Le guide telefoniche, mazzata da 40 milioni

Ecco quanto costano le guide del telefono agli italiani

Quando ancora il telefono era fisso e Steve Jobs stava provando a cambiare il mondo da un garage in California, la guida telefonica era lo strumento più utilizzato e anche quello più utile.

Il passato della Pagine Gialle, come d'altronde anche quelle Bianche, hanno un passato glorioso. Ma il futuro non parla di certo la loro lingua. Con l'arrivo del web e degli smartphone, queste guide sono ormai obsolete. Ma (stranamente) continuano ad essere stampate e distribuite a tutti gli italiani.

Le guide vengono distribuite e molto spesso abbandonate negli androni dei palazzi. Uno spreco di denaro evidente. Ma chi paga per queste guide? Ovviamente gli utenti che hanno una linea fissa. La somma varia da da gestore a gestore ma può arrivare fino a 3 euro per ogni linea. Adnkronos calcola che il costo a carico degli italiani per un servizio obsoleto oscilla fra 30 e 40 milioni di euro.

Commenti

leo_polemico

Ven, 05/02/2016 - 19:42

A cosa servono le guide telefoniche? Praticamente a nulla , visto il numero enorme di numeri che non figurano. E se cerchi un numero telefonico on line di un servizio pubblico si può trovare che il numero NON può essere comunicato per la legge sulla "privacy". Una volta chi aveva un'attività compariva sulle pagine gialle: ora, se non paga, è un perfetto assente. Quindi la domanda è: chi ci guadagna stampando e distribuendo carta inutile?