Grecia-Italia in un'ora e mezza. Ecco la nuova rotta veloce dei trafficanti di migranti

L'allarme della Finanza: "Vengono utilizzati mezzi molto potenti che spinti al massimo vanno a 40-50 nodi"

Mezzi potenti e veloci per il traffico di esseri umani che punta alle coste pugliesi. Una rotta e una modalità molto diversa rispetto a quella che caratterizza gli sbarchi sulle coste siciliane. A sottolineare questo aspetto è il colonnello della Guardia di Finanza Maurizio Muscarà, responsabile del reparto operativo aeronavale di Bari, dopo il nuovo arrivo di migranti sulle coste leccesi che ha portato all’arresto di due scafisti. Un gommone è riuscito a dileguarsi. "Dalle indicazioni che ci hanno dato gli immigrati siamo riusciti a individuare il mezzo già però a diverse miglia di distanza dalle coste italiane - dice il colonnello della Gdf - Questo gommone è un mostro, rispetto a quello che abbiamo sequestrato è ancora più potente: oltre 10 metri con motori da 200-300 cv l’uno. L’abbiamo ingaggiato e abbiamo iniziato l’inseguimento. Il problema però è quando ti avvicini alle acque territoriali greche".

Le autorità greche "sono state avvisate ma l’isola di Corfù, soprattutto durante il periodo invernale, è un po' isolata, non c’è una grande presenza di dispositivi di vigilanza, a differenza dei gommoni che portano la droga, che possono essere bloccati non appena toccano le acque territoriali, in questi casi il rischio è che i trafficanti buttino in mare qualcuno. Di conseguenza abbiano aspettato il momento più idoneo, che coniugasse la tutela delle persone alla possibilità di chiudere ogni via di fuga allo scafo. Il fatto è che vengono utilizzati mezzi molto potenti che spinti al massimo vanno a 40-50 nodi", aggiunge Muscarà.

"I grossi barconi che partono dalla Libia vogliono farsi trovare per evitare il rischio che gli occupanti facciano una brutta fine in mezzo al mare". Nel caso pugliese, sottolinea Muscarà, dove la provenienza spesso è greca perché questa è la penultima tappa dei migranti, questo tipo di traffico avviene con modalità insidiose e che ci mettono anche un po' in difficoltà. I mezzi sono molto veloci e coprono il braccio di mare in un’ora e mezza, due al massimo. Il problema della Puglia è che anche geograficamente è una regione molto esposta come lo è per gli stupefacenti, gli scafisti utilizzano le tecniche che usavano i contrabbandieri una volta o i trafficanti di droga".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 11/04/2015 - 22:31

l'altro gommone si è dileguato!? Ma dove si svolge l'azione, in una foresta, o in mezzo al mare che non si possono nascondere!? Ma appoggiarsi con degli elicotteri che sorvegliano le fughe, visto i precedenti. Ma chi manovra e da le disposizioni, topo gigio? E si lamentavano di Mussolini? Ma questo è l'esercito peggio del peggio. Poliziotti che se le prendono da quattro scalmanati dei centri sociali, la marina che invece di fermare chi non è in regola, li accoglie. Io non sto capendo più niente.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 12/04/2015 - 00:27

Gli incoscienti irresponsabili che stanno al governo continuano in QUESTA ORRENDA FOLLIA DELL'AIUTO AI TRAFFICANTI DI ESSERI UMANI. Come è possibile che l'Italia si faccia complice di delinquenti che lucrano sulle disgrazie altrui? MA CHE RAZZA DI IDEOLOGIA MALATA PUÒ CONTINUARE IPOCRITAMENTE A PARLARE DI AIUTO UMANITARIO? Abbiamo alla presidenza del consiglio una scriteriata che sta mandando in rovina il nostro paese per le sue folli idee umanitarie. DICIAMO BASTA A QUESTI DEVASTATORI DELL'ITALIA.

NON RASSEGNATO

Dom, 12/04/2015 - 07:52

Se vengono dalla Grecia basta riportarli subito in Grecia. Se poi buttano qualcuno in mare buttategli un salvagente, ripescatelo e riportatelo in Grecia. Attenzione però, non ci sarebbe più niente da pappare per le coop.

poitelodico

Dom, 12/04/2015 - 07:53

Il gommone è troppo veloce? Un missile e lo si affonda! Ma è così difficile?

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 12/04/2015 - 10:06

ma se i CAPOCCIA del traffico umano dall africa sono nelle NOSTRE istituzioni! camera e governo?? di cosa ci meravigliamo???

Ritratto di rodolfo47

rodolfo47

Dom, 12/04/2015 - 10:12

Finita una settimana di maltempo,sono ricominciati gli arrivi andiamo a prenderli addirittura a 30 miglia dalle coste Libiche,si prevede che questa estate ne arriveranno centinaia di migliaia e dopo che cosa accadrà? Questi scervellati che ci governano continueranno così a farli arrivare senza che nessuno possa fermarli.

moshe

Dom, 12/04/2015 - 10:38

e noi continuiamo a mantenere cialtroni che dovrebbero fare l'interesse dell'Italia ! TUTTI IN GALERA !!!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 12/04/2015 - 11:53

Il gommone ha un motore troppo potente e si è dileguato nella boscaglia,l'auto del malvivente aveva un motore assai potente per la panda delle forze dell'ordine, il rapinatore andicappato sulla seggiola a rotelle aveva gomme da qualifica tanto da fare perdere le tracce in un baleno.Cari italici per la nostra sicurezza non ci resta che pregare ma mentre lo facciamo teniamo una mano stretta al portafoglio per non essere borseggiati anche in chiesa. W L'Italia w l'elmo di Scipione che s'è cinta la testa

risorgimento2015

Dom, 12/04/2015 - 13:43

Facciamo ridere due volte,come fa` un gommone a scappare ,abbiamo la guardia costiera(moto vedette-elicotteri) la marina militare, carabinieri e la finanza che dovrebbe secondo me arrestare quelli della marina per facitalizione di clandistinaggio di sotto specie che abbassano il tenore di vita in italia."FORZA e ONORE"