Green Hill, 12 attivistiverso la scarcerazione

Dodici animalisti in carcere a Brescia per aver liberato un cinquantina di beagle dall'allevamento Green Hill. In corso gli interrogatori

In manette per avere liberato una cinquantina di beagle dall'allevamento Green Hill. Il blitz agli animalisti è costato piuttosto chiaro. In dodici sono finiti in carcere bresciano di Canton Mombello, quattro uomini e otto donne, "ignari del can can mediatico che sono riusciti a provocare", come ha sottolineato il senatore Alberto Filippi, firmatario di un ddl anti vivisezione, che ha incontrato oggi gli attivisti.

Con gli animalisti si sono schierati anche gli hacker di Anonymous, che la notte scorsa hanno dato l'attacco al sito dell'Anlaids, l'associazione italiana contro l'Aids, accusata di "deturpare il reale fine della ricerca" con la vivisezione e la "sperimentazione animale, moralmente e scientificamente inaccettabile". Quindi in sostanza di supportare Green Hill.

Conclusi gli interrogatori di convalida delle otto donne arrestate, che si sono avvalse della facoltà di non rispondere, il gip ha sentito anche i quattro uomini. Le accuse rivolte agli animalisti sono di furto, rapina, violazione di domicilio aggravata e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Il pm Ambrogio Cassiani ha chiesto tre domiciliari per le donne ritenute responsabili di rapina impropria, chiedendo l'obbligo di firma per gli altri.

Commenti

MaiRuss

Lun, 30/04/2012 - 17:10

Personalmente sono contro la vivisedzione e la sperimentazione sugli animali. Il modo però di agire di chi ha la certezza del diritto e per questo fa quello che gli pare, non mi piace. Tutti prima o poi potremmo avere subito qualche torto, ma ci sono le leggi a tutrela dei diritti. Di tutti, animali compresi e animaòlistio compresi.

maan

Lun, 30/04/2012 - 18:19

Fermo restando che senza la sperimentazione molti di noi non sarebbero quì oppure non saprebbero come curare i propri figli, perché non facciamo gli esperimenti su assassini, stupratori, pedofili e feccia varia e lasciamo in pace creature innocenti ed indifese ? Tra l'altro essendo di razza analoga i risultati sarebbero "diretti".

shark

Lun, 30/04/2012 - 18:24

La vivisezione é una porcheria, però la brambilla é un ex ministro e con quello che ci costa, potrebbe comportarsi un po' più dignitosamente. Anche quando non fà un tubo, ci costa circa 30.000 euro al mese, eviti di andare in giro per i canili o' almeno cerchi di farlo con discrezione.

Carlo R.

Lun, 30/04/2012 - 19:16

L'opinione pubblica si comporta come un gregge di pecore, si spettacolarizza un fatto e si aumenta l'intensità dello stesso fino a smuovere giornalisti e tv. A me la scenetta fa un pò ridere. Due gatti fanno azioni per farsi pubblicità e ottengono esattamente quello che vogliono: ATTENZIONE DELLA STAMPA. Fossi stato il titolare di quell'azienda, avrei denunciato prima di tutto chi ha invaso la mia proprietà, chiedendone i danni. Poi avrei licenziato tutti i dipendenti delocalizzando altrove. Tanto.. con la crisi che c'è ci possiamo permettere anche altri disoccupati.

ale88

Lun, 30/04/2012 - 19:27

la cosa che non si vuol capire è che senza la soerimentazione scientifica oggi si moriva ancora di polmonite..... la loro protesta è leggittima ma difronde alla ricerca diventa nulla questa è la legge e come tale va rispettata.............

Pourparler

Lun, 30/04/2012 - 19:28

Ehh.. che bravi questi anonymous!! Sempre convinti della loro saccenza e di operare contro chi compie il male! Un po' spacconcelli. Per il resto... come al solito.. anche il furto di proprietà altrui con l'infrazione di proprietà privata

fra971

Lun, 30/04/2012 - 19:45

mi piacerebbe capire se c'è realmente qualcuono che sa il vero significato di vivisezione. #2 maan, magari,ma questa di cui tu parli è crimine verso l'uomo. Eppoi in generale, quando uno ti fa veder quei cucciolotti così deliziosi ed indifesi, ma come fai a difendere i ricercatori? Come fai? Se solo la gente sapesse!!! Purtroppo però conta solo l'aspetto mediatico della cosa. Parla la roscia Brambilla, parlano gli animalisti, parlano le persone che amano gli animali e si inteneriscono, giustamente poi, delle immagini che vedono (ma se però glie fa male la gola...un'antibiotico..se lo fanno pure e penso pure la Brambilla..) ma i ricercatori non parlano mai! Bè chiedetevi perchè! O forse lo date per scontato? I colpevoli stanno zitti? Siete sicuri che sia così? Chi non ha mai usufruito della tachipirina, dell'aspirina, della pennicillina, chi soffre di pressione alta? Di diabete? Chi ha problemi di cuore? e che dire di HERG, QT, Mahh...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 01/05/2012 - 11:17

Gli attivisti di cui sopra devono non avere ben chiara la diferenza tra l'uomo e un animale. Devono essere di sinistra.

migrante

Mer, 02/05/2012 - 09:29

#7 fra971...Egregio Fra, bisogna vivere ( non possedere) con un cane od un gatto per capire che questi animali non hanno solo un istinto, ma sono capaci di provare quelli che noi chiamiamo sentimenti...una volta che si ha ben chiaro cio`diventa difficile accettare che vengano sottoposti ad angherie e atroci supplizi ( molto spesso non necessari ed evitabili)...forse lei e`di quelli che rispondono " cinquanta cani non valgono la vita di un uomo"...beh...io le risponderei semplicemente..."gli uomini non son mica tutti uguali "

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 03/05/2012 - 11:22

La massima comprensione per gli animalisti. A questo punto, però, tocca a loro indicare valide alternative alla sperimentazione scientifica sugli animali. A meno che non si offrano, loro stessi, per gli ineludibili esperimenti nell'ambito della farmacologia che preludono all'immissione di ogni nuovo prodotto sul mercato.

fra971

Sab, 05/05/2012 - 18:33

#9 migrante .. ho vissuto e non posseduto tanti tantissimi animali! Cani gatti pesci criceti, uccelli, uomini! Mi sta bene il suo discorso fino a che non tratta di esperimenti e materia scientifica. Allora dico che se lei non sa, non può presumere! Cosa vuol dire angherie ed atroci supplizi? Se sa sia più chiaro, porti esempi e spieghi in maniera dettagliata e realistica le alternative alla sperimentazione su animale. Le chiedo innanzitutto: ma di quale sperimentazioni parliamo? Lei lo sa? Me le elenchi! Sa percé si lavora sull'animale? Da forse per scontato, ignorantemente presumendo, che i ricercatori lavorano su animale per il puro gusto di farlo?