Ha ceduto uno dei cassoni per il galleggiamento della Concordia

L'incidente avrebbe causato l'inclinazione delle strutture di sostegno che servono a posizionarli

Uno dei cassoni di galleggiamento montati sul lato di dritta del relitto della Costa Concordia, siglato S13, ha ceduto questo pomeriggio, provocando l'inclinazione delle strutture di sostegno che servono a posizionarli.

L'incidente è avvenuto sotto il livello del mare e i cedimenti sono stati due, avvenuti in rapida sequenza intorno alle 17.30. Nessuno dei tecnici al lavoro intorno alla nave è rimasto ferito. Gli uomini si trovano distanti dal punto in cui è avvenuto il crollo.

Il cassone S13 era stato montato tra il 26 e il 28 aprile ed è uno dei tre finora installati. Dovrebbe iniziare domani l'operazione di installazione del quarto di 19 cassoni, di cui 15 saranno disposti sul lato di dritta e quattro a sinistra.

I cassoni, come è spiegato su un sito creato appositamente per il progetto che ha portato nuovamente in piedi il relitto della Costa Concordia, fanno parte degli elementi che contribuiscono al rigalleggiamento.

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Mar, 06/05/2014 - 19:07

Si vuole forse insinuare che magari è stato Schettino ancora una volta?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 07/05/2014 - 01:10

# stock47 19:07 Perché, ha forse dei dubbi che non sia di Schettino la responsabilità del disastro che ha provocato la morte di ben 32 persone? NON MI SEMBRA IL CASO DI SCHERZARE SU QUELLA TRAGEDIA.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 07/05/2014 - 12:37

Era meglio vendere il relitto "fresco" e incassare subito i soldi invece che darsi alle spese pazze. Il sospetto è che il Gabrielli ci faccia su la cresta. Gabrielli non è forse raccomandato dal Napolitano? E allora... Anche lo Schettino non è forse raccomandato dal Napolitano? E allora...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 07/05/2014 - 12:42

Solo un deficiente può pensare a costruire nuovi natanti per pecuperare il relitto di una nave vecchia. Invece gli specialisti tolgono l'acqua dal relitto e lo fanno galleggiare, oppure lo tagliano e lo portano via a pezzi.