Ha finito di ridere

Preso in Bolivia il terrorista rosso, oggi in Italia dopo 37 anni Ma i suoi complici morali e politici non pagheranno mai

L'arresto e l'estradizione, dopo trentasette anni di latitanza, del delinquente comune pluriomicida nonché terrorista rosso Cesare Battisti è sicuramente una bella notizia. Il suo ghigno beffardo immortalato nei salotti bene della sinistra parigina o sulle spiagge di Copacabana non umilierà più i parenti delle sue vittime, magistrati e investigatori che lo hanno condannato e inutilmente sorvegliato a distanza per decenni, gli italiani - non tutti - indignati dalla sua furba vigliaccheria. Già, perché quella di Battisti non è stata una latitanza eroica ma una passeggiata sulla passerella della sinistra internazionale con tanto di tappeto rosso, flash dei fotografi e applausi dei complici che nel tempo si sono alternati al suo fianco. Una compagnia variegata e con nomi altisonanti che comprende il presidente francese Mitterrand, quello brasiliano Lula, la prima dama francese Carla Bruni e un bel gruppetto di comunistoidi nostrani, da Saviano a Vauro.

Nulla voglio togliere alla bravura degli investigatori che hanno individuato e arrestato Battisti in Bolivia, ultima sua residenza, avranno la nostra eterna gratitudine. Ma la verità, soprattutto politica, è un'altra, meno enfatica rispetto a ciò che appare. La verità è che Battisti ce lo ha ridato su un piatto d'argento Bolsonaro, da poche settimane nuovo presidente del Brasile, primo presidente di destra di quel grande e complicato Paese. Intendo dire che la novità non è stata giudiziaria o investigativa ma politica, perché ovunque nel mondo ha comandato la sinistra, Battisti è stato e continuerebbe a essere un ospite gradito e ben protetto.

Cesare Battisti, prima che la libertà, ha perso le elezioni. E questo la dice lunga su quel cancro che è stata l'internazionale socialista, lobby che ancora oggi santificherebbe volentieri un delinquente comune, un assassino. Se la sinistra italiana fosse stata meno ipocrita e camaleontica, Cesare Battisti sarebbe in un carcere italiano da trent'anni. Il problema è che su di lui è mancata una parola chiara e definitiva dei grandi capi dei partiti comunisti e post comunisti italiani che si sono succeduti in questo non breve lasso di tempo. Anzi, ancora ieri da quelle parti c'è stato qualcuno che ha evocato e invocato un provvedimento di amnistia. Mettere in cella Battisti è una vittoria, sapere che i suoi complici politici e intellettuali vecchi e nuovi non pagheranno mai è invece una sconfitta.

Commenti

Trefebbraio

Lun, 14/01/2019 - 18:10

Questa volta non sono d'accordo con Lei. In carcere ci và Battisti, l'estremità violenta dell'ottuso pensiero proletario, l'uomo che ha premuto il grilletto, la testa di legno che si è prestato al gioco dei grandi burattinai. Finito l'uomo, finito il problema. Il conto più salato lo pagheranno invece, e di fatto sta' già avvenendo, le criminali ideologie comuniste che hanno devastato paesi e generazioni in tutto il mondo. Pagheranno con la perdita del consenso popolare, che già oggi, con rapidità, sta' facendo crollare partiti e classe politica di sinistra. Lo spostamento a destra del ceto operaio, che finalmente apre gli occhi e comprende che aspirare ad avere una posizione nel mondo non è un pensiero peccaminoso, il proletario che si affranca ed esce dalla caverna in cui è stato incatenato è la giusta e umiliante sconfitta che meritano i vertici dell'internazionale criminale. E anche loro hanno finito di ridere.

elpaso21

Lun, 14/01/2019 - 18:11

"Ma i suoi complici morali e politici non pagheranno mai": per colpa della destra sfigata.

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Lun, 14/01/2019 - 18:30

Egregio Direttore quello che Lei scrive è sacrosanto. Invero la politica poteva e doveva risparmiarci lo spettacolo indegno della parata accorsa ad accogliere il latitante all'aeroporto, manco fosse un eroe della repubblica, con ben due ministri del Governo in diretta streaming. A mio parere una vergogna fornire al terrorista un tale proscenio.

INGVDI

Lun, 14/01/2019 - 18:31

I suoi complici politici ed intellettuali sono liberi di pontificare su tv e giornali, ma anche di dare lezioni alle università.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 14/01/2019 - 18:44

Così i terroristi islamici e islamici moderati, così i terroristi bellaciao e bellaciao moderati: gli uni avranno sempre un posto alla tavola degli altri. Il cibo è lo stesso.

Cheyenne

Lun, 14/01/2019 - 18:47

perfettamente d'accordo. Il vero criminale non è lula ma mitterrand un mascalzone per tutte le stagioni (Vichy, Indocina, Algeria, francia). Poi i colpevoli vanno dai comunisti nostrani fino a paracomunisti come quella barzelletta di orlano (il ministro)

Ritratto di adl

adl

Lun, 14/01/2019 - 18:49

Abbiamo appreso giorni fa, direttore, che lo Stato ha presentato il conto ai familiari di Totò Riina, con una cartella esattoriale di 1 milione e duecentomila €, per le spese di detenzione sostenute in 24 anni dai contribuenti. Lasciamo perdere se sia giusto o no, visto che gli eredi non dovrebbero essere chiamati a rispondere dei debiti fiscali dei danti causa, a patto che non ne abbiano accettato l'eredità. In questo caso, immagino che di spese sostenute per codesto signore ce ne siano già parecchie, si può pensare di presentare il conto a lui stesso ed evenutalmente ai suoi sponsor sinistri magari disposti anche ad accollarsele generosamente ???!!!!

Ggerardo

Lun, 14/01/2019 - 19:25

Sarebbe stato bello che i governi di destra di paesi dell'America Latina come Brasile e Bolivia avessero mostrato altrettanta sollecitudine a concedere l'estradizione alle decine di criminali nazisti che hanno ospitato con tutti gli onori e le ricchezze possibili. Ma questa e' storia passata. Sallusti potrebbe ricordare che fra i governi "comunisti" italiani degli ultimi vent'anni c'e' stato anche, per molti anni , quello di Berlusconi...

Luchy

Lun, 14/01/2019 - 20:10

Ggerardo Lun, 14/01/2019 - 19:25 Vorrei ricordarle che Battisti era in Grancia, "coperto" bene per molti anni e che dal Governo Berlusconi, MAI ci si è trovati con un ministro burletta come Orlando.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 14/01/2019 - 20:11

Per far pagare mandanti, complici, anche morali, fiancheggiatori, politici, quelli che l'hanno difeso, protetto, mantenuto, dovreste arrestare tutti i comunisti italiani e qualche straniero. Sono tuttora il 17 % dei 40-50 milioni di votanti. sono qualche milione di persone. Giusto per fare un minimo di giustizia.

peter46

Lun, 14/01/2019 - 21:31

Egr.Direttore...fuori da sto tema voglio solo dirle che il camerata Bonafede a tutti e 3 giornalisti+conduttrice in questi ultimi 45 minuti di 8 e 1/2 vi ha proprio 'straccionati'...simpaticamente come suo solito,certo.

edo1969

Lun, 14/01/2019 - 21:49

L’hanno preso, finalmente, ma noi non dimentichiamo: non dimentichiamo i complici dell’omicida rosso, dall’ex modella senza cervello carlà fino al’arrogante Saviano, passando per gl innumerevoli firmatari a spstegno dell’assa. Non possiamo dimenticare.

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 14/01/2019 - 21:55

Non pagheranno solo perché c'è la volontà politica di non farli pagare, altrimenti...e poi, a ripensarci, mai dire mai...a cominciare da quelli che Lei ha citato, non sarebbe sbagliato indagare se ci sono stati appoggi e favoreggiamento.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 14/01/2019 - 22:19

Leocoglione55: sono un komunistone rosso e kattivo. Dai...vieni ad arrestarmi, pagliaccio :-D

RAGE4EVER

Lun, 14/01/2019 - 22:24

LA SINISTRA È UNA MALATTIA DEGENERATIVA INCURABILE

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 14/01/2019 - 22:28

Caro Sallusti, ti sei opportunamente dimenticato di ricordare che Battisti si trova nelle nostre patrie galere anche grazie al presidente boliviano Evo Morales, ex sindacalista e leader del MAS (Movimiento al Socialismo - Instrumento Político por la Soberanía de los Pueblos). Ecco... maledetto Komunista! Vi ha rovinato il vostro teatrino pazientemente allestito a base di antikomunismo e attacchi ai "radical chic".

skywalker

Mar, 15/01/2019 - 01:43

A me, invece, piacerebbe sapere quanto e' costata questa pagliacciata con voli di stato, un numero incredibile di poliziotti, ministri, mezzi delle forze dell'ordine, ecc. ecc. Non bastava caricarlo su un semplice aereo di linea accompagnato da 2 guardie, visto che non si trattava di mafioso latitante armato. Poi potevano fare la solita conferenza stampa da mitomani per vantarsi del lavoro fatto da altri.

apostata

Mar, 15/01/2019 - 11:22

ci sono analisi approfondite sui motivi che hanno indotto il socialista boliviano evo morales a non opporsi all'estradizione

apostata

Mar, 15/01/2019 - 15:34

Sono ominicchi che si sono arrogato il diritto di uccidere. Credevano di innescare la rivoluzione, il popolo non li ha seguiti, li ha considerati folli estranei. Non hanno capito la domanda che veniva dal basso e recitavano per se stessi e per l’ambiguità della sinistra sintetizzata nel “né con lo stato, né con i brigatisti” di sciascia. Politicamente erano fuori della realtà più ancora dei radicali. Più furbi e forse più pericolosi di loro sono ora i 5s che hanno saputo sintonizzarsi perfettamente con la grande, unica aspirazione del meridione: il reddito di cittadinanza. I vari sofri, sansonetti e vauro non hanno il pudore per vergognarsi, si offrono nudi alla gogna.

Macrone

Mar, 15/01/2019 - 16:31

Da ex elettore di FI, cosa ha fatto anche Berlusconi per spingere la Francia a ridarci questi assassini? Nulla, salvo chiacchiere. Ci voleva la Lega per riaprire questo verminaio e dare finalmente giustizia ai parenti dei servitori dello Stato assassinati dai Komunisti e dai loro complici intellettuali e non ancora in giro.

mariolino50

Mar, 15/01/2019 - 17:28

Primo presidente di destra, ma se per molti anni in Brasile il governo era dittatura militare pura, e Bolsonaro viene da quella scuola, essendo ufficiale dell'esercito, davvero un bel campione. Vista la zero fiducia nella nostra giustizia, perchè in questo caso avrebbe colto nel segno giusto? O ci si fida sempre o mai, meglio mai.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 15/01/2019 - 18:36

@Dreamerda - se non metti nome e indirizzo come faccio? Fai il furbo, il solito conigio comunista. Bello fare il bullo dietro la tastiera, eh? I pistola come te, so già che davanti scappano, mezza tacca e mezza monnezza.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 15/01/2019 - 19:56

Mai dire mai. Ora ha finito di ridere, ma sapendo quanti cialtroni rossi lo appoggiano, forse riderà ancora.

Franz10

Mar, 15/01/2019 - 20:03

Quanta feccia fascista È uscita dalle fogne. Continuate ad andare negli stadi ad uccidervi tra di voi, ogni fascista in meno è un guadagno per l'umanità.

oracolodidelfo

Mar, 15/01/2019 - 21:11

el paso21 18,11 - non per colpa della destra sfigata ma della sinistra fiancheggiatrice e complice (salvo lodevoli ed apprezzabilissime eccezioni)

Ritratto di mailaico

mailaico

Mar, 15/01/2019 - 21:17

a sallusti ... HA APPENA COMINCIATO. Con la tua amica magistratura donna tra poco e' fuori e andrà di filato in politica!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 15/01/2019 - 22:47

Direttore, si ha finito di ridere, di mostrare con arroganza quel sorrisino ironico a prendeer in giro tutti gli italiani, sorretto dal soccorso rosso, rinomatemente piegato verso i delinquenti di questo calibro. E sentite qui come continuano a difenderelo, ad osteggiare l'arresto più giusto dell'ultimo mezzo secolo.

valerie1972

Mar, 15/01/2019 - 23:12

Dreamer_66 Come fa a venire ad arrestarti se non lasci il tuo nome e il tuo indirizzo? Hai paura che sia più kattivo di te? O forse ti sembra superfluo perché ti ricordi in qualche tuo dream di averlo affrontato faccia a faccia e di avergli detto dove trovarti?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 15/01/2019 - 23:15

@Franz10 - a me pare che sia uscita tanta feccia comunista, soprattutto nell'affare Battista il terrorista. Vi è andata di traverso questa cattura, vi infervorate come dei babbuini, ma avete torto marcio. Chiedete almeno scusa ai parenti delle vittime, voi persone squallide.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 15/01/2019 - 23:30

Mi sovviene un paragone con Pol Pot: dopo aver fatto carriera sulla pelle del popolo cambogiano è campato fino alla fine dei suoi giorni in un "paradiso dei lavoratori".

maricap

Mer, 16/01/2019 - 00:59

@Leonida55 Guarda che tu nun poi mica sempre offenne i comunisti. Quelli so già stati offesi da madre natura, sin dalla nascita. e rivortà er ferro dentro la ferita , nun è mica umano. Purtroppo idioti si nasce e poi, inevitabilmente, si vira a sinistra.... e così sia.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 16/01/2019 - 07:31

@ Franz10 _ Cerchiamo un po' di obbiettività. Come ? Non conosce la parola ed il significato ? Allora mi segua: Chi è fascista - Uno che ha aderito al PNF: Nel 1945 bisognava avere 21 anni, ergo essere nati prima del 1924, faccia lei il conto, se capisce l'aritmetica. Oppure fascista significa violento, intollerante, ottuso ? Ebbene si, proprio così, quindi uno come lei é e si conferma un vero fascista.

Nick2

Mer, 16/01/2019 - 09:31

Sì, probabilmente Battisti ha finito di ridere, ma hanno iniziato a sbellicarsi dalle risate in tutto il mondo, nell’assistere alla farsa grottesca del pagliaccio in divisa e del suo collega ministro, vestito prima da beccamorto poi da secondino. Da oltre 25 anni, ogni volta che la destra governa in Italia, garantisce divertimento e ilarità (per gli altri, per noi un po’ meno)…

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 16/01/2019 - 10:17

valerie1972: ma non l'hai capito che il povero Leonida è solo un troll e che il nostro è un gioco a chi insulta di più??? E poi sarei io quello che sogna? Sveglia! P.S. Riguardo ad una passata discussione fra noi due ho verificato: nel calcio femminile le atlete in barriera mettono le braccia a protezione dei seni e non le mani davanti alla patonza.