Green Hill, i beagle restano sotto sequestro. Brambilla: "Un'altra vittoria"

Il tribunale del Riesame di Brescia ha deciso di dissequestrare l'allevamento di Montichiari, ma di mantenere sotto sequestro probatorio i circa 2.400 beagle

Il tribunale del Riesame di Brescia ha deciso di dissequestrare la struttura dell'allevamento di Montichiari, ma di mantenere sotto sequestro probatorio i circa 2.400 beagle destinati ai laboratori di vivisezione."Un'altra vittoria per i diritti degli animali". Per Michela Vittoria Brambilla è "un grande sollievo per tutti i milioni di italiani che seguono con il fiato sospeso la sorte dei beagle ancora rinchiusi dentro Green Hill"

Da sempre l'ex ministro è in prima linea nella battaglia contro la struttura: "Da quando lo scorso ottobre sono entrata dentro quel lager, unica persona ad averlo fatto a parte le forze dell'ordine e le autorità di controllo sanitario, non ho smesso nemmeno per un istante di fare tutto quanto in mio potere per aiutare quelle povere creature. Come ministro della Repubblica, ho denunciato Green Hill alla procura per i maltrattamenti fisici e psicologici ai quali erano sottoposti i cagnolini, chiedendone anche il sequestro, e ho scritto la legge (già approvata alla Camera ed ora all'esame del Senato) che vieta l'allevamento di cani, gatti e primati destinati alla sperimentazione su tutto il territorio nazionale. Oggi, finalmente, aiuto questi piccoli a trovare casa".

E i numeri parlano chiaro. La Leidaa (Lega italiana per la difesa degli animali e dell'ambiente) presieduta proprio dalla Brambilla, in questi primi giorni, ha già affidato a famiglie del nord Italia circa 200 cagnolini salvati da Montichiari. In Lombardia, i piccoli hanno trovato casa principalmente in provincia di Lecco, Como, Varese, Sondrio, Brescia e Monza e Brianza. Dati importanti anche nelle altre regioni del Nord: attraverso le sezioni locali della Leidaa, diversi beagle sono stati affidati a Torino, Ivrea e Biella. E poi ancora a Pordenone e Padova. "Desidero ringraziare di cuore tutte le meravigliose famiglie che hanno accolto con generosità queste povere creature, regalando loro tanto affetto e una nuova vita. Quella che a loro era stata negata".

L'associazione esprime stima e riconoscenza per tutti coloro che, incessantemente, stanno offrendo la propria disponibilità per le adozioni. "Intendiamo andare avanti senza sosta finché non ci sarà più neanche un beagle all'interno di Green Hill. Era la nostra promessa e non vogliamo fermarci per nessun motivo al mondo. Ma garantiamo anche ogni tipo di controllo, prima e dopo l'affidamento del cagnolino, e continuiamo ad essere impegnati a tempo pieno per portare fino in fondo la nostra battaglia di civiltà".

Chi desidera prendere in affido un beagle di Green Hill deve farne richiesta compilando il modulo presente sul sito dell'associazione, all'indirizzo www.leidaa.info.

Commenti

Nadia Vouch

Ven, 03/08/2012 - 19:57

Sempre grazie all'on. Vittoria Brambilla. Auspico che le famiglie affidatarie possano giovarsi appieno della presenza di questi cani, dal temperamento molto vitale e vivace. Grazie anche agli affidatari: pensiamo a tanta naturale vitalità ridotta ed imprigionata per farne oggetto, a volte con infinita crudeltà, e a volte meno e in buona fede in nome della scienza, di esperimenti.

giurgin

Ven, 03/08/2012 - 21:47

Un grazie di cuore alla Brambilla per la nobile causa per cui si batte con tutti gli attivisti animalisti.I risultati cominciano a vedersi.La lotta continua non bisogna abbassare la guardia.Grazie dagli amici animali.

ltani

Ven, 03/08/2012 - 23:45

NAturalmente su tutto il territorio italiano dovrebbero essere proibiti anche i farmaci salvavita che sono stati sperimentati sui cani e altre specie animali se si vuole essere coerenti e non coprire il sole con il dito della ignoranza

Giunta Franco

Sab, 04/08/2012 - 09:22

Nominiamo la Brambilla Direttrice Generale di tutti i canili d'Italia. Però via dalla politica ....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 04/08/2012 - 15:48

L'insistenza con cui proponete questa tematica e questo personaggio è semplicemente scocertante.

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Sab, 04/08/2012 - 17:07

Siete ridotti a pensare solo ai vostri cani.

idleproc

Sab, 04/08/2012 - 19:39

In effetti la Brambillaccia è l'unica che non ha fatto danni in tutto il parlamento italiano. Anzi ha fatto qualcosa di utile e condivisibile, pure convinta e senza prendere per i fondelli il prossimo. Mi ricorda un mio amico che dopo aver provato a cambiare il mondo e sbattendo il naso sulla nostra politica, alla fine si è dedicato ad animali abbandonati, cani e canili. Scegliendo una compagnia di sicuro migliore rispetto a quella che frequentava prima. Lo becco ancora in giro ogni tanto, l'ultima volta aveva due bastardini sotto braccio che lo guardavano come un Dio e certamente non certamente come il Pollo Sovrano guarda la nostra intera classe politica che si è venduta Italia e Italiani...