Il guru della macrobiotica indagato per omicidio

L'ex moglie sarebbe deceduta per aver seguito la sua dieta, dopo essere stata colpita da un ictus, abbandonando la medicina tradizionale

Il guru della macrobiotica, Mario Pianesi di anni 73, sarebbe stato accusato dell’omicidio dell’ex moglie, Gabriella Monti. Un’indagine chiusa lo scorso marzo aveva già accusato il fondatore dell’impero della macrobiotica, e suoi 3 collaboratori, tra i quali Loredana Volpi, sua attuale moglie, di aver creato una setta con diversi adepti, ridotti in schiavitù e costretti a seguire le sue rigidissime diete. Il pm di Ancona Paolo Gubinelli ha aperto quindi un procedimento parallelo all’indagine precedente che era stata avviata dopo le denunce da parte di diverse persone. Queste sarebbero state costrette ad alimentarsi su disposizioni di Pianesi, seguendo esclusivamente la dieta Ma-Pi, da lui inventata. Il regime alimentare prevederebbe inoltre il totale isolamento da amici e familiari, e si imporrebbe come alternativa efficace a trattamenti e cure mediche tradizionali.

Pianesi ha creato il marchio Upm, un punto macrobiotico, che è diventato negli anni un vero e proprio business di oltre un milione di euro l’anno. Con tanto di ristoranti, circa un centinaio, e negozi aperti in tutta Italia. Oltre 90mila sarebbero gli associati dislocati nelle sedi di 15 Regioni, e poi ancora convegni nazionali e internazionali, corsi di cucina macrobiotica, erboristeria, respirazione. Mario Pianesi, licenza media in Italia e una laurea ad honorem in Mongolia, ha dato inizio alla sua attività nel 1980 con l’apertura della sua prima fattoria macrobiotica nelle Marche, e da allora non si è più fermato. La sede centrale di Upm è a Tolentino, in provincia di Macerata.

E ora per il guru della macrobiotica è arrivata l’accusa di omicidio nei confronti dell’ex moglie, costretta da Pianesi a curarsi con diete a detta di lui miracolose, dopo l’ictus che l’aveva colpita nel 1997. Gabriella Monti è poi deceduta in ospedale ad Ancona nel 2001, con chiari segni di deterioramento fisico. La pesante accusa derivata dalla richiesta di incidente probatorio è stata consegnata al guru dalla Squadra Mobile di Ancona.