani sulla cultura destrofoba e sono rimasta sorpresa, perché la vicenda tua e familiare è quasi uguale alla mia.Non posso riferire un'offesa verbale che ho ricevuto da un parente serpente in cui veniva chiamata in causa persino una persona a me carissima , deceduta.

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Dom, 28/12/2014 - 06:58

@tutticolorochescrivonofuoritema: ...nonsenepuòpiù. Buon anno, di logica coerenza sugli argomenti.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 28/12/2014 - 10:17

@brunodoimo-Non sia così intollerante, ci conceda qualche pausa dalla trattazione rigidamente aderente al tema.La famosa farfalletta le direbbe "Vivendo, volando che male ti fò?". Ma se proprio la sua intransigenza è irremovibile, organizzeremo un autodafé.Io intanto comincio a prepararmi e..." Mi schiaffeggio...! Mi brucio un dito con un accendino...! Mi faccio dare un calcio dal vicino...!"

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Dom, 28/12/2014 - 12:52

@euterpe: non si faccia del male gentile donzella. La stessa tolleranza che invoca, vale anche nei miei confronti da parte vostra, disquisitori del nulla (a volte...non sempre). Buon 2015

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 28/12/2014 - 13:07

A gamba tesa verso il 2015, con tanta premura, per sottrarmi al sudiciume che è corso in questi ultimi mesi. - Brunodoimo, auguri di buone feste, concordo parzialmente sul tuo lamento. Certamente sono da censurare certe penose devianze private che sono come fumo negli occhi. Escludendo certi 'battage' che mirano a portare 'in asse' la correttezza dei partecipanti. -ripr.ris.- 10,05 - 28.12.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 28/12/2014 - 13:51

@Dario Maggiulli- Encomiabile il tuo senso critico:quelle degli altri sarebbero 'devianze private', l'aver ammorbato il forum con un trattato entomologico sulle cicale , l'averci narrato in passato della qualità dei tuoi prodotti ortofrutticoli,delle tue antipatie personali, condite di offese di ogni tipo,avrebbero avuto finalità pedagogiche. Ma perché ti sei autoproclamato 'correttore' delle devianze altrui, ma hai domandato agli altri se gradiscono questo tuo pseudoruolo,ma perché non lo svolgi nei confronti di te stesso? Siamo proprio stufi di subire le tue angherie, dovresti aver capito che ne abbiamo le tasche piene.Adesso sfodera la tua logorrea, ti ho fornito abbastanza materiale. @brunodoimo-Le chiedo scusa per questo ennesimo fuoritema.Io ho tentato di risponderle con leggerezza, ma come ha visto qualcuno subito ne ha approfittato per sprizzare ancora veleno.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Dom, 28/12/2014 - 15:29

@EUTERPE...molto velocemente:è Lei perde ancora il suo prezioso tempo, nei confronti del volgare individuo???? ammantato di un eloquio...intriso di" belle parole" e una malcelata espressione di "superiorità" "infallibilità" che lo rende ridicolo e fuori dalla REALTA'...quotidiana??? suvvia vada oltre, Lei è persona, intelligente colta; ubi maior minor cessat, va da sè che del mio post precedente, non cambierei una virgola e lo ribadisco.Ultimo pensiero:scriva sempre, seppur nel silenzio, la seguirò sempre. baci alla Signora Rosella.BUON 2015.GRAZIE!!

Kairos

Dom, 28/12/2014 - 15:42

Forse non accade soltanto a me di domandarmi che cosa vogliano esattamente certi commentatori da dopolavoro di questa interessante rubrica. E mi domando anche se lo sappiano almeno loro stessi, così che possano dircelo quantomeno approssimativamente, con parole loro, darci un aiutino, metterci sulla buona strada, tra un' invettiva ed un rabbuffo. Tra chi tenta di sputare veleno su tutti o quasi, prende di mira qualcuno ed invece riesce solo a sbavarsi addosso, chi fa il cacciatore dei fuori tema e si caccia nel ridicolo, chi morde mani tese senza morsi di coscienza, chi cita e si concita crogiolato nella banalità e nella ripetizione, in molti attentano all’ intelligenza umana e al minimo di buone maniere con la velleità di puntare per queste vie, improbabili scorciatoie, ad un lucore di ritorno. Chi si riconosce, s' accomodi pure: non sarà certo una sorpresa leggerne la prevedibile reazione; scomposta o elaborata a festa per l' occasione, sarà comunque una conferma.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 28/12/2014 - 15:55

Cara Marina, grazie per le tue parole, ma io ho subito per mesi in silenzio una vera e propria persecuzione e credo che persino Giobbe si sarebbe detto stanco.So bene che è un mitomane e per di più anche comunista, fingendosi fan di Berlusconi,ma non è più sopportabile che io venga tallonata qualsiasi cosa dica. La sua negatività e vigliaccheria si evidenziano anche nel mostrarsi immediatamente amico di coloro che reputa nemici dei suoi nemici,perché è uno spirito talmente basso che cerca solo la complicità,la rissa e non saprebbe concepire un vincolo sincero di amicizia nella sua patologica megalomania.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Dom, 28/12/2014 - 16:20

Gentile Euterpe:sono piena di impegni,ma non appena ho un minutino...ti leggo e vi leggo.Mi rammarica leggerti in un certo qual senso addolorata: in ciò che scrivi...c'è una totale veridicità, di quello che accade da quando è entrato in scena tal personaggio...ricorda quando la volpe non arriva all'uva...dice che è acerba...semplice.ps personalmente non entro mai nei blog, ma trovo illuminanti, quelli del Dottor Foa, merita anche il Dottor Spirli...pane al pane...vino al vino...tutto il resto è NOIA!! un caro saluto. Mare.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 28/12/2014 - 17:45

Euterpe, tu hai estremo, profondo, bisogno di me, ne ho distinta la percezione. -r.r.- 14,28 - 28.12.2014

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 28/12/2014 - 17:49

Cara Euterpe, tu hai estremo, profondo, bisogno di me, ne ho distinta la percezione. -r.r.- 14,28 - 28.12.2014

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 28/12/2014 - 18:26

@Euterpe mia, scusami se mi permetto di darti un consiglio: lascia perdere! Forse non è un consiglio ispirato dalla saggezza, ma almeno si campa tranquilli! (scusa la confidenza del 'mia', mi è scappato; se vuoi ti prometto che questa sarà l'unica volta che lo uso!)

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 28/12/2014 - 18:34

@Dario Maggiulli- La sindrome di Stoccolma non mi appartiene.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 28/12/2014 - 19:13

Caro Rosario, ho lasciato perdere troppo a lungo,ma qualcuno ha detto che ci sono momenti in cui è doveroso arrabbiarsi. Non riconosco al tizio il potere di farmi arrabbiare,sarebbe troppo lusinghiero per lui,ma qualche volta bisogna pur dirla, la verità.Dopo di ciò, tornerò all' "antico costume" del sommo disprezzo,ignorandolo,non riconoscendo più la sua identità di persona.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 28/12/2014 - 20:45

Cara Euterpe, anch'io ti suggerisco di lasciar perdere. Prima o poi la finirà e la "voce dello stercorario" si eleverà contro qualcun'altra. Dico qualcun'altra al femminile e abbiamo anche capito perché.

LETEMPSPERDU

Dom, 28/12/2014 - 20:58

Penso che cultura e intelligenza non manchino ai due appassionati contendenti per arrivare ad uno scambio di luccicanti colori di Buon Natale e di Buon Anno. Poi mettetecela tutta, Dario ed Euterpe, perche' la Befana non se li porti tutti via. Tantissime stelline *** a tutti gli altri.

Freedom1930

Lun, 29/12/2014 - 06:28

Mai smesso di leggere, anche se, per motivi di salute, non ho potuto partecipare al dialogo come avrei voluto, davvero indignata per le ormai insopportabili aggressioni verso la Euterpe e altri. Così assurde e reiterate da far supporre un caso di delirium tremens, effetti farmacologici collaterali indesiderati, patologie senili o, peggio, assunzione di sostanze particolari. Se non provvede la redazione ad arginare il fenomeno, non resta che il totale isolamento, l' emarginazione assoluta, da subito: basta ignorare sfide e provocazioni, imput di ogni genere, privando il singolare autore della soddisfazione di vedere di aver colpito ancora con le sue trappole. Di fronte a certi casi, questa è l' unica reazione ragionevole. Ragli di asino non salgono in Paradiso. Lasciate che accusi, ingiuri, aduli, sbeffeggi, che se le suoni e se le ascolti da solo. Sarà la sua camicia di forza. E ignorate anche i suoi alleati che, per colpire anche loro, approfittano per vile revanchismo trasversale.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 29/12/2014 - 09:49

Gentile Freedom 1930. Mi fai trasecolare. Il tuo brano di undici righe, infarcito di espressioni quali -delirium tremens- -ragli di asino- -camicia di forza- -ingiuri,insulti,sbeffeggi- -emarginazione assoluta- -patologie senili, effetti farmacologici,- -trappole- -alleati- -insopportabili aggressioni- . Mi hai scaricato addosso tanto di quel letame da avermi convinto di doverti scrivere nel libro nero. Comincia a rileggere questi commenti dall'alto ed estrai quei miei interventi che mi fanno meritare le definizioni che mi hai scagliato addosso, malata come dici di essere. Prima di aggredirmi tanto 'virilmente', dimmi anche tu così come ho chiesto a Michele quali sono le mie responsabilità. Auguri ! -ripr.ris.- 9,49 - 29.12.2014

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 09:51

@Un sentito grazie a coloro che mi hanno offerto la loro umana simpatia e i loro saggi consigli, che considero preziosi e che mi sostengono nella mia decisione.

Gianni Cinarelli

Lun, 29/12/2014 - 10:47

Sono rientrato a Stoccarda dalle mie vacanze romane e vi trovo ancora... al punto di partenza. Cari Euterpe e Maggiulli, non dico di arrivare alla risata di Budda, ma insomma! Ripeto l'antico proverbio svevo, della foresta nera "Dummheit und Stolz,wachsen aus dem gleichem Holz"= Ostinatezza ed orgoglio (quando diventano stupidità) derivano dallo stesso legno. E non offendetevi, ma prendetevela con un po' di sana ironia. Vedrete che ci riuscirete entrambi perchè, appunto, fondamentalmente oltre a tanti pregi, avete qualche (piccolo) difetto in comune. Auguri di nuovo.

Mariacarla

Lun, 29/12/2014 - 11:37

FREEDOM, la ritrovo con vero piacere e condivido in pieno le sue osservazioni sin troppo eleganti in rapporto ai figuri di riferimento. Solidarietà piena e affettuosa ai perseguitati e alla signora Euterpe con la speranza che cominci a farsi scivolare addosso le volgarità ed il ciarpame rivoltole da casi clinici conclamati e che rivolga le sue attenzioni solamente ad interlocutori rispettabili. Il vuoto intorno è una ricetta efficace. Tutto sommato, i commenti che contano provengono da tutt' altra parte, su altri livelli. Cordiali auguri.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 29/12/2014 - 11:40

Ho appena finito di leggere e sono rimasta basita da tanta caparbia prevaricazione che nessun gesto di più che umana e condivisa pacificazione e ragionevolezza hanno tentato di arginare, ha arginato. Penso proprio che i più saggi consigli siano quelli di ignorare i post, così chiamiamoli, “ostinatamente ostili”. Cara Signora Euterpe, così coraggiosamente logica, le sono grata per aver compreso ed apprezzato le parole della poesia a me tanto cara e rinnovo a lei ed agli amici e amiche dei cucù, auspici di serenità per l’Anno in arrivo che sembra prometta bufera ma si sa, dopo la bufera arriva sempre il sole che ci aiuta a vedere meglio, raccogliere i cocci e ricostruire. Siamo alla fine di un’Era ed anche se l’uomo sembra ormai ubriaco da tante false filosofie di vita, alla fine, anche per l’istinto di sopravvivenza che lo anima, trova sempre la bussola che lo farà entrare nella nuova Era con il piede giusto. AUGURI, AUGURI, AUGURI. Rosella

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 29/12/2014 - 12:12

Per entrare nello spirito del cucù dico che l’impresa più adeguata per uscire dalla crisi é che ognuno di noi, dal più umile al più “più”, si guardi dentro e si faccia un “vero” esame di coscienza. E’ la cosa più ardua da fare, poiché ognuno di noi trova scusanti varie per le proprie colpe, ma solo da li potrà ripartire la Nazione e poi... altro che giochi olimpici si potranno realizzare!!!!!!!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 12:13

@Gianni Cinarelli-Il suo commento è degno di essere posto fra le 'memorabilia': sentivamo proprio il bisogno di un giudice salomonico assiso sul grande libro dei proverbi, teutonici (eh sì,sono più di effetto). Generalizzare, mettere tutto e tutti nello stesso calderone, vittime e carnefici, fa tanto chic, ed anche un po' snob,ci esime dalla responsabilità dell'analisi obiettiva dei fatti, di prendere posizione e ci offre anche la possibilità di bacchettare gli altri per i loro difetti(veri o presunti), assecondando forse una naturale vocazione. Mi viene ora in mente donna Prassede, che scambiava per verità le proprie opinioni personali.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Lun, 29/12/2014 - 12:14

Il Santo Natale e' trascoro.Ora speriamo che il re magiu, portatore di luce 'incenso' e birra,finalmente venga illuminato da una buona stella, trovi la giusta strada per il rientro, e la smetta di procurarci versamenti testicolari. @ Euterpe- stima e comprensione. @ uno nessuno- le tue parole rimarranno scolpite, il maniaco dell' onnipotenza avrebbe bisogno di un TSO, torna tra noi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 12:32

Gentile signora Rosella, come sempre le sue parole mi giungono più che gradite ,soprattutto perché rincuora il suo ottimismo, che non nasce da superficialità, ma da una grande buona volontà, che sostanzia la sua speranza per un futuro meno oscuro dei tempi che stiamo vivendo.Ricambio con affetto gli auguri a lei e a tutti i suoi cari per il nuovo anno.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 29/12/2014 - 12:48

La congiura delle 'mascherine' anche se 'testicolate'. Qualche coraggiosa presenza vorrebbe aiutarci ad indicare, per cortesia, quali parti dei miei interventi sono meritevoli di tanto ostracismo? Chiedo troppo? -r.r,- 12,48 - 29.12.2014

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 29/12/2014 - 12:52

Euterpe, tu pensa solo se lo avessi come collega di lavoro o, addirittura, come marito.

tzilighelta

Lun, 29/12/2014 - 13:02

che nausea questo buonismo mieloso a senso unico, il buonismo nel nostro paese, come sappiamo ha prodotto danni quasi irreversibili, quindi lasciate che il gallo spenni la gallina e i pavidi spettatori del branco la smettano di drammatizzare, non c'è il mostro di Firenze e neanche la mantide di Cairo, il tifo dei saggi poi è scatenato solo dall'odio personale, e infatti non siete migliori di chi criticate, non avete la patente di giusti, io mi diverto a leggere il "dammiti e prendimi" dei due belligeranti, uno vuole il nome e la foto, l'altra non gliela vuole dare, sono cose già viste, Veneziani lo sa e infatti tiene il cucù a frollare proprio per questo motivo! ...Ah la tauromachia

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 29/12/2014 - 13:09

Ed ora ditemi, sono tenuto io a dovervi rispetto incondizionato in base ad un codice etico-comportamentale che vuole lo si debba a quanti sono di sesso diverso dal mio? A prescindere da..? Volete dire cosa ho detto di tanto grave? Ma, un precedente c'è. Mi sovviene il caso dei Marò, detenuti da quasi tre anni in India senza un'accusa precisa. Stiamo imitandolo ? Qualcuno, ripeto, mi vuole fornire uno straccio di motivazione? Buon appetito. r.r. -13,09 - 29.12.2014

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 29/12/2014 - 13:19

tzilighelta, ti ringrazio per l'intervento. Avresti dovuto porre il quesito se la mia richiesta di avere una foto ed il nome di quanti prendono parte a questo forum è reato, o peccato mortale. Oltre ad indicare il fatto che quanto spinge così coraggiosamente tutti ad aggredirmi non sussisterebbe se apparissero con la loro immagine. Quale scaturigine ha l'odio personale? -r.r.- 13,19 - 29.12.2014

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 29/12/2014 - 13:30

Si direbbe che non solo Euterpe, ma tutti ormai abbiano deciso di ignorare lo stercodario.

CARAMBOLA

Lun, 29/12/2014 - 13:39

Trovo un piccolo spazio, un ritaglio di tempo per notare in fretta e con gusto la bella riuscita. Non sarà una 'grande impresa', ma la soddisfazione sì. Il vomito torna indietro e soffoca chi di dovere. Era ora. Come inizio di un nuovo corso è più che efficace. Avanti tutta. Saluti particolari ad Euterpe, Rosella, Mariacarla, La Macchia, Freedom, Kairos, Francalanza, Marina. Ciao a tutti

Gianni Cinarelli

Lun, 29/12/2014 - 14:02

Cara Euterpe, io donna Prassede? Questa si che è bella. Io, tanto per informazione, non sono nobile e aristocratico ma (relativamente) povero e (parzialmente) emigrante. Soprattutto io non pratico il giudizio ma, al massimo, cerco di discernere. E semplicemente, da Italiano, apprezzo la disputa ma, da Tedesco, non perdo di vista il senso della misura. Da Europeo, poi, cerco di condire il tutto sempre con ciò che, ahimè, sembra diventare anche dalle tue parti, sempre più merce rara: un po' di "sense of humor". Ricordati infine che persino , un papa, ebbe a dire: Giovanni, non ritenerti tanto importante. E qui finisco, altrimenti rischierei di diventare (veramente)...come te.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 15:04

@Gianni Cinarelli- Peccato che lei interpreti il 'sense of humor' ad 'usum delphini'. Non sia mai che le accada la grave sciagura di essere come me...lei è già perfetto com'è ora...ahahah.

CARAMBOLA

Lun, 29/12/2014 - 15:44

I tedeschi? il senso della misura? ah, già, quello...ce lo ricordiamo bene tutti...

tzilighelta

Lun, 29/12/2014 - 16:50

il senso dell'umorismo qua dentro latita, e pure il senso critico per alcuni è un perfetto sconosciuto, ma poi che cxxxo è questa storia che si fa amicizia solo con chi ha le tue stesse idee politiche, ricevere o dimostrare rispetto nei confronti di un tuo "nemico" è un qualche cosa che i pavidi mai potranno capire, Wellington e Napoleone si stimavamo, poi si sono scannati ma questa è un'altra storia, donna Prassede in questo contesto è fuori luogo, è carambolata qui solo per sbaglio!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 29/12/2014 - 18:21

IL SABBA DELLE STREGHE-Brutte, vecchiacce, zozze, maledette, Euterpe concettina la racchia, Kairos Platinette, Carambola luxuriosa, Rosella l'impunita, Scacioso il lebbroso, Marina bocchinara dei negri alla cassa, Feedom30 che fai danno pure dopo morte, Mariacarla arpìa dell'ultim'ora, e Tempus che vai a morì ammazzato. E tutte le fetenti frocie al seguito. Come avete osato smerdare il Principe che vi acceca col suo bagliore? Fiumi di Amuchina non cancelleranno il fetore che mi avete riversato. Eccovi denudate, sepolcri imbiancati che nascondevate orrende membra. E noi a leggere le favolette delle nonnine cattive. Subodoravo i vostri pestiferi miasmi, ma voi eravate atterrite dal confronto dei vostri volti con quello del Principe e vi siete coalizzate per abbatterLo. Vade retro esseri infernali.-ripr.ris.- 18,21 - 29.12.2014

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 29/12/2014 - 18:44

Gentile @tzilighelta, mi sono fatto questo convincimento: che si può essere leali e onesti avversari quando si è sportivi, quando si gioca a scopone, quando si è scacchisti, quando si è intellettuali ad alto livello; persino quando si è in guerra (il Barone Rosso atterrava anche lui quando vedeva l'avversario che si fermava per fare rifornimento, aspettava e poi ripartivano insieme). E tutto questo perchè ci sono delle regole: gioco, guerra o disputa intellettuale non importa, ma SONO regole! Nella comune discussione questo raramente avviene, perchè entra in campo la faziosità, la tifoseria, la 'chiusura' e una quantità di componenti che con le regole ludiche, logiche e belliche poco hanno a che fare. Se Veneziani mi concede, oltre a questo, un altro invio, Le mando uno stralcio, paradossale e sconvolgente, del filosofo Andrea Emo, Segue...

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 29/12/2014 - 18:47

“Io devo lottare perché il mio vicino possa esprimere, cioè far valere, un'opinione diversa dalla mia. Ma, poiché nel caso della lotta politica, la diversità di opinioni si riferisce all'essenza delle cose, alle radici, ai fondamenti, io devo lottare perché il mio vicino possa far valere un'opinione radicalmente diversa dalla mia. Cioè, posso far valere l'opinione che egli non ammette che altri possa avere un'opinione diversa dalla sua. Pertanto, se io lotto perché egli possa far valere un'opinione di questo genere, io suicido me e suicido le mie idee; cioè, in questo caso, il mio liberalismo. E allora, per far valere le mie opinioni liberali, devo combattere, cioè abbattere il mio vicino che ha delle opinioni illiberali (cioè opinioni diverse dalla mia). E anche in questo caso io uccido (cioè suicido) il mio liberalismo. Quindi, in ogni modo, il paradosso liberale, se sviluppato, arriva allo scacco matto” (Andrea Emo).

tzilighelta

Lun, 29/12/2014 - 20:20

Ottimo Rosario Francalanza, condivido tutto, ma io non ho difeso le idee di Dario Maggiulli, siamo piuttosto distanti almeno sul piano politico, ma in questo caso non si parlava di politica o altro, ho difeso la persona che è stata attaccata da un folto gruppo di persone le ragioni dell'attacco mi sfuggono forse perché banali e superficiali, sono spuntati contemporaneamente in sincrono, quasi non vedevano l'ora, è questo è contro le regole della cavalleria, eppure Maggiulli con il suo modo di scrivere quel tono di disincanto e la sua "riproduzione riservata" a me sta simpatico! A proposito di scacchi, ieri sera giocavo con mia nipote, non mi sono fatto scrupoli a batterla, ha capito dove sta la differenza? Saluti! p.s. a seguire la perizia balistica sulla bomba delle 18,21

tzilighelta

Lun, 29/12/2014 - 20:21

Lo dicevo io, prima o poi doveva accadere, alle 18,21 è esplosa la bomba termo nucleare per mano di Dario Maggiulli, a quest'ora ormai non ci sarà rimasto più niente, vediamo cosa restituirà il fall-out, forse qualche indumento utile per il riconoscimento delle salme! Le donne di questo blog sono da considerarsi estinte, con loro se ne andato anche qualche cicisbeo di accompagnamento, non ci mancheranno! Erano diventate noiose, sempre a criticare questo e quello, ci ci ci gne gne gne, scusate ma io sto ancora ridendo, ah dimenticavo, i funerali saranno celebrati in pompa magna da Veneziani in persona sotto il monumento del blogger ignoto, astenersi dalle visite private!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 29/12/2014 - 22:39

@tzilighelta, veramente non ho capito dove sta la differenza. Ho capito solo che Lei giocava a scacchi con Sua nipote, seguivate delle regole e, nonostante l'affetto che certamente Lei nutre per Sua nipote, non ha potuto fare a meno, arrivato ad un certo punto della partita e date le condizioni di arrivo, di batterla. Tutto molto semplice. Dopo, amici come prima. Saper giocare a scacchi non è come schierarsi meccanicamente sotto un'idea, o parlare di fatti dei quali non tutto si conosce, oppure credersi indipendenti e sciorinare moralismi credendosi al di sopra della mischia. Nel gioco non si ha una diversa visione delle cose ma un diverso modo di arrivare alla stessa conclusione, ragionando e meritandoselo (e con un po' di fortuna): scacco matto! Magari potesse essere così nelle discussioni normali!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/12/2014 - 22:44

Cara Marina, sarei veramente disgustata se non sapessi che certe ingiurie offendono chi le fa, non chi le riceve.

Agev

Mar, 30/12/2014 - 00:19

Signori miei .. Nel leggervi ho fatto una meravigliosa/gioiosa/festante/danzante/vibrante Risata .. Tutto il mondo/universo ha visto/sentito ed ha gioito e riso con me .. Si Signori miei .. Questo è il nostro modo di trasmutare la realtà/mondo .. Questo era/è il modo di Akhenaton .. Del Budda e di Yeshua e di tutti i Cristi morti per questo .. Si Signori miei vi invito nel Qui ed Ora e per il nuovo anno ad una Sanameravigliosagioiosavibrantedanzanterisata .. Tutto si trasmuterà in voi ed intorno a voi .. I veli si scioglieranno e riuscirete per la prima volta a vivere/vedere/sentire Al Di La (non nell'aldilà).. Nella nuova realtà/mondo che è Già . Buon Anno a Tutti. Gaetano

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 30/12/2014 - 10:31

Caro Rosario, hai posto un tema estremamente interessante,degno di attenzione,perché il paradosso indicato da Emo non è un'astrazione, ma riguarda quel principio al quale dovremmo ispirarci anche nei rapporti che viviamo nella nostra piccola quotidianità. La maggior parte di noi considera buono e giusto quanto dice Voltaire(mi sembra però che già qualcuno prima di lui avesse espresso quel concetto),ma sorgono comunque numerosi interrogativi.Vorrei tanto sentire le opinioni dei lettori che avranno idee più chiare delle mie e che mi perdoneranno per il mio stato di leggera confusione, considerando che sono una sopravvissuta di una catastrofe nucleare, deludendo qualcuno che auspicava e gioiva del contrario.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 30/12/2014 - 12:49

Gentile Euterpe:chiudo l'anno, in lutto, in quanto stanotte è morto nel sonno un amico, d'infanzia, di uno dei miei figli, poco più che ventenne, per complicanze legate al diabete mellito, un figlio per me, avevo in progetto un bel capodanno, pochi sfarzi, ma tanta gioa e serenità...bruciata in un attimo.Pensare, e il cielo mi perdoni, per ciò che dico: che sotto questo cielo esistano individui, volgari ed incommentabili, che nella loro rozzezza, cattiveria e furbizia, campano una vita, mi riempie di rabbia ed amarezza infinita, non so se il 2015, mi ritroverà, candida come mia natura, o al contrario, incattivita più che mai, perdoni lo sfogo, ma mi tremano le mani, il cuore è sconquassato e le lacrime mi impesdiscono, di continuare a scrivere.Le auguro ogni bene, per il nuovo anno e tanta serenità.Marina. GRAZIE dell'attenzione.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 30/12/2014 - 12:53

mi arriva ora la notizia...tra le lacrime di mio figlio:arresto cardiaco...niente da festeggiare.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 30/12/2014 - 13:28

Forse l’ idea-tolleranza prese forma con Moro, poi con Locke e l’ idea-verità. Écrasez l'infâme “il diritto all'intolleranza è assurdo e barbaro: è il diritto delle tigri; è anzi ben più orrido, perché le tigri non si fanno a pezzi che per mangiare, e noi ci siamo sterminati per dei paragrafi”. Il principio enunciato da Voltaire in ambito religioso e inteso come esito della nostra imperfetta condizione umana, poi venne esteso alle idee in generale. La preghiera a Dio offre uno spunto 'Se sono inevitabili i flagelli della guerra, non odiamoci, non laceriamoci gli uni con gli altri nei periodi di pace' Bobbio concettualizzò: 'tutte le idee debbono essere tollerate tranne quelle che negano l’ idea della stessa tolleranza', Marcuse teorizzò la tolleranza repressiva e Croce fu il religioso della libertà sempre tesa a divenire il suo opposto. “Chi crede che vi sia felicità senza libertà è uno sciocco; ma chi crede che la libertà porti la felicità è un folle”

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 30/12/2014 - 13:50

@Euterpe, l'articolo completo, contenente altre interessanti considerazioni di Andrea Emo è "Quando il popolo è massa chiunque può essere Duce", pubblicato il 30/10/14 nella sezione 'Cultura'. Se non ci dovessimo ricontattare Ti giunga un augurio per un felicissimo Anno Nuovo, da 'sopravvissuta'!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 30/12/2014 - 14:18

Dottor Lamacchia, lei e Bobbio siete stati illuminanti. Ora mi sorge un altro interrogativo: come,con quali strumenti opporsi ai portatori d'intolleranza, che solitamente hanno una forte carica di aggressività e violenza?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 30/12/2014 - 14:48

Rosario, ho letto quanto mi hai indicato, ti sarò eternamente grata.Adesso provvedo ad ordinare qualche libro di Emo.Anche a te tanti cari auguri per il nuovo anno. Un omaggio alla speranza:"Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?" Così disse il passeggere al venditore d'almanacchi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 30/12/2014 - 15:02

Cara Marina, un simile evento luttuoso ci lascia senza parole quando colpisce un giovane, assistiamo impotenti al rovesciamento di una legge che consideriamo naturale e talvolta ci verrebbe da imprecare contro quelle che ci sembrano crudeltà e ingiustizia del destino, contro il quale siamo impotenti. Noi possiamo solo offrire partecipazione al tuo dolore.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mar, 30/12/2014 - 15:27

Gaetano carissimo,ho incollato i miei brandelli,mi sono rivestito alla meglio, mi sono toccato le palle leggendo il becchino sardo, sono entrato in costellazione.. Poffarbacco, leggere l'entusiastica furia omicida dell'aspirante artificiere incolume di Sardegna fa sembrare campioni di filantropia i gasatori tedeschi , e ringrazio il mio portafortuna ( zia Woller) per avermi protetto dalla flatulenta deflagrazione.lLe bombe esplodono spesso in mano a chi le maneggia, e chi ne resta incolume e' una scheggia loffosa.Auguri a te e tutti quelli che il becchino vorrebbe sotto terra.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 30/12/2014 - 16:08

Bel dilemma, Euterpe; uno dei quei tanti problemi dai quali si potrebbe venir fuori soltanto per astrattezze (tipo: esiste il nulla?Dio bontà infinita-giustizia infinita? Sesso degli Angeli?) Dicono che sia meglio una tolleranza a rischio ma aperta, che una chiusa in se stessa, escludente): l’ intollerante, se escluso, non potrebbe mai diventare tollerante, ma non è detto che quello l’ intollerante, se accluso, capisca poi il valore della tolleranza e si converta. Un diallelo sottratto alla logica e alla morale. E alla realtà dell’ uomo. Forse, la tolleranza è soltanto un sistema che, per sopravvivere e per non autonegarsi, in certe occasioni deve esercitare la legittima difesa come può, compiendo eccezioni legittime, cioè, a tutela di un valore più grande. L’assolutizzare è un cul-de-sac, dove gli umani (esseri relativi) possono solo rompersi la testa inutilmente perdendo di vista la realtà e discettando senza concrete speranze.

Gianni Cinarelli

Mar, 30/12/2014 - 16:36

E ci (ri)siamo con LUI ed i GASATORI...Ricordo l'intervento di Andreotti alla Bosch (vi lavorano con soddisfazione circa 2000 connazionali!) "I Tedeschi amano gli Italiani ma non li stimano, gli Italiani stimano i Tedeschi ma non li amano" Ecco, per gli amanti della generalizzazione, direi proprio che questa è la più accettabile. E comunque, invito chiunque,in particolare gli scettici, a trascorrere qualche giorno qui in Germania. Più di uno forse si accorgerebbe che i propri desideri in quanto a standard di vita vedi modalità di convivenza,sicurezza, rispetto,servizi ec...qui sono realtà. Agev,il simpatico spiritualista, direbbe: "é già"

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 30/12/2014 - 17:31

Dottor Lamacchia, si potrebbe brutalmente concludere così? 'Insomma, ciascuno si arrangi come può'.

brunog

Mar, 30/12/2014 - 18:09

I cinesi invece dicono che un lungo viaggio e' il risultato di tanti piccoli passi. L'Italia ha bisogno di una eccellenza nelle piccole cose e non di fatti eclatanti.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 30/12/2014 - 18:17

3° INVIO - Il francalanza sbrodola incontinentemente un fiume di cxxxxxe, senza ritegno. Nessuno che gli è vicino, che riesca a trattenerlo. Lui crede che sia sufficiente paludarsi di citazioni colte per farsi passare come persona saggia. Ma si ecclissa totalmente quando la più coraggiosa, onesta, veramente colta, presenza di questo web, alias Dario Maggiulli, viene linciata a morte da un branco malvagio di ottuagenarie all'ultima vendetta da misandria. Abbiamo visto il francalanza tentare la fuga per un'inezia di dissenso contro di lui. Adesso ci sparerà un'ennesimo aforisma aristotelico o trilussano e si gonfierà di 'gloria terrena'. -ripr.ris.- 20,18 - 29.12.2014

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 30/12/2014 - 18:22

Nel mio piccolo, studiando, ricercando e lavorando duro, ho vissuto diverso tempo in Germania, in lungo e in largo da Neustadt (vicino a Schaffausen) sino a Travemünde, Peenemünde, Puttgarden, attraversando le diverse foreste, città industriali, universitarie, turistiche. E questo, a cominciare dal remoto 1958 e, in tanti anni a seguire, ho visto e vissuto cose lontane dalle immaginazioni di molti che l' hanno vista e vissuta soltanto assai dopo. Troppo da dire e inutilmente per chi nega tutto. Fanno tutto bene, sì: comprese la comunella con mafia e ndrangheta, le grandi truffe che hanno portato alla rovina solide e serie imprese italiane che si erano fidate, ghettizzare disumanamente la manovalanza import, e pure la casciara 'birresca'. E qualche guerretta e stragette di civili quando capita. Malati di egemonismo, oggi continuano a provarci ancora. Prenderanno ancora mazzate: tempo al tempo. Volutamente, non ho parlato d'altro. Meglio chiuderla qui, non vado oltre.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 30/12/2014 - 18:24

@Michele Lamacchia, concordo largamente con i Suoi interventi. Le chiedo scusa, tuttavia, se mi 'produco' in una finezza a correzione: le 'eccezioni' di cui Lei parla, pur, in qualche modo, giustificabili, non le riterrei 'legittime', in quanto pur sempre 'eccezioni' all'astrattezza e al rigore dell'assoluta tolleranza (che rischia, come Lei giustamente dice, il 'cul-de-sac'). Quale sia la loro origine e motivazione è comunque una strumentalizzazione, un pretesto più o meno valido a difesa di valori intangibili oppure di rapporti di forza o equilibri diplomatici o privilegi o segreti indivulgabili. Insomma la tolleranza è un 'imbroglio' nel suo stesso nome. Diciamo che quella che viene messa in pratica è una tolleranza 'tollerata', tollerabilmente 'tollerante'! Un maledetto imbroglio, appunto! Le giunga un caloroso augurio di Buon Anno!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 30/12/2014 - 18:32

E' un ghetto. Autentico. Puntandoci sopra i riflettori, la miseria umana più deprimente. Se tutto questo è lo specchio della società, mi prenoto su un'astronave spaziale. Si aggirano paludati di brandelli degli altisonanti filosofi del lontano passato, spalmandoseli addosso senza averci spiegato granchè. Ma ciò che loro conta è la gran figura di averli citati. Il mito della caverna impera. (questo l'ho spiegato mille volte). Per le orecchie dei migliori. -ripr.ris.- 18,32 - 30.12.2014

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 30/12/2014 - 18:34

EUTERPE gentile, non dico questo; ma le regole di un sistema di vita non possono mai essere estremizzate ad ogni costo: summum ius summa iniuria. L'adattamento del principio ideale al caso concreto è indice di maturità. Ma l'applicazione della regola (in questo caso, la tolleranza) assicura solamente la realizzazione di un particolare ordine sociale, non certamente del giusto o del bene, o del ragionevole. Il principio dell' uguaglianza (che non esiste in natura) è il massimo di violenza fatta alla libertà (anche questo lo ha scritto Bobbio)

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mar, 30/12/2014 - 18:38

Uno dei difetti degli italiani é quello di sbandierare la libertà come un oggetto usa e getta, senza tenere in conto che le azioni dettate in suo nome, ognuno di noi é libero di metterle i pratica ma poi ne deve subire le conseguenze, positive o negative che siano, che tali azioni comportano. Questa é la forza della libertà. Per questo gli italiani non saranno mai liberi, sono troppo furbi e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. @ Cara Signora Marina, in questo tragico momento che sta vivendo e che lascia ammutoliti, sia certa della mia vicinanza a lei e a suo figlio. Con affetto. Rosella

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 30/12/2014 - 19:23

@Marina, Le giunga un incoraggiamento di tutta la forza possibile, unito a calorosissimi e sinceri auguri di un Felice Anno Nuovo per Lei e per tutta la Sua famiglia!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 30/12/2014 - 19:29

Gentilissima Signora Rosella:quanto son vere e sicere le sue parole...la furbizia non paga mai, in nessun caso, creda non ho voluto vederlo, inquanto voglio desidero ricordarlo come era...un tenero mascanzoncello, sempre allegro e sorridente, mi arrivano notizie di continuo...la sua casa è colma di tantissimi amici addolorati e sbalorditi, avanti ieri era nel mio caffè con me, davvero non sto bene e preciso sono una giovane mamma, che spera di diventare ottuagenaria...GRAZIE!! un caro saluto e tanta serenità per un anno migliore per tutti...nonostante,il buio.

Gianni Cinarelli

Mar, 30/12/2014 - 20:35

Caro Lamacchia, delle due l'una: o tu in Germania non ci sei mai stato o il pregiudizio ti ha annebbiato (e verosimilmente continua a farlo) visuale ed analisi. Io son qui dagli accordi bilaterali... e mazzate non ne ho mai ricevute. E soprattutto, altro che tempo al tempo, i Tedeschi continuano a vivere meglio di coloro che gli danno contro. Ma forse a te i problemi dell'ITALIANO meno abbiente e nemmeno quelli di quello medio sono estranei.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 30/12/2014 - 21:59

@Gianni Cinarelli - Non mi risulta chiara questa sua frase: "Ma forse a te i problemi dell'ITALIANO meno abbiente e nemmeno quelli di quello medio sono estranei."

LETEMPSPERDU

Mer, 31/12/2014 - 05:47

Solo da questo terrible tablet riesco ad ottenere lo spazio per un commento, perche' dal computer da diversi giorni non e' possible fare il login, e scrivere da una tastiera abituata all'uso della lingua ebraica o inglese, mi obbliga ad una continua correzione delle parole. Spero che presto si possa tornare alla normale comunicazione. Avevo gia' fatto a TUTTI gli auguri di Sante e Buone Feste, un po' a modo mio, forse, ma sentiti, sinceri ed affettuosi. Perche' nascondere che un mancato riscontro mi sia dispiaciuto? co unique be li rinnovo! Un particolare ringraziamento @Rosella Meneghini per avermi dato il piacere di leggere la bellissima poesia in dialetto milanese del suo amato marito. Me la studiero' a memoria.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 31/12/2014 - 06:51

Euterpe, Le rispondo sul fondato rilievo. Spesso chi scrive male legge male e capisce malissimo. Qualcuno vive meglio di noi? E chi mai lo ha negato? Chi ha parlato di mazzate? L'accusa di pregiudizio è la solita, trita banalità di chi ignora e non ha argomenti di replica. In altre occasioni sfiderei questi inconsapevoli e gli racconterei fatti risalenti alle macerie da bombardamento viste in Germania. I miei vecchi passaporti datati e vistati confermano. Dialogicamente è comodo cominciare a metà, quando si ignora il resto. E poi, perché un' altra occasione per beccarsi le solite, comode ingiurie gratuite da parte di indigenti della verità? Le sventolate qualità della vita e gli agi costruiti sul sangue e sulla pelle altrui mi fanno orrore; i negazionisti abbiano un po' di sano pudore. La Storia da' giudizi, lascia agli indottrinati in fila indiana i pregiudizi a difesa ma non conti sospesi. Poca serenità tedesca, molta improntitudine in certi scritti, forse convenienti.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 31/12/2014 - 09:20

Euterpe, Le rispondo sul fondato rilievo. Spesso chi scrive male legge male e capisce malissimo. Qualcuno vive meglio di noi? E chi mai lo ha negato? Chi ha parlato di mazzate? L'accusa di pregiudizio è la solita, trita banalità di chi ignora e non ha argomenti di replica. In altre occasioni sfiderei questi inconsapevoli e gli racconterei fatti risalenti alle macerie da bombardamento viste in Germania. I miei vecchi passaporti datati e vistati confermano. Dialogicamente è comodo cominciare a metà, quando si ignora il resto. E poi, perché un' altra occasione per beccarsi le solite, comode ingiurie gratuite da parte di indigenti della verità? Le sventolate qualità della vita e gli agi costruiti sul sangue e sulla pelle altrui mi fanno orrore; i negazionisti abbiano un po' di sano pudore. La Storia da' giudizi, lascia agli indottrinati in fila indiana i pregiudizi a difesa ma non conti sospesi. Poca serenità tedesca, molta improntitudine in certi scritti, forse opportunisti.

Mariacarla

Mer, 31/12/2014 - 09:35

A me pare evidente il perché se la prenda così tanto; da mezzo sangue e doppio cittadino forse deve accattivarsi qualcuno che per lui conta. La storia contemporanea della Germania non comincia quando fa comodo a lui, nel 92 circa credo, se si riferisce a quegli accordi, ed è stupido denigrare ed offendere chi ne sa molto più di lui avendo operato in Germania dal 1958. Lui ne sa qualcosa per sentito dire? Ma siano seri! E' questo il tanto decantato pragmatismo germanico, il senso della misura, il realismo? Ma se non sa nemmeno di che parla e con chi parla! Ritorni indietro e cominci il libro dall' inizio, almeno dal 1958, appunto. E metta molta modestia in ciò che afferma disinvoltamente.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 31/12/2014 - 10:46

IL MIO INTERLOCUTORE E' SOCRATE - Allargando la cerchia dei convenuti ai Dialoghi di Platone. --- Quale scempio mio amato Socrate! nelle umane condotte! Quale e quanto squilibrio nelle teste e nei cuori degli uomini! Il Governo delle Menti, che precede ogni altra amministrazione sociale, è fallimentare. A causa della moltitudine dei vili, dei mentecatti, dei truffatori propositori di scellerataggini. Il Popolo è abbindolato da suggestioni malate, così formando il Partito del Male. Riuscirà mai, il Virtuoso, il Giusto, a prendere le Redini della Cosa Pubblica? Direi impossibile finchè Democrazia Impera. segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 31/12/2014 - 10:49

3° - Più che vile, pavido, comprensibilmente timoroso di essere travolto da tanta violenza, 'abbandonò il nobile campo'. Grave perdita per il Maggiulli, 'inalterato affetto'. - Impossibile per Maggiulli mettersi la coda fra le gambe e latitare lasciando che i baccanali delle streghe avessero corso. Per i 'posteri', vanno stigmatizzate per quanto esistente sotto le bianche lenzuola che le nasconde. Rigorosamente 'mascherate' per non rivelare la lombrosiana natura perversa, mute, come prive della facoltà del dire, evitano le risposte chiarificatrici per tanta efferatezza. Caro Socrate, in virtù del Principio metafisico costituente l'ordine razionale del mondo, il Logos, Dario Maggiulli E'. -riproduzione riservata- 10,30 - 31.12.2014

Gianni Cinarelli

Mer, 31/12/2014 - 12:05

Mariacarla, gli accordi bilaterali, quelli che regolarono l'emigrazione, sono del 1955. Ti assicuro che io sono un libero cittadino che non ha bisogno di accattivarsi un bel niente. Livore, sospetti: Riesci a pensare che ciò, a certe persone non appartengono anche perchè in determinati contesti, che probabilmente non sono i tuoi, non hanno motivo di esistere? Vedi,la realtà e abbastanza semplice. in Germania ci sono diritti e doveri. Si praticano (realmente)i secondi e di conseguenza si ottengono(concretamente)i primi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 12:08

Rosario, permetti che una volta mi sostituisca a te nel citare Trilussa? "Mentre me leggo er solito giornale/spaparacchiato all’ombra d’un pajaro,/ vedo un porco e je dico/ Addio, majale! / Vedo un ciuccio e je dico/Addio,somaro!/ Forse 'ste bestie nun me capiranno/ ma provo armeno la soddisfazzione/ de poté dì le cose come stanno / senza paura de finì in priggione."

Gianni Cinarelli

Mer, 31/12/2014 - 12:19

Euterpe: che ne sanno i rivoluzionari dei libri e/o quelli delle parole dell'emigrante? Del rivoluzionario della valigia? Agev: quando busso alla porta di qualcUNO spero nella DIVINA PROVVIDENZA, quando busso alla porta di qualcunaltro (sulla terra)se si tratta di istituzioni, servizi ecc. mi aspetto, spesso invano, che mi venga aperto...altrimenti c'è chi potrebbe sfondarla quella porta. E poi tutto non sarà più UNO.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 31/12/2014 - 12:32

Cara Signora Marina, Le sia di conforto l’amore che questo ragazzo é riuscito a trasmette. La vita, per quanto possa essere lunga, é un sospiro; sta a noi farlo diventare una gioiosa brezza che danza nell’universo. E da quello che mi dice, questo ha fatto l’amico di suo figlio. Più che sentiti auguri a lei e alla sua famiglia. Rosella

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 31/12/2014 - 12:43

Cara Signora LETEMPSPERDU, ben lieta di averle dato questa piccola gioia, auspico che tale piccola gioia piena di amore da donare e di speranza che ci incita a guardare avanti senza perdere di vista il meglio del passato, accompagni lei, il nostro Marcello e tutti gli amici e amiche che qui commentano, per tutti i giorni, mesi e anni a venire. Rosella

CARAMBOLA

Mer, 31/12/2014 - 13:32

Evidentemente, il maestro cantore di Norimberga ha motivi suoi per osannare la Germania. Ed io, mi creda no, ho i miei per detestarla, per orribili e prolungate esperienze dirette e indirette, compreso un bieco e persecutorio razzismo scorticatomi sulla pelle e su quella della mia famiglia, compresi i bambini. E l' adulatore nostalgico o opportunista non mi venga a parlare di annebbiamento della vista, di pregiudizio (solo quello antisionista è ammesso?) o di chissà cosa avrò fatto. Tutto in regola, educazione, correttezza, precisione e disponibilità. Solo che non ho leccato i popò giusti come avrebbe voluto qualcuno di quelle parti. Mi faccia il piacere. La racconti a qualche altro e ce lo dimostri e non a chiacchiere e sciocche supposizioni su chi non condivide. A A me pare un chiaro caso di brutto contagio da virus Deutschland über alles; allora, basta, parlarne. Sono intollerante al prodotto.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 31/12/2014 - 13:43

Cara Signora Rosella:sagge parole le sue, per me che aimè poco saggia sono.Il dono, che il "mio" Alfi mi ha fatto, nella sua breve vita, mi accompagnerà, vita natural durante.Ho deciso, spinta dalle insistenze dei miei figli, di passare un sereno per quanto possibile fine anno, con mio marito,( che lavoro a parte, non mi ha abbandonata un attimo nel mio, nostro dolore) a casa di amici, in totale serenità, sperando in un 2015, meno buio e più speranzoso, per tutti gli Italiani e, lasciando a loro completa disposizione la mia casa, che già pulula di ragazzi, per festeggiare come si conviene a chi è molto giovane, un nuovo anno colmo d'allegria,nonostante tutto,questo fine anno, han preferito, la casa, al posto del cenone fuori e della discoteca.RINGRAZIANDOLA ancora sentitamente, auguro a Lei e famiglia,tutto il bene che il mio cuore, mi ispira.GRAZIE! un saluto, naturalmente al Signor Francalanza e Letemsperdu, nonchè ad Euterpe.beso!! ore 13;43.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 13:48

@Gianni Cinarelli-Non mi sembra che qui vi siano rivoluzionari dei libri e delle parole. Se si riferisce al dottor Lamacchia, mi sembra che egli parli non in astratto,ma sulla base di esperienze personalmente vissute, invitando a ricordare anche il passato per capire meglio il presente,sfrondandolo non di tutti gli allori,ma almeno non ignorare completamente "di che lagrime grondi e di che sangue".

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 31/12/2014 - 14:05

SEMPRE PER LA SIGNORA Rosella... da noi usa dire:maridu isconzat domo, e fizu iscancat coro.Aveva un padre...assente.

Gianni Cinarelli

Mer, 31/12/2014 - 14:26

Il dottor Lamacchia parla, cara Euterpe, per esempio di mazzate e di ben altro(vedi s.p. del 30/12 ore 18.22 per poi smentisce se stesso s.p. di oggi ore 9.20)Ma gli sarà sfuggito: sai alla nostra età! Francamente, però, non capisco la sua acredine...anche nei miei confronti. E pensare che questa è una delle poche volte che ci vede in disaccordo.

Gianni Cinarelli

Mer, 31/12/2014 - 14:34

Carambola,mi dispiace per la tua esperienza negativa. Io non vivo a Norimberga ma a Stoccarda e, altro che cantore, al limite sono un semplice osservatore. Come tale, tu oltre che intollerante nei confronti dei Tedeschi mi sembra che,nel caso, faresti bene ad esserlo anche nei confronti di te stessa. Auguri per il nuovo anno.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 31/12/2014 - 15:14

@Rosella:nome a me caro in quanto nome portato, con eleganza e umanità da una mia carissima amica, proprietaria di una nota farmacia,(nonchè farmacista...)della mia città... ho ricopiato la deliziosa e profonda Poesia...scritta dalle mani del suo amato e sicuramente indimenticato marito...e la trascriverò su una pergamena, con tanto di cornice, che mio marito col suo raffinato buon gusto,eseguirà, basandosi, su ciò che il suo istinto,gli suggerirà,essendo munito di mani d'oro, pur essendo...un tantino "orsetto"...quanto l'apparenza inganna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! GRAZIE!!VENEZIANI...che dire????? te quiero...mi Senior!! gracias por existir...Marina.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 15:47

@Gianni Cinarelli- Non per essere pignola, ma per amor di precisione ho riletto i commenti del dottor Lamacchia da lei indicati. Le 'mazzate' si riferivano al pangermanesimo, erano solo una generica previsione,non attinenti nello specifico alle esperienze personali, pertanto nulla tolgono alla coerenza del suo discorso. segue...

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 15:51

Signor Cinarelli, sto tentando di risponderle,ma qualcosa non va, perché prima il post non viene accettato in quanto supera il numero dei caratteri consentito; l'ho dimezzato e la scritta gialla dice che non si accettano commenti duplicati. Che fare? Tenterò qualcosa.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 15:54

@ Gianni Cinarelli-Credo che sia il dottor Lamacchia che Carambola abbiano vissuto esperienze della cui veridicità non dobbiamo dubitare, diverse dalle sue, Cinarelli,per sua fortuna migliori,e le loro stanno a dimostrare che non ci si può limitare a guardare solo al presente,in superficie,solo al benessere dei cittadini tedeschi,oggi, ma anche così non si dovrebbe dimenticare che l'attuale politica estera tedesca non è finalizzata al bene comune, di tutti i popoli dell'UE, ma solo egoisticamente a salvaguardare quello della Germania.Se lei mi risponderà che questa è una buona scelta, implicitamente ammetterà l'inutilità e la dannosità dell'unificazione europea per gli altri popoli .Eccetto che per i tedeschi.Ciò indirettamente avvalorerebbe quanto affermato dai suoi interlocutori anche riguardo al passato.

CARAMBOLA

Mer, 31/12/2014 - 16:05

Dopo il suo input, io dico delle mie esperienze così come lei dice delle sue. Se per lei, avercela con chi, razzista e diffusamente intollerante verso gli italiani, mi fatto molto male per il solo fatto di essere italiana significa essere intollerante, ebbene io lo sono; anzi, sono proprio ostile. E allora? Fa parte della mia libertà d'opinione, a casa mia almeno non devo elemosinare questo mio diritto a lungo negatomi ora anche da chi è invaghito di certa gente; forse, non faccio stato e nemmeno lei; anzi, lei lo fa, ma di qualcos'altro. Per quello che mi importa, vista la provenienza, lo chiami pregiudizio o come vuole, ma non ci provi ad eccedere anche lei. Non sarà per caso un antitaliano? E la smetta di approfittare della signorilità altrui: riservi consigli, epiteti e apprezzamenti ai suoi cari connazionali. La sua figura è ormai abbastanza netta; vada dove la porta il cuore. E la smetta di imbrogliare le carte a chi le ha dato retta. Si astenga da repliche, bitte.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 31/12/2014 - 16:28

Cara Marina, sono senza parole! Mai avrei immaginato un apprezzamento simile. Commossa, gliene sono grata unitamente a mio marito che nel suo eterno viaggio per l’universo resta pur sempre legato a questo atomo di tale universo che é il nostro pianeta, dal “cordone ombelicale” della famiglia. Pensi che questa poesia é stata l’ultima che ha scritto, pochi giorni prima di timbrare il biglietto per il suo viaggio. Anche se penso di aver capito il significato, le sarei inoltre grata se mi traducesse quella frase, penso, dal dialetto sardo. Sarebbe un immenso piacere poterle inviare copia del libro scritto da mio marito, ma non saprei proprio come fare. Un caro saluto a lei e a suo marito “orsetto” che, come tale, riuscirà sempre a stupirla. Rosella

Gianni Cinarelli

Mer, 31/12/2014 - 17:20

Per chiudere la diatriba: dalle parole ed opinioni ai fatti. In Germania vivono circa 700.000 connazionali (soltanto nel c.a. ne sono arrivati 60.000). Da relative inchieste risulta che 9 su dieci non hanno sostanzialmente di che lamentarsi della loro scelta di vivere qui. A tutti loro ed anche a chi non li considera o spesso se ne dimentica, i miei migliori auguri di un meraviglioso 2015.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 17:27

Cara signora Rosella,il proverbio aveva incuriosito anche me ed ho fatto una breve ricerca:"Maridu isconzat domo, efìzu iscancat coro. Il marito sconcia la casa, ed il figlio strappa il cuore. Si dice dei figli che sono amati dalle madri, sebbene il padre non curi la casa." Le rinnovo i miei auguri.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 31/12/2014 - 17:48

@Euterpe, simpaticissimo il Tuo intervento che richiama, appunto, quanto è importante almeno la libertà di dire le cose come stanno (e puoi star sicura che ancora ci è concesso di farlo perchè non hanno ancora interesse o forza per impedircelo)! E visto che sono stato rimproverato di gonfiarmi di ‘gloria terrena', vorrei finire l’anno in leggerezza, rispetto a chi si prende maledettamente sul serio, e citerei 'La lumaca', sempre del nostro Trilussa: "La lumachella della vanagloria/ch'era strisciata sopra un obbelisco/guardò la bava e disse: 'Già capisco/che lascerò un'impronta nella Storia!". Gli auguri ce li siamo già fatti ma Te li rinnovo; con un abbraccio!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 17:52

@Gianni Cinarelli- Lei sbaglia a ritenere che non abbiamo un pensiero per i nostri connazionali che sono costretti ad abbandonare la loro terra da coloro che, servi della Germania e di altri Poteri, hanno progettato e stanno attuando la distruzione dell'Italia ( e mi sembra che abbiano anche il suo consenso). Pertanto non considerarli o il dimenticarsene va riferito a coloro che hanno determinato per loro l'impossibilità di un lavoro e di una vita dignitosa qui in Italia.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 31/12/2014 - 17:55

Euterpe gentile, il soddisfacimento dei desideri come misura della qualità della vita? Detto così, si potrebbe riferire anche ad un bravo ladro, ad un abile rapinatore, ad un evasore fiscale, al vile che fugge lontano per istinto di salvezza, al latitante che elude la pena, a chiunque, esercitando diverse forme di aggressione e sopraffazione di persone, regole o sistemi, si procuri i mezzi altrimenti non conseguiti decorosamente. “C'è gente che per il danaro è disposta a tutto: tranne che a lavorare onestamente”. In genere, da benestanti, poi, ostentano di continuo benessere e autosufficienza verso gli altri che reputano meno furbi, li sottovalutano e ne prendono le distanze, censurano, insegnano, pontificano persino. Eppure, inconsapevolmente hanno pagato con la dignità che, una volta così spesa, rende miserabili, ovviamente molto soddisfatti di sé. Similes cum similibus.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 31/12/2014 - 18:15

GENTILE E DOLCE ROSELLA:chiedo venia, ma son presa da questi preparativi:obbligo non andare mai a mani vuote a casa di chiunque: letteralmente il significato è il seguente:dicesi dei figli che sono amati dalle madri, sebbene il padre non si curi della casa...ottima interpretazione di Euterpe...alla quale faccio i miei complimenti..."l'orsetto" oltre ad essere, un ottimo e giovane imprenditore...è anche un'artista...non so se arriverà questo mio...prima di uscir di casa, ma rinnovo a Lei e a chi lo desidera...un sereno 2015. GRAZIE!!ORE 18;14.

Agev

Mer, 31/12/2014 - 18:40

Quel Principe/Signore Rinascimentale grande imprenditore Italiano/mondiale .. Morto ammazzato qualche anno fa.. E' un Figlio delle Stelle , E' un Sole del mattino .. Appartiene a quella immensa/meravigliosa comunità Galattica della quale Io Sono Principe/Signore e che è milioni di anni di evoluzione avanti Voi .. Noi ci incarniamo Qui per onorare/vivere e far vivere Ciò che è .. Dicevo questo meraviglioso Essere .. Questo meraviglioso Principe/Signore Rinascimentale .. è Già Qui .. Vive in Germania .. E' li dove opererà e trasmuterà tutta la realtà Tedesca/europea/mondiale .. E' in quelle terre/luoghi e non solo dove si giocherà a breve tutta la trasformazione della realtà/mondo Europea/mondiale . In quei luoghi sono in gioco forze/energie talmente potenti che un qualsiasi altro popolo sarebbe impazzito . Pertanto Onore al popolo Tedesco anche se hanno ancora piedi e cxxo pesanti. Trasmutazione della realtà - Camminare con passo libero sxxla terra e nell'universo . Gaetano

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 31/12/2014 - 19:20

Caro Tempus,in quest'ultimo scorcio di anno vecchio, voglio farti un dono a te gradito, un pensiero di Mark Twain, anche se tu forse già lo conosci: "Se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare". Tanti auguri per il 2015.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 31/12/2014 - 19:39

Cara Euterpe, non ci avevo proprio azzeccato con il proverbio di Marina e la ringrazio per la sua cortesia. Certo che lei e Rosario formate una bella coppia di cultura. Le citazioni di Trilussa, grazie a Dio, e chiaro siano esenti dal politicamente corretto, di conseguenza colpiscono dove devono colpire e per quel che mi riguarda raggiungono sempre il bersaglio in positivo. Peccato, Trilussa sarebbe stato un ottimo presidente della Repubblica. Poveri partiti, li avrebbe sotterrati sotto delle sane risate (altro che Grillo) che, con tutto questo politicamente corretto, ormai sono ridotte ad una bizzarra estensione della bocca. Ancora Buon Anno a lei e al caro Rosario. Rosella

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 31/12/2014 - 20:53

Gentile Euterpe, il soddisfacimento dei desideri come misura della qualità della vita? Detto così, si potrebbe riferire anche ad un bravo ladro, ad un abile rapinatore, ad un evasore fiscale, al vile che fugge lontano per istinto di salvezza, al latitante che elude la pena, a chiunque, esercitando diverse forme di aggressione e sopraffazione di persone, regole o sistemi, si procuri i mezzi altrimenti non conseguiti decorosamente. “C'è gente che per il danaro è disposta a tutto: tranne che a lavorare onestamente”. In genere, da benestanti, poi, ostentano di continuo benessere e autosufficienza verso gli altri che reputano meno furbi, li sottovalutano e ne prendono le distanze, censurano, insegnano, pontificano persino. Eppure, inconsapevolmente hanno pagato con la dignità che, una volta così spesa, rende miserabili, ovviamente molto soddisfatti di sé. Similes cum similibus.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 01/01/2015 - 11:11

@Euterpe (19:20) ti ringrazio molto del tuo augurio che ricambio di cuore. La questione che poni riguardo al voto merita una risposta adeguata che di darò sicuramente fra 2 settimane. Ora mi trovo a Shanghai e da qualche giorno tento di scrivere qualcosa ma senza risultato. Spero che questo perlomeno questo messaggio ti arrivi. Per te e per Rosario ho scritto una poesia ispirata da Trilussa.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 01/01/2015 - 11:14

@Euterpe e @Rosario.Francalanza. La vostra citazione di Trilussa (merc. 31) ha ispirato la mia “creatività poetica” (sic) ed ho tentato di mutuarlo. Ecco a voi il mio componimento: “Stamatina go visto che scapava,/ curto el fià, un grosso stercorario./A oservarlo go sentìo gran pena,/ l’aspeto gera a dir poco funerario./ El scapava, ma sempre pien de boria/ rosegando de mxxxa un tochetìn,/ drìo de lù un musso sardegnolo/ affasinà da la so’ liderscìp/ Se un giorno te ritorni, ghe go dito,/ gabi rispeto de la società./ Rendite conto, no te sì mejo de i altri/ no fare el mona e impara l’umiltà./ Come gavesse dito na bestemia/ el me risponde con tono dotrinario,/ solenemente, come se el fusse un dio/ ma l’era solamente un stercorario.”

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 01/01/2015 - 11:14

Mi ripeto - Gentile Cinarelli, e questo è niente, lascia passare ancora qualche mese e ti renderai conto in quale vespaio di donne terribili ti sei cacciato, con annessi affiliati. Non ci sono regole rispettate in questo abominevole clan. Prevale la misandria. Tu hai perfettamente ragione sul tema trattato. E, Michele, malgrado i suoi indiscutibili pregi, ha dei 'cedimenti d'età'. Come tu hai rilevato e così come spiegavo io garbatamente nel mio secondo commento che non mi hanno voluto passare. Forse perché inserivo le Erinni. Su Wikipedia. Il loro fondamentalismo non è una 'carezza'. La verità è che trattano il tema strumentalizzando gli estremi, non la sostanza dei popoli. Auguri, per tutto. ripr.ris. 17,48 - 31..12.2014 -

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 01/01/2015 - 11:20

E no @Agev, Lei non può essere così ermetico! Mica mi può gettare questo sasso in piccionaia e poi allontanarsi bel bello! Chi è questo 'imprenditore' morto ammazzato qualche anno fa e che sarebbe già operante in Germania? Parla 'metaforicamente' o 'realmente'? Nel primo caso potrei pensare al Cav (che non vive in Germania, ma che è stato 'ammazzato' virtualmente più volte dalle forze economiche europee ed oscure); ma se parla 'realmente' deve dire a chi si riferisce. Io butto là un nome: forse Enrico Mattei? Ci faccia sapere! Un cordiale augurio di Buon Anno!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 01/01/2015 - 12:07

Il Principe/ Signore rinascimentale di cui parla Agev vive in Germania. Quest'informazione renderà felice il signor Cinarelli.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 01/01/2015 - 16:04

così non si fa

Ritratto di walterterza

walterterza

Gio, 01/01/2015 - 19:33

Non sono affatto d'accordo: ad approfittarne sarebbero i soliti noti, con opere mai finite ed alla fine inutilizzabili. Usare i soldi necessari per organizzare un Olimpiade per finanziare le imprese private che non riescono più ad accedere al credito. Basta sprechi!!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 08:56

RUFFIANO --- Chi cerca di acquistarsi il favore altrui con l’adulazione o con atteggiamento di ostentata sottomissione: Questa la definizione del RUFFIANO – Stai tranquillo, ‘buon’ Rosario, tu sarai sempre il beniamino di quella lì, perché le sei ruffiano.- Tu avrai problemi alle coronarie o altrove, per cui per nulla al mondo contesteresti ciò che dice l’Ape Regina’, perché sai perfettamente che le donne possono farti impazzire, così come le Erinni –“”” Il loro compito era quello di vendicare i delitti, soprattutto quelli compiuti contro la propria famiglia, torturando l'assassino con le armi che portavano con loro, fino a farlo impazzire."""- segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 09:01

Tu non diresti mai ciò che ho osato io e cioè che voglio dominarle intellettualmente. Credo proprio che questa mia esternazione è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Vaso, pieno già dello stereotipo maschile che io rappresento. Il modello profondamente virile nel pensiero, nell’azione, nell’imposizione, che non dà scampo alle ‘nature molli femminili’.- E lo scenario di guerra qui presente è inequivocabile- MEGERA, scortata da Aletto e Tisifone e dagli Eunuchi di turno, si levano ‘lance in resta’ per colpire l’Uomo. Tutto questo, tu come qualcun altro, lo sai istintivamente, senza dover ricorrere a Vittorino Andreoli o a Dario Maggiulli. Praticamente, tu, come quell’altro, e come quell’altro ancora, siete dei cacasotto, beninteso, per ragioni di sopravvivenza. E, modellate ogni vostro scritto nello spirito dell’accondiscendenza, che per voi ha priorità assoluta sul valore del pensiero sano, non corrotto da alcunché.segue

Gibulca

Ven, 02/01/2015 - 11:08

Caro Veneziani, mi sto ancora chiedendo in che modo le Olimpiadi possano contribuire a salvare il paese. Sa perché non son d'accordo con lei? Perché i Giochi portano soldi perché danno lustro al "brand" di una città. E il brand è prprio l'unica cosa di cui Roma non ha bisogno, in quanto è fra i più brillanti del mondo. A Roma manca tutto il resto. Senza cotnare che finanziare nuovamente una città come Roma - da decenni sulle spalle degli altri italiani - è uno scandalo e una presa in giro per tutti gli italiani che pagano le tasse, che nella maggior parte dei casi risiedono a nord della linea Gotica

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 12:38

4° - ‘Rosariuccio bello’ stai tranquillo.- Vedi come hanno ridotto i loro mariti‘le mogli del tipo’? Li mandano subito sottoterra e poi leggono alle feste consacrate la poesia che hanno lasciato, che li rappresenta come straccetti nelle loro mani. E poi si scambiano l’un l’altra definizioni reciproche sul caro estinto provvidenzialmente assente. Ma tu stai tranquillo che ti hanno pure elogiato d’essere con Megera la coppia più bella dell’Ade. Ma quali Erinni? Stai tranquillo. Sei al sicuro, tu e quelli come te. Con me però, cascano male. Ed ecco scatenarmi una guerra senza quartiere.- Riproduzione Riservata- 8,40 – 2.1.2015

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 12:39

Gentile Cinarelli, e questo è niente, lascia passare ancora qualche mese e ti renderai conto in quale vespaio di donne terribili ti sei cacciato, con annessi affiliati. Non ci sono regole rispettate in questo abominevole clan. Prevale la misandria. Tu hai perfettamente ragione sul tema trattato. E, Michele, malgrado i suoi indiscutibili pregi, ha dei 'cedimenti d'età'. Come tu hai rilevato e così come spiegavo io garbatamente nel mio secondo commento che non mi hanno voluto passare. Forse perché inserivo le Erinni. Su Wikipedia. Il loro fondamentalismo non è una 'carezza'. La verità è che trattano il tema strumentalizzando gli estremi, non la sostanza dei popoli. Auguri, per tutto. ripr.ris. 17,48 - 31..12.2014

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Ven, 02/01/2015 - 13:48

Manteniamo questo silenzioso silenzio. Vale più ed é più dignitoso di una fragorosa pernacchia.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 02/01/2015 - 14:02

Veneziani ha scritto delle riflessioni sul Capodanno trascorso in solitudine come scelta,non per costrizione, peccato che qui non venga pubblicato.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 14:07

3° - Certe donne vanno cercando quelli come te. IL CAVALIER SERVENTE. Certe donne sono affette da misandria conclamata, odiano l’uomo autentico ed ‘hanno’ inventato il concetto di misoginia per affibbiarglielo quale prima mossa di attacco, alla pari degli Ebrei che per tacitare ogni giustificata critica nei loro confronti, lanciano lo strale difensivo di antisemita° - segue

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 02/01/2015 - 14:19

Cara signora Rosella, questa volta il silenzio è assordante, perché non vi è nulla di più vile e malvagio che coinvolgere nell'ingiuria persone a noi care che non ci sono più.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 14:21

2°di SOCRATE - Un grumo di indecenze sociali, prive di Etica della Comunicazione, solare Insulto alla Civiltà, sorde ad ogni nobile indicazione, visceralmente nemiche del Verbo (ante litteram), paludate di stracci razziali ed odio profondo verso ogni impeccabile 'definizione', Tengono Banco. - Uno, fra loro, aveva manifestato giudizio valutativo di apprezzabile qualità nei confronti del dissenziente di cotanta miseria, Dario Maggiulli. Tale Michele Lamacchia. Pareva essere il lume in fondo al tunnel, che accendeva le Speranze. Subito, fu accolto con sperticata gioia, per il rafforzamento del Bene. Ma, quel lume, presto si spense travolto da una folata di soffione mefitico, che spaventose Erinni ottuagenarie e dintorni gli proiettarono addosso. °°°Il loro compito era quello di vendicare i delitti, soprattutto quelli compiuti contro la propria famiglia, torturando l'assassino con le armi che portavano con loro, fino a farlo impazzire°°°.- segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 14:23

Con quale parte del corpo la fragorosa pernacchia? Così, per proteggermi.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 14:31

Eccoci sbarcati nel 'nuovo mondo'. Il 2015. Oh! Il Passato. Violento, aspro, sudicio, imbrattato. E qui, quanta dolciastra prosa! A coprire deformità dell'animo. Inquietante panacea delle membra molli. Distinta, la necessità di depurare gli habitat, differenziando le presenze femminili malate, affette del virus che contagia quelle sane, uccidendo la collettività. Respingiamo i maschi che, affetti da problemi alle coronarie, vanno a cercare il calduccio tra le mutande delle femmine per essere al riparo dalla furia delle Erinni che li potrebbero far impazzire. Segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 14:35

Non lo vedo - Eccoci sbarcati nel 'nuovo mondo'. Il 2015. Oh! Il Passato. Violento, aspro, sudicio, imbrattato. E qui, quanta dolciastra prosa! A coprire deformità dell'animo. Inquietante panacea delle membra molli. Distinta, la necessità di depurare gli habitat, differenziando le presenze femminili malate, affette del virus che contagia quelle sane, uccidendo la collettività. Respingiamo i maschi che, affetti da problemi alle coronarie, vanno a cercare il calduccio tra le mutande delle femmine per essere al riparo dalla furia delle Erinni che li potrebbero far impazzire. Segue

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 14:36

2° - La misandria più che la misoginia è il Flagello dei Tempi. Il profilo dell'uomo 'benevolo' verso il genere femminile 'sporco', è quello di una natura 'minata', affetta da seri problemi organici, che pongono limitazioni irrinunciabili per la propria sopravvivenza. Il tutto mescolato allo straziante uso della cultura come citazioni in pillole-bignami. Eunuchi di produzione creativa, questi abitatori tragici, investono l'ambiguità delle loro sensibilità producendo danno serissimo alla trasparenza dei Valori. Emarginiamoli, aiutandoli 'fuori dalla porta'. Chi mi ama mi segua. -riproduzione riservata- 9,27 - 1.1.2015

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Ven, 02/01/2015 - 15:08

Gentile Signora Rosella:dedicata a Lei...con affetto e vicinanza nel ricordare, la figura elegante e profonda del suo Caro Marito e di tutti coloro, che abbiamo perso e che hanno lasciato in noi...un brandello di Cielo sulla vita.ANDREA BOCELLI-SARAH BRIGHATMAN...IL CANTO DELLA TERRA...GRAZIE!!

eiquidicit

Ven, 02/01/2015 - 16:14

Dario rinuncio per una volta al mio riserbo in questa rubrica che una volta si distingueva in positivo per firma e per stile dei commenti. Lei lamenta l' isolamento e imputa a destra e a manca responsabilità di presunte comunelle o regìe: non so chi lei sia; so che qui, si comporta col massimo della volgarità in ciò che scrive e come lo scrive. Non le serve più provocare, ormai non la fila più nessuno; qualcuno le aveva offerto una buona chance ma lei l'ha fatta cadere nel vuoto della sua testa. Lei non può scegliere gli amici dei suoi amici e indispettirsi se non le piacciono. Lei, da tardinfantile, rivendica persino ridicoli possessi intellettuali e si è posto sul gradino più basso della socialità. Crede di riabilitarsi insistendo in questo modo? A quei pochi che potrebbero ancora avere solidarietà per lei si presenti sobrio e col cappello in mano, abbia il coraggio di fare un mea culpa leale e generale, poi mantenga l' impegno da vero uomo. Arduo, ma chissà.

eiquidicit

Ven, 02/01/2015 - 16:42

Dario rinuncio per una volta al mio riserbo in questa rubrica che una volta si distingueva in positivo per firma e per stile dei commenti. Lei lamenta l' isolamento e imputa a destra e a manca responsabilità di presunte comunelle o regìe: non so chi lei sia; so che qui, si comporta col massimo della volgarità in ciò che scrive e come lo scrive. Non le serve più provocare, ormai non la fila più nessuno; qualcuno le aveva offerto una buona chance ma lei l'ha fatta cadere nel vuoto della sua testa. Lei non può scegliere gli amici dei suoi amici e indispettirsi se non le piacciono. Lei, da tardinfantile, rivendica persino ridicoli possessi intellettuali e si è posto sul gradino più basso della socialità. Crede di riabilitarsi insistendo in questo modo? A quei pochi che potrebbero ancora avere solidarietà per lei si presenti sobrio e col cappello in mano, abbia il coraggio di fare un mea culpa leale e generale, poi mantenga l' impegno da vero uomo. Sarà arduo, ma chissà.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Ven, 02/01/2015 - 17:03

Care Euterpe e Marina, e sì il silenzio é proprio assordante per cui sottovoce desidero dire che il libro di mio marito é parte delle più prestigiose biblioteche milanesi e di conseguenza ne vado molto orgogliosa. Sono andata a risentire “il canto della terra” pieno di confidente amore. Grazie per avermelo ricordato, mi ha fatto tornare indietro a tempi migliori. E’ molto struggente ricordare, tanto certe ferite non si chiudono mai, ma paradossalmente le lacrime, pur essendo salate, leniscono. Vi abbraccio. Rosella

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 02/01/2015 - 17:11

Ti prenderei tanto sul serio mio caro EIQUIDICIT se soltanto ti fossi presentato col tuo nome e cognome ed avessi esposto la tua foto. Così come usa la estetica comunicativa nel cui 'territorio' ambientale pare tu provenga. Ma sembri essere un madornale falso. La tua 'performance' ha il sapore inconfondibile dell'a me tanto caro Michele sotto mentite spoglie. Non facciamo di quest'arena una Piedigrotta fine anno con abuso di - triccheballacche, scucciamienti, putipù - Conduciamoci al razionale. Ti prego di rileggerti tutti i commenti di questo cucù dall'inizio. -ripr.ris.- 17,11 - 2.1.2015

eiquidicit

Ven, 02/01/2015 - 17:47

Dario, per buon gusto, taccio su alcune supposizioni, anche se certi accostamenti mi lusingano. Se proprio devo cercarti un' unica aggettivazione, direi che personaggi così sono esseri inutili. Con l' eccezione della nocività a se stessi. Considerata la tua libera scelta, resta pure dove sei a tuo agio, anzi lasciati sprofondare a piacere nella mania di persecuzione e nel ridicolo lagnoso-aggressivo. Per il resto, non sprecherò altro tempo.

Agev

Sab, 03/01/2015 - 00:52

Tutto è Teatro .. Tutto è Illusione .. Il nostro amato Dario Maggiulli sta giocando il Suo gioco .. Questo è il gioco in essere/atto in tutto il mondo .. Saprà giocarlo/viverlo fino in fondo..Comprenderlo ed in un attimo superare/trasmutare se stesso ed andare Oltre .. oltre l'inimmaginabile .. Trasformando se stesso in un essere più luminoso/armonioso e magico . Con affetto. Gaetano

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 03/01/2015 - 10:51

@Tempus, viva tutti i dialetti e specialmente il dialetto veneto!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 03/01/2015 - 11:00

@Agev - Se questo è il gioco in essere/atto in tutto il mondo siamo proprio messi male.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 03/01/2015 - 11:17

Liberissimo di utilizzare il tuo tempo come meglio ritieni di voler fare, ma credo tu stia sbagliando gravemente se definisci la mia una mania di persecuzione con contorno di ridicolo lagnoso-aggressivo. Non sottoporrei mai a te un mio manoscritto, per tutto l'oro del mondo. 'A la carte' citami uno che possa confrontarsi con la mia grandezza. 'Riproponiti mettendoci la faccia'. -riproduzione riservata- 18,17 - 2.1.2015

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 03/01/2015 - 11:23

Gaetano, ti abbraccio affettuosamente. Ti auguro ogni Bene. Questo mio slancio verso di te è per l'entusiasmo che mi infondi, consegnandomi l'esistenza in questo mondo di una sensibilità superiore. Questa tua. -r.r.- 11,23 - 3.1.2015

Agev

Sab, 03/01/2015 - 15:53

- Tutto ciò che vive/esiste nell'universo è Uno - Noi tutti siamo Uno che è due ma , che è Uno .. Così funziona l'universo e Noi . La Legge è Una . Tutte le altre cosiddette Leggi sono solo mistificazioni/distorsioni di questa Legge . Ci sono nell'universo infinite possibilità di vita , ci sono infiniti modi di comprensione ma ,la progressione è sempre/comunque Una .Diciamo che sono i modi del Creatore o della Creazione che fa esperienza .. per conoscere .. sempre e comunque se stesso e divenire consapevole di sé . Per questo l'universo e l'uomo è multidimensionale .. dove in ogni densità o vibrazione noi facciamo esperienza per divenire consapevoli di ciò che siamo .. per divenire noi stessi Creatori e Co-Creatori della realtà/mondo .. e divenire consapevoli di essere Uno e parte del Tutto Uno . Ciao e buona giornata . Gaetano

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 04/01/2015 - 14:57

Per la serie '°" Volano Fetenzie "°', alle 11,14 del 1°gen, ed alle 10,51 del 3 Gen, con improcrastinabile replica = Di male in peggio, dalle mutande delle Pie Donne, ora cerca rifugio in quelle dello Zotico.= --- -riproduzione riservata- 14,57 - 4.1.2015

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 04/01/2015 - 15:04

PER IL GODIMENTO DELLE PIE DONNE.-Lo storico contemporaneo Cassio Dione racconta che Aurelio Zotico era un atleta originario di Smirne, figlio di un cuoco, per cui aveva il soprannome Mageiros ("cuoco"). Oltre ad avere un bel corpo, Zotico era noto per avere gli organi sessuali di notevole dimensione; quando gli inviati dell'imperatore, mandati in giro a questo scopo, vennero a conoscenza di questa fama, lo fecero accompagnare a Roma con una gigantesca scorta. Nella capitale ricevette il titolo di cubicularius, cioè di addetto alla camera da letto dell'imperatore, ottenne l'onore di portare il nome Avito, che apparteneva al nonno di Eliogabalo, Gaio Giulio Avito Alessiano, venne adornato di ghirlande e fu portato al palazzo imperiale accompagnato da molte torce. Eliogabalo aprì le porte del palazzo danzando e, quando Zotico lo salutò chiamandolo "Signore e imperatore", Eliogabalo gli rispose in maniera languida di non chiamarlo "signore" perché era una "signora". SEGUE

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 04/01/2015 - 15:08

Eliogabalo e Zotico si recarono a fare un bagno, e l'imperatore fu favorevolmente sorpreso dal constatare che l'atleta era all'altezza della sua fama, e si preparò ad una notte di amplessi. Accadde però che Ierocle, un auriga divenuto amante dell'imperatore, facesse somministrare una bevanda drogata a Zotico, temendo che potesse soppiantarlo nei favori di Eliogabalo: Zotico non fu in grado di soddisfare il proprio amante e, spogliato dei suoi onori, venne allontanato dall'Italia.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 04/01/2015 - 22:30

Caro Rosario, certe storie emanano un insopportabile fetore, per cui tientene lontano, anche se tu sei protetto dalla tua signorilità e dalla tua intelligenza.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 05/01/2015 - 16:49

Attenzione massima per i consigli di una donna, specialmente se edulcorati con adulazioni libidinose. Oltre al fatto che il solo osare da parte di una donna di dare consigli tanto 'delicati' ad un uomo, vuol dire che l'opinione che si ha di quest'uomo è quella di un incapace di provvedere alla sua 'incolumità'. Questo il mio consiglio. -ripr.ris.- -14,41 - 5.1.2015

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 05/01/2015 - 18:52

Se un uomo è messo nelle condizioni di provvedere alla sua incolumità, vuol dire che qualcuno attenta ad essa, per motivi tanto vergognosi e indecenti quanto ovvi, pertanto non suscitano nessun interesse.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 07/01/2015 - 09:00

Quale trabiccolo di sconnesso pensiero in questa afasica esplicazione sconclusionata.! Per gli estimatori del sottovuoto-spinto. -r.r.- 9,00 - 7.1.2015