Green Hill sotto sequestro

Il corpo forestale entra nell'allevamento di beagle accusato di maltrattare gli animali. Sequestrati cani, terreni e strutture

L'allevamento Green Hill sotto sequestro da parte del Corpo forestale dello Stato. L'azienda di Montichiari, in provincia di Brescia, cresce cani beagle destinati ai laboratori di vivisezione. Circa 30 forestali hanno ispezionato e messo sotto chiave la struttura, come disposto dalla Procura di Brescia. Sotto sequestro tanto la struttura, composta da quattro capannoni e uffici, per un totale di cinque ettari, ma anche beagle giovani e adulti. Tra i reati contestati all'allevamento quello di maltrattamento animale.

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, esprime la sua soddisfazione, sottolinendo come sia "preciso dovere fare in modo che vengano rispettate tutte le norme a tutela del benessere degli animali. Tutti gli esseri viventi meritano rispetto, a maggior ragione quando si tratta di animali con un rapporto secolare con l’uomo come i cani".

Gli accertamenti sono frutto di uno denuncia della Lav e di Legambiente contro l'allevamento sotto accusa da mesi per le "condizioni di detenzione dei 2500 cani beagle destinati ai laboratori di tutta Europa". Lo scrive la Lav in una nota, precisando che grazie agli atti presentati dalle due associazioni "è stata finalmente riaperta l'inchiesta giudiziaria sulle modalità di detenzioni degli animali della megastruttura".

Michela Vittoria Brambilla ha saluto il sequestro come "il segno che qualcosa sta cambiando in Italia". "Ho scritto una norma che vieta sperimentazioni sugli animali - ha spiegato l'ex ministro -, questa settimana verrà votata al Senato: è il primo paletto per cambiare le cose. Il motivo per cui la sperimentazione sugli animali viene mantenuta è solo di tipo economico".

Commenti

Babalu

Mer, 18/07/2012 - 11:23

Era ora !!!!!!!! Le leggi esistono per essere rispettate, anche dalle intoccabili multinazionali straniere !!!! Speriamo solo che i giudici che si occupano del caso si ricordino che parliamo di animali, quindi il sequestro deve essere fatto con un certo criterio......non e' di tanto tempo fa la notizia di cavalli sequestrati che stavano morendo di fame perche' nessuno aveva stabilito chi dovessero dar loro da mangiare ....

guidode.zolt

Mer, 18/07/2012 - 11:30

ogni tanto qualche buona notizia..ma sono cosi' rare...

Ligabo

Mer, 18/07/2012 - 11:49

Diciamo le cose come stanno. I poveri agenti della Forestale sono totalmente incolpevoli. Hanno agito su ordine della Procura di Brescia che ha disposto il sequestro. Peraltro la Forestale ha giustamente rifiutata l'ipotesi di custodia degli animali per incapacità logistica e, per dare luogo a tale strampalata ordinanza, la Procura ha dovuto affidare gli animali alla locale ASL e sequestrare gli immobili di Green Hill (altrimenti non saprebbero dove metterli).Da tale decisione, naturalmente, discenderà una richiesta di danni milionaria, che la (seria) magistratura europea non potrà non concedere e che la magistratura italiana non può non aspettarsi. Ma che importa? Tanto paghiamo noi. Secondo la galoppante fantasia da cartone animato del magistrato adito, collega cerebrale della Brambilla, i cani dovrebbero essere accuditi dai veterinari della ASL di Montichiari. :)))) Nella realtà i cani verranno custoditi nella stessa struttura, ma avranno grosse difficoltà a causa della loro prevedibile mancata cura, visto che è facilmente ipotizzabile l'immediata e massiva messa in malattia del personale del reparto veterinario ASL. Risultato: i cani verranno ora maltrattati dall'incuria delle strutture pubbliche chiamate a "salvarli". Sono cose che possono succedere solo in questa Italia delle merendine.

Fata Morgana

Mer, 18/07/2012 - 12:03

Tutti pronti a fare del finto buonismo, ma INFORMATEVI!!! E' bello vedere come quelli che si permettono di giudicare, poi non si facciano scrupoli ad usare cosmetici o medicinali. Siate coerenti. Ps: lavoro nell'ambito e conosco bene i metodi di ricerca e sperimentazione sugli animali.

Fata Morgana

Mer, 18/07/2012 - 12:04

Tutti pronti a fare del finto buonismo, ma INFORMATEVI!!! E' bello vedere come quelli che si permettono di giudicare, poi non si facciano scrupoli ad usare cosmetici o medicinali. Siate coerenti. Ps: lavoro nell'ambito e conosco bene i metodi di ricerca e sperimentazione sugli animali.

Ritratto di paolocolombati

paolocolombati

Mer, 18/07/2012 - 12:05

Questa è una vittoria di tutti coloro che si sono attivamente adoperati per la chiusura dell'allevamento Green Hill. Ma credo che un particolare ringraziamento vada all'on. Brambilla che di questa crociata è stata simbolo e ispiratrice ad un tempo Paolo Colombati paolocolombati@yahoo.it

leococojane

Mer, 18/07/2012 - 12:08

per LIGABO allora era meglio lasciare le cose com'erano ?? Sarà l'Italia delle merendine ma quella che preferisci è forse l'Italia dei Basilischi ???

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Mer, 18/07/2012 - 12:10

Da come parla l' articolo sono contento se si salvano dalla vivisezione, spero ke verranno akuditi. Solo una domanda Ligabo ..cosa vuoi intendere ,..era meglio ke li tevano ankora le multinazionali x utilizzarli come cavie??? A riguardo: "tantopaghiamo noi.." preferisco buttare i soldi lì ke per mantenere (x esempio) la Minetti o altri (sono “noccioline” e se dovesse salvare gli animali sono noccioline “saporite”) . NN lamentiamoci sempre, cerkiamo piuttosto di controllare/monitorare noi cittadini le situazioni e intervenire visto ke possiamo essendo tanti e in ogni paesino della nostra Italia controllare il territorio. Volendo possiamo evitare quello ke lei prevede e ke in effetti potrebbe succedere.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Mer, 18/07/2012 - 12:29

Mai notizia mi ha reso piu´felice come questa. Era ora.

mrkrouge

Mer, 18/07/2012 - 13:14

Come al solito in Italia si ragiona di piú con il cuore che con la testa. Se può salvare la vita anche ad un solo bambino, evviva la vivisezione non di uno, ma di mille cani.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Mer, 18/07/2012 - 13:45

mr krouge hai detto una cosa scontata e inutile. Ke ragionamenti sono, cosa vuol dire: se è per questo ci sono tanti esseri viventi come Corona e tronisti ke sarebbe megli vivisezionarli insieme ai condutrtori e conduttrici, senza utilizzare animali ( e questi esseri sono stati bambini). Sei banale, NATURALE KE SONO + IMPORTANTI I BAMBINI, ma ci sono molti esseri umani ke meritano meno di un animale. Hai scoperto l'acqua calda. saluto catartico "va a scuà il mar".

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Mer, 18/07/2012 - 14:01

Cara Fata Morgana le ditte farmaceutike hanno fatto LA GUERRA A STATI COME INDIA E BRASILE, XKE' PRODUCEVANO I FARMACI ANTI HIV SENZA PASSARE SOTTO LE “FORKE CAUDINE DEI MARKI REGISTRATI”, (e quindi passare i miliardi a loro) X SALVARE VITE UMANE, FORTUNATAMENTE PERDENDOLE. QUESTE SONO LE SOCIETA' KE HA IL CORAGGIO DI DIFENDERE, Vede: se può si armi di scopa e vada a dare una mano a scuà il mar anke lei.

bobsg

Mer, 18/07/2012 - 14:08

Ottimo, adesso si faccia lo stesso con gli italiani che devono essere liberati dai loro aguzzini politici.

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 18/07/2012 - 14:45

VIVISEZIONARE L' IGNORANZA. Solo i figli di Mengele, ignoranti e intimamente carnefici, attribuiscono validità scientifica alla vivisezione, attività tipica del peggiore genere umano. Ma anche se questa barbarie ne avesse un milligrammo dovrebbe essere rifiutata prima di tutto dalle coscienze, dalle intelligenze e dalla spiritualità, tutte terre ignote a quei dementi, ignoranti e acefali, che non la condannano perchè o incapaci di intendere o capaci di guadagnarci. E' terribile constatare cosa sia disposta a fare la belva umana per riempire la saccoccia e il suo rivoltante stomaco. Fino a che ci saranno questi, purtroppo, mancati aborti terapeutici in circolazione saremo solo una congrega di disperati che ignora il perchè sia nata.

antonio.chichierchia

Mer, 18/07/2012 - 14:48

prova

Nadia Vouch

Mer, 18/07/2012 - 18:14

Sono contenta che per il momento queste povere creature siano scampate alla vivisezione, anche se altre andranno al loro posto in quei laboratori europei che di cavie si servono. Sono perplessa su come verranno accuditi così tanti cani a livello di asl. Sono inoltre perplessa difronte a chi, asserendo di operare nel settore della sperimentazione, vuole lasciar credere che sì questi animali sono cavie, ma che si seguono precise regole nel torturarli per, alla fine, eliminarli. Il tutto "per necessità" umana.

Ritratto di riana

riana

Mer, 18/07/2012 - 20:14

Non so...a me più che altro fa ridere questa cosa. Vedere tutte quelle befane fare a gare, spintoni, calli pestati, intricazioni al filo spinato per avere un suo cagnolino e una volta avuto correvano via sorridendo come se avessero trovato il loro filone d'oro :D

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 18/07/2012 - 21:55

Le anime belle oggi saranno contente. La "coscienza" politically correct è a posto, e ci si può preparare alle meritate ferie, ecologicamente sostenibili s'intende. La solita ideologica ipocrisia. Se tale zelo si usasse per fermare la piaga dell'aborto, anche questa protesta sarebbe più credibile (se mai lo possa essere in quanto errata in sè. La scienza progredisce con la sperimentazione). Dal '78 oltre 5 milioni di omicidi. Solo per assecondare il brutale egoismo umano e la sete di guadagni facili. Molto meno dispendioso, però, strapparsi le eco solidali vesti per qualche cucciolotto, di cui, alla fin fine, ai verdognoli in spe non è che freghi più di tanto. E intanto negli ospedali i figli di Mengele macellano esseri umani innocenti. Nella sostanza, l'idea sottostante alla pseudo protesta, e che un ex ministro condivide, è che un essere umano vale meno e ha meno dignità di un cagnolino. Cosa dite, lo pubblichiamo paro paro? Ce la facciamo?

Ritratto di renaris

renaris

Mer, 18/07/2012 - 22:01

Approvo tutto quello che hai detto Mauro,in Italia trovano sempre il lato negativo ad ogni cosa buona che si cerca di fare.

violoncella

Mer, 18/07/2012 - 23:47

buono per i cagnolini che saranno curati e accuditi nei canili pubblici! a spese nostre! ma mi chiedo, meglio vivisezionare i cani o gli uomini? ce ne sono tanti di cani che meritano! ma se la multinazionale chiude i battenti, cosa farà chi perde il lavoro? tutti al canile?

Nadia Vouch

Gio, 19/07/2012 - 15:47

Sempre grazie all'on. Vittoria Brambilla della quale condivido il modo di pensare. Sono però preoccupata su come la asl farà ora a gestire così tanti cani, sottoposti a sequestro di legge, e quindi non adottabili o cedibili ad amorevoli privati. Auspico che l'Autorità Giudiziaria proceda in tempi ragionevoli sul caso, sentite tutte le parti. Amarezza rimane, perché chiuso per il momento Green Hill (per quanto?) comunque altri cani e non solo confluiranno nei laboratori per la vivisezione. Non è che così si sia fermata la pratica della vivisezione. Sono turbata, da chi asserendo di essere "del campo", e che qui ha commentato, difenda la vivisezione come "necessaria", perché "utile alle necessità umane". E ci tiene pure a precisare di essere del campo, ossia di sapere come, esattamente, si torturano dei disgraziati animali, destinati comunque ad essere eliminati a fine esperimento. Può forse esserci un'etica della vivisezione?