Il grillismo ci dimostra quanto è insicuro il web

Stati, privati e partiti: siamo in balia di una tecnologia fragile

Web volat e carta manet. C'è poco da fare. Devono rassegnarsi i tecnoentusiasti. Internet è una benedizione, ma non è il posto più sicuro del mondo. Anzi, nonostante antivirus potentissimi, password alfanumeriche composte da geroglifici incomprensibili e pin lunghi come codici fiscali la rete è un far west nel quale tutto può accadere. Basta prendere gli ultimi esempi di cronaca: se gli hacker riescono a «bucare» i sistemi di sicurezza di banche e ministeri, pensate che non possano sbirciare all'interno delle vostre mail o dei vostri profili sociali? È un'utopia. Così come lo è la democrazia diretta; un'utopia, per sovrammercato, accecata dall'ideologia. In due giorni i pirati informatici sono penetrati in Rousseau, la piattaforma che gestisce tutte le votazioni degli iscritti del Movimento 5 Stelle, rubando e diffondendo dati personali degli iscritti. Non solo: avrebbero potuto manipolare tutte le votazioni online. È la fragilità della modernità, così liquida da evaporare nel nulla.

Perché, paradossalmente, è molto più facile manomettere in un colpo di clic milioni voti, piuttosto che contraffare migliaia di schede elettorali. E qui crolla l'ossessione pentastellata che vede nel web la medicina che guarisce tutti i mali della nostra società.

La tecnologia ha aumentato la nostra possibilità di conoscenza e di comunicazione, ma ci ha resi anche terribilmente vulnerabili.

È una piccola rivincita del passato, della tradizione, sul presente: un foglio di carta custodito in un cassetto sarà sempre più al sicuro di un documento digitale archiviato in una casella di posta elettronica; un vecchio telefono gsm anni Novanta sarà sempre meno intercettabile di un evolutissimo iPhone; una foto stampata avrà sempre una speranza di vita superiore a qualsiasi immagine salvata in digitale.

Due anni fa Vinton Cerf, uno dei padri della rete e vice presidente di Google, diede un consiglio che a molti sembrò bizzarro: «Stampate tutto o perderete i ricordi». Ma come? Il numero due del colosso che gestisce le nostre vite confessa che potremmo perdere tutto in un battito di mouse? Sì. Anche la Rete può ammalarsi di Alzheimer e dimenticare le nostre immagini, le nostre parole, la nostra musica e financo il nostro denaro. I formati cambiano velocemente, computer e smartphone possono rompersi e cancellare tutto quello che contengono, inghiottendo una parte della nostra vita. Per questo «stampare» e rendere fisici i documenti è ancora l'unico antidoto alla perdita della nostra memoria digitale. Pensate ai vecchi floppy disk, quelli morbidi e giganteschi, ormai è quasi impossibile trovare un pc che possa leggerli. I papiri egiziani del quinto secolo avanti Cristo, invece, sono ancora lì alla portata di tutti.

Commenti

cgf

Sab, 05/08/2017 - 10:20

insicuro soprattutto rivolgersi alla Casaleggio ed Associati!! e non solo per il web...

Alessio2012

Sab, 05/08/2017 - 10:44

Non succederà niente perché i grillini sono di estrema sinistra. Nonostante il buco di sicurezza, i grillini e i media hanno dato quasi nessun risalto alla cosa. Le votazioni online sono solo sceneggiate, se il problema fosse stato reale avrebbero bloccato tutto. In Italia solo il centrodestra ha responsabilità. A sinistra ci sono i bambini che sono invece trattati con benevolenza.

KARLO-VE

Sab, 05/08/2017 - 10:57

Articoletto che dimostra tutta la sua superficilaità e non conoscenza sul tema. Vero che non esiste sistema informativo inviolabile,e che un accesso puo' essere fatto per rubare dai, altrettanto vero che è alquanto impossibile poter manomettere tutte le votazioni senza accorgersi.

orailgo38383838

Sab, 05/08/2017 - 11:06

peggio della banda Bassotti

Romolo48

Sab, 05/08/2017 - 11:45

@ KARLO-VE ... e una volta che ti sei accorto che i dati delle votazioni sono stati manipolati che fai? Rifai le votazioni?

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Sab, 05/08/2017 - 12:45

Sicuro solo per fare soldi alla Bassotteggio e Associati....ah ah ah

manfredog

Sab, 05/08/2017 - 12:51

..insicuro il web..!?..perché il grillettismo no..!? mg.

mazzarò

Sab, 05/08/2017 - 14:20

Del Vigo è ossessionato dai grillini! Ogni giorno spara minch... a raffica. Vuoi vedere che se salgono al governo resta senza lavoro come tanti suoi colleghi?

mazzarò

Sab, 05/08/2017 - 14:35

Allora vediamo quante sciocchezze ha scritto Alessio2012: 1 i grillini sono tutti di estrema sinistra: ti piacerebbe ma la realtà e che la metà sono transfughi di berlusconi 2 i media non hanno dato risalto alla cosa: è chiaro che se ti beve le ca..te che scrivono su questo giornale...3 in Italia solo il centrodestra ha responsabilità : si infatti ho visto 20 e più anni di politica di destra dove ci hanno portato.

Alessio2012

Sab, 05/08/2017 - 16:28

mazzarò... mazzarò... lei è proprio un paraculo! 1. I grillini SONO tutti di estrema sinistra: io parlo dei parlamentari, non di chi li vota. 2. I media hanno dato risalto alla cosa, ma non come doveva essere data. 3. Qui non hai capito un ca... volo, mazzarò. Inutile spiegartelo, sarebbe come lavare la testa di un asino con il sapone.

PassatorCortese

Dom, 06/08/2017 - 08:37

attenzione non confondiamo le ruberie e cialtronerie del PD

mazzarò

Dom, 06/08/2017 - 19:20

@Alessio2012 ok ora abbiamo capito perché non ti fai mai lo shampo...