Grasso e quel gran rifiuto fin troppo tardivo

Non vorrei far la predica ai predicatori ma al di là di quello che si pensa di Pietro Grasso, attuale presidente del Senato, almeno una cosa nel suo comportamento appare discutibile.

Dal partito (per così dire) in cui si milita (per così dire) ci si sospende appena nominati in posizioni così rilevanti. Il presidente del Senato è, come è noto, la seconda carica dello Stato e, per eventuali temporanei impedimenti del presidente della Repubblica, è destinato a sostituirlo. Per questa particolarissima fattispecie Grasso avrebbe dunque dovuto dimettersi dal Pd subito dopo essere diventato presidente del Senato. Ricordo benissimo che i capi dello Stato, da Cossiga a Napolitano, uscirono rispettivamente dalla Dc e dai Ds.

Soltanto ora, e non per ragioni istituzionali ma in polemica con suo partito, Grasso ha compiuto il fatale passo, motivandolo con il commissariamento, non della sua natura di iscritto al Pd ma delle sue funzioni di presidente del Senato, con l'imposizione draconiana e prepotente del voto di fiducia. Per questo, conseguentemente, avrebbe dovuto dimettersi non da militante del partito ma da presidente del Senato. Il suo gesto avrebbe avuto un altro significato. Non di schifìo, e neanche di tradimento, con l'imbarazzo grave e anche le conseguenze politiche negative per il Pd. E non sarebbe stata una gran rinuncia, intervenendo a fine legislatura. La sua scelta, nei termini che abbiamo visto, lascia l'amaro in bocca, e compromette la dignità e la nobiltà del gesto. Severo e giusto fervorino.

Commenti

moichiodi

Mar, 31/10/2017 - 15:41

Sgarbi, cosa non scriverebbe per una candidatura....

Cheyenne

Mar, 31/10/2017 - 15:45

Caro Vittorio credevi che uno come grasso avesse una minima dignità?

fifaus

Mar, 31/10/2017 - 16:15

moichiodi: beh, almeno questa volta il ragionamento di Sgarbi è rigorosamente consequenziale e condivisibile

nopolcorrect

Mar, 31/10/2017 - 17:08

Non dimentichiamo che il comunista anti-italiano Grasso si è detto favorevole alla porcata dello ius soli e ad "accogliere" in Italia chiunque non viva in un paese democratico, cioè mezza Asia e più di mezza Africa. Uno così, incapace di usare l'aritmetica elementare ci farà un favore sparendo il prima possibile dalla scena politica, insieme alla Sboldrina.

VittorioMar

Mar, 31/10/2017 - 17:10

...SI MA ,SGARBI CONOSCE BENE I SINISTRI,L'ETICA DI COMPORTAMENTO VALE PER TUTTI GLI ALTRI !!

corivorivo

Mar, 31/10/2017 - 17:12

Ben detto! Grasso, anche lui nel club dei Ridens(con presidenta Hunziker)

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 31/10/2017 - 17:12

Vittò, il tuo ragionamento non fa una grinza, nonostante qualche malalingua la butti sul versante preferito: la polemica tout court.

Zizzigo

Mar, 31/10/2017 - 17:36

Forse non si è trattato del rifiuto tardivo di un politico, ma della ripicca isterica di una prima donna...

Ritratto di Toscodiforavia

Toscodiforavia

Mar, 31/10/2017 - 18:56

Il ragionamento di Sgarbi non fa una grinza. Non vedo l' ora che finisca questa legislatura.

giovanni951

Mar, 31/10/2017 - 20:16

Sgarbi for president

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Mar, 31/10/2017 - 20:36

Come ammoniva Flaiano,in Italia l'esercizio delle dimissioni non è praticato perchè il rischio che vengano accettate è sempre possibile.........

emnicpop

Mar, 31/10/2017 - 20:46

Cosa pensare di uno che giuridicamente ed umanamamente giura di essere trasversale e alla fine della sua attività ci dice che lui è stato di traverso solo alla parte destra? Io mi potrei domandare se Riina non è un martire. Comunque GIUSEPPINA GHERSI e stata martoriata di compagni suoi.

asalvadore@gmail.com

Mar, 31/10/2017 - 23:00

Solo vanitá ferita. BNon parliamo di valori,sono unicamente spiccioli.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mer, 01/11/2017 - 08:16

Pienamente d'accordo. Anche presidente del consiglio, ministri, governatori e tutte le cariche importanti elette dovrebbe dimettersi dai partiti in quanto rappresentano tutti gli italiani. Da noi vanno invece alle feste dell'unità o restano capi di partito. Seconda considerazione: ma dov'era grasso negli ultimi 5 anni quando renzi faceva tutti i macelli che lo hanno reso noto ed il senato approvava con inciuci e scambi di favori visto che la maggioranza non esisteva?