Groupon licenzia un dipendente ogni tre

Secondo la Cgil in Italia saranno 128 i lavoratori a perdere il posto per la riorganizzazione interna

Una riorganizzazione, quella che Groupon sta mettendo in atto, che costerà parecchio ai suoi dipendenti. Sono infatti 1.100 quelli che rimarranno a casa in sette diversi Paesi, Italia compresa, ora che la società sta pensando a una virata, che la porterà a occuparsi più che altro di servizi alle aziende.

In Italia la società è arrivata cinque anni fa e secondo la Cgil sono 128 le persone che rimarranno senza un posto di lavoro, su un totale di 363. Come a dire che una persona su tre starà a casa, perché "gli sconti Groupon li fa sul personale, tagliando il costo del lavoro", come accusa la Filcams.Cgil.

Il sindacato lamenta anche che la decisione presa da Groupon esclude "la possibilità di utilizzo della cassa integrazione, della rimodulazione dell’orario o di un’eventuale ricollocazione del personale".

Commenti
Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 25/09/2015 - 01:15

Le aziende non possono permettersi di non licenziare. NON HANNO GLI STESSI DISCUTIBILI SISTEMI FINANZIARI E FISCALI CHE TENGONO IN PIEDI I SINDACATI. Non hanno la capacità di prelevare denaro mettendo le mani direttamente nella busta paga dei lavoratori come fanno i sindacati. Le aziende dipendono, più onestamente, dall'andamento dei mercati. Cosa che non preoccupa i sindacati perché loro i soldi li beccano sempre. TANTI, SICURI ANCHE SE IL MERCATO CROLLA.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 25/09/2015 - 07:17

Ma come... non sta andando a gonfie vele l'economia in itaglia! ma cosa racconta il nuovo messia toscano.